Archivi categoria: 70 km

Corchiano (VT)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: SI
  • Servito da: bus CO.TRA.L., ferrovia Roma – Civita Castellana – Viterbo (ATAC)
  • Gestore servizio trasporto pubblico urbano: Vitertur s.r.l.
  • Cambi (quanti mezzi prendere, minimo): 2
  • Prerequisiti: Civita Castellana, Soriano nel Cimino, Vignanello
  • Linee di riferimento:
    • (COTRAL): Civita Castellana – Fabrica di Roma – Corchiano – Vallerano – Vignanello – Soriano nel Cimino – Viterbo
    • (COTRAL): Civita CastellanaCorchiano – Fabrica di Roma – Carbognano – Viterbo
    • (COTRAL): (Civita Castellana -) CorchianoCorchiano stazione
    • (ATAC): Roma Flaminio – Roma Saxa Rubra – […] – Sacrofano bv – Riano bv – Castelnuovo di Porto bv – Morlupo bv – Rignano Flaminio – Sant’Oreste bv – Civita Castellana – Faleri – Fabrica di Roma – Corchiano – Vignanello – […] – Soriano nel Cimino – […] – Bagnaia – Viterbo
  • Distanza approssimativa da Roma: 70 km (considerando le tratte Cotral del viaggio più breve)
  • Capolinea di Roma di riferimento: Roma Saxa Rubra (Cotral), Roma Flaminio (Atac)

Come arrivare a Corchiano da Roma

Corchiano si trova grossomodo tra Civita Castellana e Fabrica di Roma ed è servita da linee bus Cotral che collegano Civita Castellana a Viterbo e viceversa, nonché dalla ferrovia concessa “Roma (Flaminio) – Civita Castellana – Viterbo” attualmente gestita dall’atac di Roma.

Detto così non sembra difficile, però andando nei dettagli si scopre tutta una serie di piccole complicazioni da gestire; cerchiamo qui di evidenziarle e smarcarle un po’ per volta.

Andando per ordine, il nostro primo obiettivo è raggiungere Corchiano da Roma, preferibilmente la mattina. Il piano di viaggio più immediato è il seguente: bus Cotral da Roma Saxa Rubra a Civita Castellana fino a capolinea, in tempo per cambiare con altro bus Cotral da Civita Castellana a Viterbo, con transito per Corchiano. Attualmente questa seconda corsa parte da Civita Castellana alle 10:45.

Se non vogliamo cambiare al capolinea ma dentro Civita Castellana cominciano le prime complicazioni: proveniendo da Roma vi conviene scendere alla fermata davanti la stazione ferroviaria atac, dopodiché dovete fare un pezzo a piedi fino alla fermata di Via Giuseppe Mazzini. Per dettagli sul posizionamento di queste fermate in Civita Castellana, se non le conoscete già, potete consultare il relativo articolo sempre su questo sito.

Un’altra complicazione: questa corsa passa prima per Fabrica di Roma e poi per Corchiano, nonostante in linea d’aria venga prima Corchiano e poi Fabrica di Roma. Quest’ordine controintuitivo diventa più naturale guardando la cartina. Tra l’altro è lo stesso ordine seguito dal tracciato della ferrovia. Non sarebbe tanto complicato se fosse sempre così, invece alcune altre corse Cotral tra Civita Castellana e Corchiano – specie le scolastiche – fanno una strada più diretta senza passare per Fabrica di Roma, o magari passano prima per Corchiano e poi per Fabrica. Queste differenze di percorso sono comunque tutte indicate negli orari ufficiali pdf sul sito della Cotral.

OK quindi in questo modo, con due bus Cotral, arriviamo a Corchiano verso le 11:15. C’è modo di arrivare prima? La risposta è “sì” ma il tragitto da fare cambia completamente. Abbiamo detto prima che Corchiano è servita da linee Cotral che collegano Civita Castellana e Viterbo. Per arrivare a Corchiano prima delle 11:15 occorre fare il giro al contrario e cioè sfruttare una delle corse Cotral da Viterbo a Civita Castellana, in particolare quella in partenza alle 9.

Avendo già imparato quant’è pesante arrivare entro le 9 a Viterbo da Roma, cerchiamo senz’altro un modo più furbo e lo troviamo. Questa corsa delle 9 passa (verificate gli orari aggiornati) alle 9:30 a Soriano e alle 9:50 a Vignanello. Da precedenti viaggi sappiamo che prendendo uno dei regionali veloci da Roma (Termini o Tiburtina) si può arrivare a Orte in tempo per prendere corse Cotral che ci portano appunto o a Vignanello o a Soriano anche prima di questi passaggi. Quello di Soriano sembra non esserci, invece c’è, con cambio a Vasanello.

