Archivi categoria: 60 km

Selci (RI)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI (solo di pomeriggio)
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Linea di riferimento:
    • Gavignano Sabino scalo – Gavignano Sabino – SelciTorri in Sabina
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Frequenza: buona
  • Distanza approssimativa da Roma: 60 km
  • Gestore servizio trasporto pubblico urbano: N/A
  • Prerequisito: Gavignano Sabino scalo

Come arrivare a Selci da Roma

Come descritto più in dettaglio nell’articolo su Gavignano Sabino scalo occorre prima arrivare in tale stazione con treno da Roma (Tiburtina) (c’è un treno all’ora, sono diretti a Orte), successivamente cambiare con bus Cotral in coincidenza con l’arrivo dei treni da Roma.

NB ho scritto sopra “solo di pomeriggio” – quindi solo estate – perché a meno di non teletrasportarsi in Sabina alle 6 di mattina non è possibile arrivare prima del pomeriggio: la prima coincidenza bus disponibile è con il treno delle 13:46 da Roma Tiburtina, bus delle 14:45 da Gavignano Sabino scalo.

NB 2) c’è un’altra possibilità di andata (non di ritorno) e cioè partire da Poggio Mirteto città (non stazione!) ma anche in questo caso si parte e si arriva di pomeriggio – si arriva al massimo mezz’oretta prima della prima coincidenza treno-bus disponibile (14:30 contro 15:00). A meno di non trovarvi già a Poggio per altri motivi, magari perché di mattina avete visitato un altro comune nei dintorni, non è la soluzione consigliata.

Come tornare a Roma da Selci

Bisogna dapprima tornare a Gavignano Sabino scalo con uno dei ritorni della linea bus Cotral di andata, poi da Gavignano Sabino scalo c’è un treno ogni ora per tornare a Roma. I bus di ritorno provengono da Torri in Sabina.

Capolinea e/o fermate principali

La fermata più centrale, “p.zza del Popolo” negli orari, non è letteralmente in Piazza del Popolo ma nei pressi, qui sulla provinciale (Via Roma):

L’inquadratura, in discesa, è quella di andata: in direzione Torri. Come segnaposto di fermata c’è una palina. Il punto di fermata di ritorno, in direzione Gavignano Sabino scalo, è giusto di fronte ma senza segnaposto.

Gavignano Sabino (Forano) (RI)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI (solo di pomeriggio)
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Linea di riferimento:
    • Gavignano Sabino scaloGavignano Sabino – Selci – Torri in Sabina
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Frequenza: buona
  • Distanza approssimativa da Roma: 60 km
  • Gestore servizio trasporto pubblico urbano: N/A
  • Prerequisito: Gavignano Sabino scalo

Come arrivare a Gavignano Sabino da Roma

Come descritto più in dettaglio nell’articolo su Gavignano Sabino scalo occorre prima arrivare in tale stazione con treno da Roma (Tiburtina) (c’è un treno all’ora, sono diretti a Orte), successivamente cambiare con bus Cotral, che sono in coincidenza con l’arrivo dei treni da Roma.

NB 1) ho scritto sopra “solo di pomeriggio” – quindi solo estate – perché a meno di non teletrasportarsi in Sabina alle 6 di mattina non è possibile arrivare prima del pomeriggio: la prima coincidenza bus disponibile è con il treno delle 13:46 da Roma Tiburtina, bus delle 14:45 da Gavignano Sabino scalo.

NB 2) occhio che anche se Gavignano Sabino è frazione di Forano, dei due bus in stazione non dovete prendere quello per Forano bensì quello per “Torri” cioè Torri in Sabina.

Come tornare a Roma da Gavignano Sabino

Bisogna dapprima tornare a Gavignano Sabino scalo con uno dei ritorni della linea bus Cotral di andata, poi da Gavignano Sabino scalo c’è un treno ogni ora per tornare a Roma. I bus di ritorno provengono da Torri in Sabina.

Capolinea e/o fermate principali

La fermata più centrale è qui in corrispondenza della piazzetta: non ci sono segnaposti di fermata di sorta; l’inquadratura è in direzione stazione quindi ritorno. I bus non entrano nella piazzetta né all’andata né al ritorno ma si fermano sulla provinciale, appunto in corrispondenza della piazza.

