Archivi categoria: mezzi 2 (cambi 1)

Bassano Romano (VT)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Prerequisiti: Sutri, Ronciglione, Manziana
  • Linea di riferimento:
    • Ronciglione – Sutri – Bassano Romano
  • Frequenza: discreta/rara
  • Gestore servizio di trasporto pubblico urbano: SIT (Società Italiana Trasporti) srl
  • Distanza approssimativa da Roma: 50 km

Come arrivare a Bassano Romano da Roma

Non ci sono corse bus Cotral dirette da Roma (Saxa Rubra) tranne la mattina molto molto presto o a pomeriggio inoltrato. Nei giorni festivi c’è una corsa alle 10:10 ma è inutilizzabile perché non ha un ritorno; o meglio ci sarebbe la corsa successiva ben 10 ore dopo verso Viterbo… non la considero proprio come possibilità.

Non ci sono corse dirette ma a patto di fare un cambio e di centrare l’orario giusto ci si può arrivare in vari modi.

Volendo usare sempre e solo il Cotral bisogna considerare la linea che collega Bassano Romano a Ronciglione via Sutri: il cambio si può fare a Ronciglione o a Sutri, sulla via Cassia; si può arrivare in entrambe le località con altra corsa Cotral da Roma Saxa Rubra, per dettagli rimando ai relativi articoli su questo sito. Attenzione che la corsa Ronciglione – Bassano di metà mattinata attualmente non è esercitata il sabato.

Oltre al Cotral il paese è servito da un bus urbano che collega il centro abitato con la stazione ferroviaria di Capranica (linea FL3 Roma – Bracciano – Viterbo) e con la via Cassia dove passano i Cotral della linea Roma – Viterbo. Il gestore attuale è la “Società Italiana Trasporti srl”, la stessa che a Roma gestisce anche alcuni collegamenti con gli aeroporti. Gli orari li trovate cercando in internet “sit bassano”, dei risultati prendete il pdf “ORARISIT” dal sito del comune, ad oggi è quello più aggiornato. Il biglietto si fa a bordo dall’autista.

L’incognita maggiore prima di fare la prova sul campo per me fu il punto di fermata del “Bivio di Sutri” che in realtà non è il bivio per Sutri ma il bivio per Bassano Romano, sulla Cassia, ma per questa parte rimando alla sezione “Capolinea e fermate”.

Nel mio caso a Bassano ci ero prima passato senza scendere una domenica che andavo a  Vetralla e avevo preso la corsa delle 10:10 da Saxa che anziché passare per Sutri passava per Bassano; per la visita invece all’inizio puntavo sul cambio a Ronciglione ma poi visto che era sabato e non era attivo ho invece provato il bus urbano dal bivio sulla Cassia.

Come tornare a Roma da Bassano Romano

Orari permettendo sulla carta le possibilità sono varie:

  • bus urbano per Capranica stazione e poi treno per Roma
  • bus urbano per bivio sulla Cassia e poi bus Cotral per Roma Saxa Rubra
  • bus Cotral per altra località e poi cambio per Roma – altra località ad esempio Sutri, Ronciglione, ma anche Manziana

Quando ci sono stato io per il ritorno ho usato il Cotral, il primo che è passato ed ho preso era quello per Manziana che, sorpresa, arrivò tabellando direttamente per Roma Saxa Rubra; effettivamente ci è arrivato a Roma ma dopo il giro di peppe di tutto il lago di Bracciano. Ho preferito non aspettare le corse successive perché su molte di queste da app risultava quel giorno la scritta rossa “Sospesa” (cioè non esercitata, quel bus NON sarebbe passato).

Capolinea e/o fermate principali

Per prendere il bus urbano dalla Cassia alla fermata che loro chiamano “Bivio Sutri” (non lo è) bisogna prendere un Cotral della Roma – Viterbo e chiedere di scendere al bivio di Bassano che è qui; come segnaposto c’è una palina Cotral piegata stile torre di Pisa e a seconda della stagione semi-nascosta dalla vegetazione:

Dopodiché chiamare il semaforo, attraversare col verde, tornare indietro ed aspettare qui:

Non c’è la palina ma questo è il punto dove salire sulla navetta SIT per il centro di Bassano Romano.