Se cercate una palina ce n’è comunque una alla fermata successiva, posta sempre in direzione stazione, con relativa pensilina, a distanza di sicurezza giusto per non essere scontati:

Fara in Sabina (RI)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: SI (in via sperimentale)
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Linea di riferimento Cotral:
    • Fara Sabina FS (Passo Corese)Fara in Sabina (borgo) – Toffia – Poggio Mirteto città
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Frequenza: discreta
  • Distanza approssimativa da Roma: 60 km (si conta il totale in tratte chilometriche dei mezzi da prendere, la distanza in linea d’aria può essere inferiore)
  • Gestore servizio trasporto pubblico urbano: Autoservizi Troiani Srl
  • Prerequisito: Passo Corese (Fara Sabina FS)

Come arrivare a Fara in Sabina da Roma

Arrivare prima a Fara Sabina scalo (alias “Passo Corese” nelle tabelle Cotral) poi da lì ci sono due possibilità in base agli orari:

  • linea Cotral per Fara Sabina (borgo), che poi prosegue per Toffia e Poggio Mirteto città
  • linea urbana della Troiani, sempre per Fara Sabina (borgo)

NB nei festivi è disponibile solo il collegamento urbano della Troiani, tra l’altro è stato attivato in via sperimentale di recente e arriva anche all’abbazia di Farfa. Leggete il comunicato stampa ufficiale sul sito della compagnia, anche per consultare gli orari e il periodo di validità.

Come tornare a Roma da Fara in Sabina

Bisogna dapprima tornare a Fara Sabina scalo (Passo Corese) con uno dei ritorni delle linee di andata, poi da lì ci sono numerosi treni per tornare a Roma.

Il bus urbano fa un giro di peppe (lo chiamo “giro delle sette frazioni”) e arriva in stazione dopo un’ora di viaggio, ma ci arriva. Se il Cotral non passa perché hanno saltato due – tre corse (mi è capitato) invece c’è il bus urbano, non aspettate oltre e prendete quello (io ho fatto così).

Capolinea e/o fermate principali

Sia i bus Cotral (servizio extraurbano, regionale) che i bus Troiani (servizio urbano) fermano qui (piazzale Roma):

I bus arrivano dal viale alberato in salita, fanno manovra di retromarcia, fermano e poi ripartono subito per dove sono venuti (Cotral) o fanno un po’ di sosta prima di ripartire (Troiani). Il segnaposto è la gigantesca piazzola BUS disegnata per terra. Lo spazio segnato è necessario per le manovre di retromarcia ma ciò non toglie che ogni tanto arrivi qualche scriteriato a parcheggiarci sopra la sua macchina.

Poggio Mirteto (RI)

Informazioni principali

Come arrivare a Poggio Mirteto da Roma

I modi per arrivare a Poggio Mirteto città (da non confondere con Poggio Mirteto scalo) sono due, entrambe con buona frequenza ma consultate sempre gli orari aggiornati:

  1. treno regionale da Roma Tiburtina per Poggio Mirteto scalo, cambio con linea bus urbana del comune di Poggio Mirteto gestita da autolinee Troiani: linea n. 1 dalla stazione alla città (il biglietto si fa a bordo bus)
  2. treno regionale da Roma Tiburtina per Fara Sabina (la fermata precedente a Poggio Mirteto), cambio con bus Cotral per Poggio Mirteto, via Montopoli in Sabina

NB: nei giorni festivi è disponibile solo la prima opzione.

Come tornare a Roma da Poggio Mirteto

Idem per il ritorno, avete la scelta se andare a prendere il treno da Poggio Mirteto scalo – e per arrivarci prendete di nuovo la linea urbana 1 – oppure da Fara Sabina – e per arrivarci prendete il Cotral. Come per l’andata, nei festivi l’unica soluzione è la prima.

Nei feriali il pomeriggio c’è anche almeno una corsa Cotral per Roma Saxa Rubra ma fa un giro lunghissimo, non vi conviene.

Capolinea e/o fermate principali

Delle numerose fermate riportate nell’orario Cotral ci interessa solo questa, “v.le G. De Vito”, che come vedete non è un viale ma un piazzale sopraelevato:

Come si vede chiaramente anche dall’immagine, il lato di salita è a sinistra dove c’è la pensilina. Quello di destra è usato o per discesa o come area di sosta e ciò vale sia per Cotral che per Troiani.

Destinazioni sbloccate

L’abbiamo già accennato parlando di Poggio Mirteto scalo, ma arrivare a Poggio Mirteto città “sblocca” le seguenti altre località:

  • Montopoli in Sabina (RI)
  • Bocchignano (RI)
  • Castel San Pietro Sabino (RI)
  • Salisano (RI)
  • Mompeo (RI)
  • Montenero Sabino (RI)
  • Monte San Giovanni in Sabina (RI)

Cantalupo in Sabina (RI)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Linea di riferimento:
    • Poggio Mirteto scaloCantalupo in Sabina – Casperia – Roccantica – Poggio Catino – Poggio Mirteto città
  • Gestore servizio trasporto pubblico urbano: N/A
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Frequenza: discreta
  • Distanza approssimativa da Roma: 60 km (si conta il totale in tratte chilometriche dei mezzi da prendere, la distanza in linea d’aria può essere inferiore)
  • Prerequisito: Poggio Mirteto scalo

Come arrivare a Cantalupo in Sabina da Roma

Arrivare prima a Poggio Mirteto scalo poi da lì linea Cotral per Casperia. Consultate gli orari ufficiali e leggete l’articolo su Poggio Mirteto scalo ma la combinazione ideale è prendere la corsa delle 8:40 da Poggio Mirteto scalo, altrimenti le successive sono dopo mezzogiorno, a voi la scelta.

Come tornare a Roma da Cantalupo in Sabina

Bisogna dapprima tornare a Poggio Mirteto scalo con uno dei ritorni della linea di andata, poi da Poggio Mirteto scalo ci sono numerosi treni per tornare a Roma. I bus di ritorno in genere provengono da Casperia.

Capolinea e/o fermate principali

La fermata più centrale è all’altezza di questa chicane da dove si diparte l’ingresso al centro storico. Qui sulla destra sotto il lampioncino si vede una palina cancellata: con tutta probabilità è il segnaposto della fermata “di andata” in direzione Casperia.

La fermata di ritorno, in direzione Poggio Mirteto scalo, è da quest’altro lato. Rispetto all’immagine Google Maps oggi è presente una pensilina ad indicare la fermata.

Carbognano (VT)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: SI
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Prerequisito: Monterosi
  • Linea di riferimento:
    • (Roma Saxa Rubra – ) Monterosi – Ronciglione – Caprarola – CarbognanoViterbo
  • Frequenza: discreta
  • Distanza approssimativa da Roma: 60 km
  • Capolinea di Roma di riferimento: Roma Saxa Rubra

Nota generale

Per Carbognano vale gran parte di quanto descritto per il vicino comune di Caprarola essendo serviti dalla stessa linea e con le stesse corse. Il consiglio è quindi di leggere prima l’articolo su Caprarola e poi tornare qui per ulteriori info specifiche, per esempio i punti di fermata.

Come arrivare a Carbognano da Roma

In breve la soluzione consigliata è:

  • partenza ore 9:00 da Roma Saxa Rubra, prendere la corsa diretta a Viterbo (banchina 1)
  • scendere a Monterosi, dove effettuare il cambio con la corsa in partenza alle 9:40 diretta a Carbognano, via Ronciglione e Caprarola

Il biglietto conviene farlo direttamente considerando la tratta Roma Saxa Rubra – Carbognano, anche perché in altri orari ci sono delle corse dirette senza cambio intermedio. Una di queste è alle 11:55 ma così si arriva a Carbognano verso l’una e mezza, invece con la soluzione consigliata sopra si risparmiano circa 3 ore, da spendere meglio per la visita.

Come tornare a Roma da Carbognano

Non so se avete notato ma ho categorizzato Carbognano come “nodo di scambio” anziché semplice “ramo” come Caprarola. Qui infatti c’è il punto di contatto e di scambio tra la linea Roma – Viterbo via Cassia Cimina e con le linee per Civita Castellana (via Fabrica e/o Corchiano). Da Civita Castellana infatti ci sono linee per Viterbo così come linee per Roma, via Carbognano. Alcune corse non sono evidenti perché risultano con destinazione delle località intermedie, per es. Ronciglione o appunto Carbognano.