La navetta arriva fino in “Piazza Verdi” cioè “Largo Giuseppe Verdi” cioè qui:

Se notate c’è una palina sul lato opposto, che riporta pure gli orari; proveniendo dal bivio però si ferma su questo lato a destra. Questa piazza di fatto è il capolinea del bus urbano.

La fermata Cotral da ricordare invece è “via della stazione”, che nonostante le apparenze è a solo un minuto a piedi da Largo Verdi:

I bus provengono dalla strada a destra e da lì girano a destra e si fermano per la fermata, su questo lato:

Non ci sono segnaposti evidenti ma c’è questa specie di pensilina messa di fronte alla strada da dove provengono i bus quindi se uno aspetta lì li vede arrivare ma poi si deve alzare e muoversi se li vuole anche fermare e prendere:

Annunci

Colle San Magno (FR)

Informazioni principali

  • Stato percorso: appunti
  • Visitabile nei giorni feriali: NO
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Linee di riferimento Cotral:
    • Cassino – Castrocielo – Roccasecca – Colle San Magno
  • Gestore servizio trasporto pubblico urbano: N/A
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Frequenza: impossibile
  • Distanza approssimativa da Roma: 140 km
  • Prerequisiti: Cassino, Roccasecca

Come (non) arrivare a Colle San Magno da Roma come (non) tornare

La linea bus Cotral che arriva fino a Colle San Magno ha di fatto solo due corse: un'”andata” in partenza alle 9 da Cassino, un “ritorno” in partenza da Colle San Magno, sempre per Cassino, alle 15:05.

In teoria a meno di soppressioni non ci sarebbero quindi problemi se uno partisse da Cassino; partendo invece da Roma diventa tutto più difficile, anche se non letteralmente impossibile. Già arrivare a Cassino da Roma per le 9 non è facile perché occorre partire molto presto. Con un treno senza fermate ci vuole 1 ora e mezza di viaggio ma purtroppo i treni disponibili verso le 7 e mezza da Termini arrivano tutti dopo le 9, il precedente che va bene è alle 6:21 con arrivo alle 8:24. Quindi uno dovrebbe partire un’ora prima del necessario e quest’ora si compone di mezz’ora di viaggio in più per le fermate intermedie più mezz’ora di attesa al capolinea bus.

Se solo il bus delle 9 partisse 20, 30 minuti dopo sarebbe tutto più facile… e dire che comunque partendo alle 9 arriva lì (da orario) alle 9:35 circa e riparte solo alle 9:55, quindi 20 minuti di sosta al capolinea di Colle San Magno. Ecco se quei 20 minuti li facessero fare a Cassino invece che a Colle San Magno sarebbe la svolta. Intanto andrebbe bene anche il treno delle 7:28 da Termini che arriva alle 9:10 (è un IC però…). Ma si potrebbe far di meglio: partire col treno delle 8, scendere a Roccasecca, prendere uno dei due bus Cotral per Pontecorvo, quello che passa a Castrocielo, scendere a Castrocielo, e prendere in coincidenza questo per Colle San Magno. Ora come ora non funzionerebbe perché Colle San Magno passa prima.

Volendo evitare le levatacce c’è un’altra mezza soluzione scapicollata: arrivare a Roccasecca (paese, non stazione: treno più navetta urbana della Tribuzio) e coprire il tratto mancante fino a Colle San Magno con tutta calma A PIEDI, sono circa 4 km. Al ritorno si potrà prendere il Cotral per Cassino delle 15:05.