Tutto ciò significa che oltre ai ritorni per Roma (non molti) è possibile, allungando un po’ il giro, tornare a Roma proseguendo o verso Viterbo o verso Civita Castellana: da entrambe queste località si ha una disponibilità di corse per Roma decisamente buona.

Capolinea e/o fermate principali

La fermata principale è anche l’unica che ci interessa in quanto la più vicina al centro storico: è su questa piazza, detta Piazza Roma:

Il bus proveniente da Roma / Ronciglione / Caprarola ferma più o meno qui dove è posizionata la telecamera, SE diretto verso Civita Castellana, altrimenti fa il giro antiorario della piazza e si ferma sopra uno dei due STOP davanti alla chiesa, prima di risalire per dov’è venuto, alla volta di Viterbo o di Roma.

Rifrasando, dove ci sono le due piazzole di STOP davanti alla chiesa bianca immaginate che ci siano delle piazzole BUS: lì fermano, dopo manovra, le corse dirette a Viterbo o a Roma, Caprarola, Ronciglione. Per Civita Castellana invece fermano qui dov’è posizionata la telecamera, in pratica sull’altro STOP di fronte al bar.

Caprarola (VT)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: SI
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Prerequisito: Monterosi
  • Linea di riferimento:
    • (Roma Saxa Rubra – ) Monterosi – Ronciglione – CaprarolaCarbognanoViterbo
  • Frequenza: discreta
  • Distanza approssimativa da Roma: 60 km
  • Capolinea di Roma di riferimento: Roma Saxa Rubra

Come arrivare a Caprarola da Roma

Leggendo l’orario pdf Cotral per Caprarola a prima vista sembra che la prima corsa ivi diretta con partenza da Roma sia quella delle 11:55 da Roma Saxa Rubra. Tale soluzione però non è il massimo considerando che i ritorni sono comunque pochi e il primo di essi lascia meno di un’ora di tempo per la visita. Cerchiamo quindi se è possibile partire, e dunque arrivare, prima.

Studiando gli orari con più attenzione scopriamo che c’è una corsa in orario molto più interessante, con partenza alle 9:40, con questo instradamento: Monterosi – Ronciglione – Caprarola – Carbognano

L’unico (apparente) inghippo è che questa corsa parte da Monterosi. E come ci arrivo a Monterosi? Chi è già stato a Viterbo o Sutri, Capranica, Vetralla ma anche Nepi, Castel Sant’Elia viaggiando con la Cotral saprà che Monterosi è ben collegato con Roma Saxa Rubra, in primis appunto con la linea Roma SR – Capranica – Viterbo. Con un occhio agli orari si intuisce che per beccare questa corsa occorre partire da Saxa Rubra al più tardi con la corsa delle 9:00 per Viterbo.

L’intuizione è giusta, infatti questa corsa delle 9:40 da Monterosi per partire aspetta l’arrivo di quella per Viterbo, partita da Roma Saxa Rubra alle 9:00 – in una parola, è in coincidenza. Chi è diretto a Ronciglione, Caprarola, Carbognano scende a Monterosi dal bus per Viterbo, preso a Saxa Rubra, e sale su quest’altro, diretto a Carbognano. Essendo in coincidenza conviene fare il biglietto a Saxa Rubra per la tratta completa fino a Caprarola anche perché a Monterosi non ci sarebbe il tempo per comprarne un altro. Si risparmia anche: Roma Saxa Rubra – Caprarola è tratta 6 (3,90) mentre con due biglietti per le due tratte sarebbero (Roma Saxa Rubra -> Monterosi) tratta 4 (2,80) + (Monterosi -> Caprarola) tratta 3 (2,20) = 5.

OK, abbiamo quindi capito come sfruttare questa possibilità delle 9:40. Ma a che ci serve questa soluzione più complicata? E’ importante perché grazie ad essa possiamo arrivare a Caprarola alle 10:15 anziché alle 13:00 partendo con la corsa diretta delle 11:55.

A questo punto, prima di cominciare la ricerca del percorso di ritorno, per capire meglio conviene approfondire cosa succede a questa linea dopo Caprarola.