Capolinea e/o fermate principali

Il capolinea Cotral è al cimitero:

Questa pensilina sulla sinistra indicherà una fermata Cotral? Chissà…

Amaseno (FR)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Prerequisiti: Frosinone FS, Madonna del Piano (Castro dei Volsci)
  • Linee di riferimento Cotral:
    • Frosinone (Via Tiburtina) – Frosinone FS – Ceccano – Madonna del Piano – Amaseno
    • Madonna del Piano (Castro dei Volsci)Amaseno
  • Frequenza: discreta
  • Distanza approssimativa da Roma: 120 km

Come arrivare ad Amaseno da Roma

Se non avete fretta, la soluzione più comoda è con bus Cotral da Frosinone (Tiburtina – Pertini – Stazione), dopo le 11:30; verificate l’orario preciso sul sito ufficiale, attualmente questa corsa è esercitata anche il sabato.

Per arrivare prima c’è un modo ma solo dal lunedì al venerdì e richiede un cambio: c’è bus Cotral che parte da Madonna del Piano (Castro dei Volsci) alle 9:35 e per arrivare a Madonna del Piano in tempo dovete o arrivare in treno e cambiare col bus urbano dalla stazione a Madonna del Piano, o partire da Frosinone con altra corsa precedente per Madonna del Piano.

Quando ci sono stato io tuttavia non ho usato nessuna di queste due possibilità ma una terza: trovandomi già a Castro dei Volsci la mattina per visitare tale borgo e volendo visitare anche Amaseno nella stessa giornata sono sceso a Madonna del Piano con la navetta urbana (vedere articolo su Castro dei Volsci) e ho preso la corsa breve (sempre Cotral) delle 12 per Amaseno, che c’è dal lunedì al venerdì (avevo preso ferie quel giorno). Una volta arrivato ad Amaseno quel bus ripartiva poi per gli impianti FIAT (FCA).

Come tornare a Roma da Amaseno

I ritorni a disposizione non sono molti specialmente il Sabato, pertanto consiglierei una visita dal Lunedì al Venerdì se possibile.

Di corse per Frosinone ce n’è solo una alle 16:05, e solo dal lunedì al venerdì; un tempo (sicuramente ancora nel 2015) c’era anche di sabato, poi sapete com’è, ci sono state le “razionalizzazioni”…

Gli altri ritorni disponibili sono praticamente tutti per Madonna del Piano (Castro dei Volsci); quando ci sono stato io non volendo aspettare le 16 e avendo comunque finito il mio giro ho preso uno di questi delle 14 / 14:30. Da Madonna del Piano si può tornare a Roma arrivando alla stazione ferroviaria Castro-Pofi-Vallecorsa con navetta urbana e poi prendendo il treno. Di treni ce n’è uno all’ora ma in stazione non c’è la macchinetta per fare i biglietti né tantomeno una biglietteria quindi in qualche modo compratelo prima, all’andata.

Capolinea e/o fermate principali

La fermata principale / capolinea “p.zza S.Rocco” è su questo piazzale, sul lato destro:

Di segnaposti oggi non ce ne sono ma nella foto Google se ne vede ancora qualche traccia: una piazzola bus sbiadita, una mezza palina blu.

Aspettando il bus delle 14 sotto un filo d’ombra rimasto (faceva caldo) notavo che il piazzale si riempiva poco a poco di automobili, alcune delle quali si accaparravano proprio le zone d’ombra più grandi inclusa quella inquadrata sopra mentre io utente di mezzo pubblico dovevo accontentarmi delle briciole d’ombra rimaste e aspettare impiedi. Comunque le macchine erano quelle dei genitori o parenti degli alunni che sarebbero arrivati con il bus che stavo aspettando, la cui corsa precedente altro non era che un ritorno scolastico. Anzi di bus ne arrivarono due di cui uno ripartì fuori servizio e l’altro in servizio (quello che presi) per Madonna del Piano, ma anche l’altro fuori servizio era diretto a Madonna del Piano solo che rientrò dritto in deposito. I due bus arrivarono ad Amaseno entrambi pieni, in quello che ripartì in servizio per Madonna del Piano c’ero solo io.

Montelibretti (RM)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Prerequisito: Passo Corese o Palombara Sabina
  • Linea Cotral di riferimento:
    • Palombara Sabina – Moricone – MontelibrettiFara Sabina FS (Passo Corese)
  • Frequenza: buona
  • Gestore servizio di trasporto pubblico urbano: SAP Autolinee
  • Distanza approssimativa da Roma: 50 km

Come arrivare a Montelibretti da Roma

Occorre prima raggiungere il capolinea Cotral di Palombara Sabina (da Roma Ponte Mammolo o Roma Tiburtina) e da lì prendere una delle due linee dirette a Fara Sabina FS (“Passo Corese”), quella appunto via Montelibretti. L’altra, via Monteflavio, NON passa a Montelibretti.

Si può anche fare al contrario: arrivare prima in treno a Fara Sabina FS (“Passo Corese”), (da Roma Tiburtina) da lì cambiare con bus Cotral per Palombara Sabina, via Montelibretti (NON via Monteflavio).

In alternativa esiste anche un servizio bus urbano del comune di Montelibretti, attualmente in gestione a SAP Autolinee, che collega Montelibretti a Passo Corese. Il percorso sembra lo stesso della linea Cotral ma le corse a disposizione sono molte di meno.

Come tornare a Roma da Montelibretti

Similmente all’andata si può tornare a Roma o via Passo Corese con bus Cotral o bus SAP + treno (per Roma Tiburtina), oppure via Palombara Sabina con due bus Cotral, arrivando a Roma o a Ponte Mammolo o a Tiburtina a seconda della corsa scelta.

Capolinea e/o fermate principali

La fermata più vicina alla parte più antica, Montelibretti Castello, è qui:

Il segnaposto è una palina sul lato sinistro, ma prima ferma anche sul lato opposto in corrispondenza o un po’ più avanti.

E’ una fermata “doppia” che vale in entrambe le direzioni Palombara / Passo Corese perché il transito dei bus su questo tratto è “a cappio”.

Nel dettaglio in entrambe le provenienze e direzioni prima fermano di fronte, poi proseguono e scendono sulla provinciale a sinistra fino a questo piazzale:

dove fanno manovra di inversione e ritornano su a effettuare una seconda volta, ma sul lato opposto, la fermata mostrata prima.

Da qui alla parte più nuova del comune c’è circa 1 km di strada. I bus Cotral fermano anche nella parte nuova, Corso Umberto, più o meno qui (non ci sono segnaposti di fermata):

Non so dirvi dove ferma il bus urbano SAP o fin dove arriva perché non l’ho provato, però ho visto che a Passo Corese non parte dal capolinea Cotral ma dal piazzale antistante la stazione.

Borgo Velino (RI)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: SI (ma solo col treno)
  • Servito da: bus CO.TRA.L., treno regionale Trenitalia
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Prerequisito: Rieti
  • Linee di riferimento:
    • (COTRAL): Rieti – Cittaducale – Canetra (Castel Sant’Angelo) – Borgo Velino – Antrodoco – Posta – Torrita (Amatrice)Amatrice
    • (Trenitalia): Terni – Rieti – L’Aquila
  • Frequenza: discreta
  • Distanza approssimativa da Roma: 110 km (si conta il totale in tratte chilometriche dei mezzi da prendere, la distanza in linea d’aria può essere inferiore)

Come arrivare a Borgo Velino da Roma e come tornrare

Per Borgo Velino si applica quasi tutto ciò che ho scritto sul vicino comune di Antrodoco, pertanto rimando a tale articolo per la maggior parte delle informazioni: le possibilità di viaggio sono praticamente le stesse.

Ciò che cambia sono ovviamente le fermate bus e la stazione ferroviaria, descritte nella sezione seguente.