Abbiamo detto che la corsa da Monterosi ha come destinazione Carbognano. Benissimo. Quello che non è evidente dagli orari pubblicati è che in realtà Carbognano è a sua volta una fermata intermedia perché la stessa vettura, giunta a Carbognano, inizia subito un’altra corsa con destinazione Viterbo. Anzi, capita che l’autista cambi tabella già nei pressi di Caprarola, in “Carbognano – Viterbo”. Il mondo insomma non finisce a Carbognano, c’è un’altra faccia di pianeta da Carbognano a Viterbo.

Quello che si capisce in definitiva è che questa benedetta corsa delle 9:40 non è altro che un frammento di una linea di più ampio respiro il cui tragitto completo è: Roma Saxa Rubra – Monterosi – Ronciglione – Caprarola – Carbognano – Viterbo e che a seconda degli orari è esercitata o interamente o a frammenti e questi possono essere concatenati oppure no. Nella versione completa è una rotta alternativa alla linea “classica” Roma – Viterbo ossia quella instradata sulla Via Cassia con transito per Monterosi, Sutri, Capranica, Vetralla. Questa è una linea “alternativa” che invece è instradata sulla Cassia Cimina, con transito per Ronciglione, Caprarola, Carbognano.

Infine per quanto riguarda la “frammentazione” di questa linea è importante far notare che la spaccatura non è solo a Carbognano, benché sia quella la principale. Per esempio alcune corse da Viterbo per Carbognano, una volta arrivate a Carbognano tornano a Viterbo, mentre altre – specularmente a quanto visto per l’andata – in realtà proseguono fino a Roma Saxa Rubra, passando per Caprarola e Ronciglione. In altri orari, per altre corse, la spaccatura si “sposta” a Ronciglione. Per esempio nei giorni festivi ci sono delle corse che apparentemente da Roma Saxa Rubra sono dirette a Ronciglione e altre che da Civita Castellana sono dirette a Ronciglione. In realtà dopo Ronciglione le une proseguono per Caprarola, Carbognano, Fabrica, Corchiano, Civita Castellana, le altre proseguono per Monterosi, Roma Saxa Rubra.

Come tornare a Roma da Caprarola

L’orario pdf Cotral di Caprarola, quanto ai ritorni, a prima vista è abbastanza sconfortante se uno si fissa sulle corse dirette a Roma. Comunque va detto che se si preferisce il ritorno classico e senza pensieri diretto a Roma, le opzioni ci sono e garantiscono un tempo di visita più che sufficiente – a condizione di essere arrivati partendo da Saxa Rubra alle 9 come spiegato sopra.

Tuttavia le possibilità di ritorno per Roma, ampliando i propri orizzonti, sono in realtà più numerose.

Intanto, alcune corse che risultano con destinazione Ronciglione in realtà ripartono poi subito per Roma Saxa Rubra quindi di fatto sono pure loro per Roma Saxa Rubra. Verificate le combinazioni sul tool “Pianifica Viaggio” del sito ufficiale. Entrambi i ritorni festivi, per esempio, sono così.

C’è anche la possibilità di tornare a Roma proseguendo in un primo momento verso Viterbo, via Carbognano. La prima volta che sono stato a Caprarola ho fatto così. Dopo la visita di Caprarola ho preso un bus per Carbognano, ho fatto un giretto a Carbognano e poi ne ho preso un altro per Viterbo. Infine da Viterbo sono tornato a Roma. Nei periodi scolastici ci sono anche delle corse Caprarola – Viterbo senza transito per Carbognano.

Se non sapete già come tornare a Roma da Viterbo, leggete il relativo articolo.

Nei giorni festivi

La storia è un po’ diversa e le corse sono in numero decisamente inferiore, tuttavia è fattibile.

Andata (unica possibilità!): partenza da Roma Saxa Rubra, corsa delle ore 9:00 per Ronciglione, in realtà prosegue alla volta di Civita Castellana con transito e fermata in: Caprarola, Carbognano, Fabrica di Roma, Corchiano.