NB ho provato a scaricare l’orario pdf Cotral aggiornato di Borgo Velino e ci dev’essere un’anomalia a sistema perché esce vuoto con scritto in rosso “Non sono presenti corse dal comune di Borgo Velino nel periodo selezionato.”. Se fa così pure a voi scaricate l’orario di Antrodoco e considerate le corse instradate per Borgo Velino (quasi tutte).

Capolinea e/o fermate principali

La fermata principale Cotral, nonché l’unica che c’è, è qui su Viale Aldo Moro (Viale secondo Google Maps, Via secondo il db Cotral):

Come segnaposti ci sono due paline una di fronte all’altra… piuttosto raro che ci siano in entrambe le direzioni e dello stesso tipo! L’inquadratura è in direzione Rieti. Il centro storico è più avanti in questa direzione.

La stazione ferroviaria più vicina è “Antrodoco – Borgo Velino” ed è in direzione opposta, quasi 1 km dal centro:

Stipes (Ascrea) (RI)

Informazioni principali

  • Stato percorso: N/A
  • Visitabile nei giorni feriali: NO
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Prerequisiti: Rieti
  • Linea di riferimento:
    • Carsoli – Turania – (deposito di Collegiove) – Paganico Sabino – Ascrea – Castel di Tora – Colle di Tora – Stipes – Posticciola – Rocca Sinibalda – Rieti
  • Frequenza complessiva: impossibile
  • Distanza approssimativa da Roma: 120 km (si conta il totale in tratte chilometriche dei bus da prendere, la distanza in linea d’aria può essere inferiore)

Come (non) arrivare a Stipes da Roma e come (non) tornare

Come per altri piccoli centri del reatino, Stipes è servita dal trasporto pubblico in modalità “minimalista” ovvero le corse disponibili, di collegamento con Rieti, sono nel numero minimo di 2 di cui la prima all’alba e la seconda il pomeriggio: niente in mezzo, niente dopo.

Per complicare ulteriormente le cose le due corse sono completamente diverse tra loro.

La corsa dell’alba è una circolare fatta così:

Rieti 06:10Stipes 06:50 – bivio Rocca Sinibalda – Belmonte in Sabina 07:30 – Rieti 07:55

La corsa del pomeriggio è della linea Carsoli – Rieti:

Carsoli 13:45 – Turania – Paganico Sabino – Ascrea – Castel di Tora – Colle di Tora – Stipes 15:04 – Posticciola – Rocca Sinibalda – Rieti 15:45

E non c’è altro. In sostanza Stipes vede un bus due volte al dì, alle 6:50 e alle 15 e qualcosa, in entrambi i casi è un bus diretto a Rieti. La prima corsa proviene anche da Rieti, la seconda no, quindi in teoria se uno volesse tornare da Rieti a Stipes nel pomeriggio dovrebbe prendere la Rieti – Carsoli del pomeriggio, scendere alla diga e aspettare per cambiare con la corsa in direzione opposta Carsoli – Rieti che sale anche a Stipes. E no, nessun’altra corsa della linea Carsoli – Rieti sale a Stipes.

In questo scenario desolante di orario che contrasta con i magnifici panorami che ci sono da queste parti, proviamo a raccogliere i cocci e trovare una mezza soluzione.

Tutto sommato il bus pomeridiano che sale a Stipes è utilizzabile come ritorno: quello che ci manca è un’andata. A guardar bene però una quasi-andata c’è, anzi ce ne sono due: dal lunedì al venerdì ci sono ulteriori corse della linea Rieti – Carsoli alle 10:30 da Rieti e alle 11:20 da Carsoli. Queste corse pur non salendo a Stipes (e certo! se anche solo una delle due ci salisse avremmo risolto il problema!) ci passano relativamente vicino: il punto più vicino è la diga del Turano, dove inizia la provinciale per Stipes, a 3,5 km di distanza… in salita.

Il piano folle e scapicollato, peraltro applicabile solo dal lunedì al venerdì, prevede quindi di partire da Rieti o da Carsoli con una delle due quasi-andate indicate sopra, scendere alla fermata della diga, scarpinare 3,5 km fino a Stipes su strada provinciale panoramicissima e mozzafiato (letteralmente), visitare Stipes, da lì prendere l’unico ritorno delle 15 e rotti proveniente da Carsoli e diretto a Rieti.

Questo è tutto quello che abbiamo a disposizione, raschiando il fondo del barile.

Se decidete di fare questa pazzia scegliete una giornata non molto calda o rischiate di schiattare per strada: la salita è notevole, andate piano. Portate un cappello, applicate protezione solare. Portatevi acqua e viveri o razioni energetiche per rifocillarvi una volta in cima.

Sembrano consigli per un’escursione in montagna, vero? Ed è proprio quello che tocca fare in casi come questo per sopperire ai buchi del trasporto pubblico: escursioni di km in salita su strade provinciali. Ringraziate la Regione.

E se il ritorno delle 15 dovesse saltare? L’ultima àncora di salvezza è scendere a piedi fino alla diga (altri 3,5 km ma in discesa, woo-hoo!) e aspettare le corse successive della Rieti – Carsoli (partono dopo le 17).

Capolinea e/o fermate principali

La fermata/capolinea di Stipes è qui (vecchia palina Acotral di capolinea):

La fermata della diga è qui:

C’è addirittura un marciapiede, se salite a piedi usatelo: camminate da quel lato.

Nel caso remoto dovessero servire ci sono anche fermate intermedie:

Per strada, una curiosa indicazione per gli autisti:

Cenciara (Concerviano) (RI)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Prerequisiti: Rieti
  • Linea di riferimento: Rieti – Longone Sabino
  • Frequenza: rara
  • Distanza approssimativa da Roma: 100 km (si conta il totale in tratte chilometriche dei bus da prendere, la distanza in linea d’aria può essere inferiore)

Come arrivare a Cenciara da Roma e come tornare

Cenciara, come Roccaranieri e altre frazioni del circondario è servita dalla linea bus Cotral Rieti – Longone Sabino che come descritto nel relativo articolo ha uno strabiliante numero di corse giornaliere pari a 2 complete più 1 limitata a Roccaranieri delle quali la prima è svolta in orario impossibile da prendere per chi parte da Roma.

Per Longone quindi è inutilizzabile ma si può in qualche modo sfruttare per le frazioni situate prima di Roccaranieri e tra queste troviamo Cenciara.

Il piano risultante è comunque sbilanciato e scapicollato, basandosi per il ritorno sull’ultima corsa della giornata; per giunta dati gli orari di fatto è praticabile solo d’estate con molte ore di luce. Pur con tutti questi limiti un mezzo di andata e di ritorno ci sono entrambi quindi si può fare.

Nel dettaglio i tempi sono questi: si parte da Rieti alle 14:10, si scende a Cenciara alle 14:43. Il ritorno parte da Rieti alle 17:55, passa per Cenciara alle 18:33 (è questo il momento di salire per il ritorno), prosegue fino a Roccaranieri e da lì riparte per Rieti senza ripassare per Cenciara. Ci sono dunque più di tre ore e mezza a disposizione.

Cenciara dal bivio dista circa 3,5 km (di strada provinciale stretta e accidentata). Se tre ore e mezza a Cenciara sono troppe si potrebbe tornare indietro a piedi al bivio e poi alla vicina frazione di Fassinoro e visitare anche quella: il ritorno che prendereste da Cenciara passa prima anche a Fassinoro, è di strada obbligata.

Capolinea e/o fermate principali

I bus si spinge fin qui:

Rispetto all’immagine oggi sullo spiazzo a destra c’è una pensilina come segnaposto di fermata, comunque non c’è un vero punto fisso: si usa lo spazio che c’è, compreso quello opposto non inquadrato (girate la telecamera), per fare manovra e rigirare la vettura, effettuando nel contempo la fermata se richiesta.