Ritorno: due partenze da Civita Castellana, alle 13 e alle 15, entrambe dirette a Ronciglione, in realtà da Ronciglione proseguono subito alla volta di Monterosi e Roma Saxa Rubra. Entrambe passano e fermano a Fabrica, Carbognano e Caprarola. Quella delle 15 passa anche a Corchiano. Ce ne sarebbe un’ultima successiva verso le 18 proveniente da Viterbo ma come regola personale cerco di non considerare mai nei piani l’ultima corsa. Perché se salta proprio quella, che fai?

Capolinea e/o fermate principali

La fermata principale è anche l’unica che ci interessa in quanto la più vicina al centro storico. In pratica si trova in fondo al rettilineo che scende dal Palazzo Farnese all’incrocio col ponte. I bus fermano alla fine del ponte, tra la fine della SP69 e l’inizio della SP35.

Rispetto all’immagine, in direzione Carbognano e oltre, i bus fermano sul lato destro; in direzione Roma, sul lato sinistro. E’ vero, nell’immagine non ci sono segnaposti di sorta (paline, piazzole etc.) eppure i bus fermano qui.

Rispetto all’inquadratura per proseguire alla volta di Carbognano i bus proseguono dritto tuffandosi giù in quella curva a sinistra a scendere… normalmente sarebbe così. In realtà da almeno un anno quella strada, la SP35, per motivi di sicurezza è chiusa al traffico pesante – precisamente ai mezzi di peso superiore ai 35 quintali. Tale traffico, pullman Cotral inclusi, è dirottato sulla SP67. [E dopo un anno comincia a cedere anche la SP67, visto che è costretta a sobbarcarsi tutto il traffico pesante: http://www.tusciaweb.eu/2015/09/sp-67-s-rocco-priva-dei-requisiti-minimi-sicurezza/ ]

Cosa significa questo per il viaggiatore? Beh, fortunatamente le fermate non cambiano e i due centri sono comunque collegati tra loro. Quello che cambia è che il transito per Caprarola da “passante” è diventato “a cappio” nel senso che i mezzi, in entrambe le direzioni, sono costretti a fare lo stesso giro di peppe, con conseguente dilatazione dei tempi di viaggio (= ritardi).

In concreto, da Caprarola a Carbognano, ma anche da Caprarola a Ronciglione / Roma, i bus dalla fermata a destra nell’immagine sopra, girano a destra, costeggiano il cimitero, scendono giù fino a questo punto:

Da qui girano a sinistra per sfruttare lo spiazzo poco distante per fare manovra e invertire la rotta, risalendo la strada fatta poc’anzi e ripresentandosi al ponte.

Lungo questa deviazione non sono effettuate ulteriori fermate, però le due fermate dirimpettaie alla fine del ponte sono effettuate entrambe indipendentemente dalla direzione. In questi mesi si è formata la consuetudine che chi scende a Caprarola scende alla prima fermata, lato destro; chi sale aspetta che il bus faccia il giro e ritorni su, fermandosi al lato sinistro. Naturalmente nessuno vieta di fare il contrario.

Dal ponte poi risalgono su per la SP69 fino al bivio, da lì per Carbognano prendono la SP67, per Ronciglione / Roma la stessa strada già vista all’andata. Anche da Carbognano a Viterbo c’è tutta la risalita della SP67. La strada sarà pure accidentata ma specie d’autunno è uno spettacolo.

Palazzo Farnese

Bene, ora sappiamo come andare e tornare da Caprarola e dov’è la fermata, ma a Palazzo Farnese, come ci si arriva?

Molto semplice: dalla fermata, dallo spiazzo/bivio, spalle alla chiesetta, dovete prendere il rettilineo centrale in salita. Naturalmente a piedi. Comunque è letteralmente sempre dritto, non potete sbagliare: il palazzo è già visibile da valle. Quello che vi sorprenderà, forse, è la quantità di traffico che incontrerete (beh, dipende dall’orario). L’aria dei monti Cimini è ottima e una passeggiatina anche se in decisa salita normalmente sarebbe corroborante, peccato che non sia proprio così in questo caso. Tra l’altro il senso unico è in salita quindi le macchine fumano al massimo.

Esiste anche un servizio di trasporto pubblico urbano a Caprarola gestito dalla società Vitertur. Gli orari sono qui, tuttavia non ho la minima idea di quale sia il percorso. Comunque per 600 metri di cammino non mi sembra neanche il caso di fermarsi ad aspettare la navetta.