Tirando le fila, per arrivare a Corchiano da Roma prima delle 11:15 – beh si guadagna un’ora ma non di più – occorre prendere:

  • treno regionale veloce da Roma Termini o Tiburtina, in questo caso per Firenze (attualmente 7:37 da Roma Tiburtina), scendere ad Orte
  • da Orte prendere bus Cotral per, in alternativa:
    • Viterbo via Vignanello:
      • scendere a Vignanello, attendere e prendere successiva corsa per Civita Castellana (slargo di circa un’ora, verificate gli orari aggiornati) via Corchiano proveniente da Viterbo
    • Soriano via Vasanello:
      • ho fatto la prova un Sabato, la corsa delle 8:40 per Vasanello si può usare per andare a Soriano con coincidenza a Vasanello. Alle 9:00 il bus raggiunge Vasanello e si ferma, dopo pochi minuti ne arriva un altro da Soriano per Orte e si ferma pure lui. Il primo ritorna ad Orte dopo aver caricato chi da Vasanello prosegue per Orte, il secondo ritorna a Soriano dopo aver caricato chi da Vasanello prosegue per Soriano (noi in questo caso)
      • rispetto alla versione “via Vignanello” il cambio con la corsa per Corchiano – Civita Castellana da Viterbo è a Soriano, c’è un mezzo in più da prendere e lo slargo è molto più ristretto però potrebbe essere l’unica soluzione rimasta se il regionale veloce ha accumulato troppo ritardo. Quando ho provato io il treno aveva fatto ritardo nonostante fosse passato comunque in DD (linea direttissima), per una serie di semafori rossi tra Civita e Gallese, ciononostante il Cotral per Viterbo via Vignanello era ancora lì ad aspettare, ma io volevo comunque provare la coincidenza a Vasanello, e almeno per me ha funzionato, con più slargo del previsto perché il bus da Viterbo portava qualche minuto di ritardo.

E così siamo a Corchiano per le 10:10 anziché le 11:15.

NB il tutto nei soli giorni feriali, perché nei giorni festivi tutte queste linee Cotral che ho citato non sono attive. In caso di necessità nei festivi – verificate sempre gli orari aggiornati – ce n’è attiva un’altra, da Roma Saxa Rubra a Civita Castellana via Ronciglione – Carbognano – Fabrica – Corchiano anche se risulta con cambio a Ronciglione che però è fittizio, è sempre lo stesso bus; la stessa linea ha uno o due ritorni festivi di pomeriggio, consultate gli orari aggiornati.

Passiamo ora al treno, quello della ferrovia concessa “Roma – Civita Castellana – Viterbo” detta anche “Roma Nord”. Per chi non la conoscesse, attualmente è in gestione all’atac di Roma; i biglietti in uso sono dei titoli di viaggio dedicati a questa linea: non potete usare i normali biglietti urbani atac né funzionano i biglietti Cotral. Dovrete comprare gli appositi biglietti alle biglietterie atac delle varie stazioni, Roma Flaminio in primis. Le corse a disposizione non sono molte, dovrete studiare gli orari aggiornati; alcune corse potrebbero partire da Montebello, non da Flaminio, in tal caso dovrete prima prendere il trenino da Flaminio in versione urbana fino a Montebello e da lì cambiare con bus sostitutivo.

La domenica (nei festivi) invece questi inconvenienti non ci sono, i treni coprono il percorso completo, ad esempio c’è quello delle 9:30 da Roma Flaminio perfetto per partire in gita, e soprattutto ci sono dei ritorni sempre con treno nel pomeriggio.

In altre parole sarebbe una gran cosa se non fosse che la stazione sta praticamente in mezzo ai campi a 1,5 km dal paese e per com’è “aperta” la strada non è proprio raccomandabile coprire quel tratto a piedi in solitaria.

Ben diverso se quel giorno il treno festivo è sostituito da bus navetta, in quel caso la fermata è in comune con quella Cotral e quindi dentro il paese senza 1,5 km da fare a piedi.

Per ulteriori dettagli sull’ubicazione delle fermate etc. come di consueto rimando all’apposita sezione più avanti in questo articolo.

Come tornare a Roma da Corchiano

Come per l’andata ci sono molti modi a disposizione anche per il ritorno di cui la maggior parte con cambio: o a Civita Castellana, o a Soriano, o a Viterbo, e alcuni addirittura diretti fino a Roma Saxa Rubra (Cotral) o Roma Flaminio (se riuscite a raggiungere la stazione del treno). Come al solito la maggior parte delle possibilità si concentra in poche ore del pomeriggio quindi consultate gli orari ufficiali aggiornati e scegliete la soluzione che fa per voi.

A proposito di ritorno segnalo che nei giorni feriali c’è una corsa Cotral alle 14:20 da Corchiano a Corchiano stazione che è forse l’unico interscambio ferro-gomma disponibile a Corchiano eppure non risulta negli orari pdf ma solo da app e da tool Pianifica Viaggio. Ufficialmente proviene da Civita Castellana – Istituto Orioli ma quando l’ho vista io è arrivata vuota e tabellata  “CORCHIANO – Stazione – CORCHIANO”. Aveva 10 minuti di ritardo però è arrivata in stazione in tempo, pochi minuti prima dell’arrivo del treno in direzione Roma (14:38). Da quanto ho visto una volta arrivato in stazione il bus non riparte subito ma aspetta eventuali passeggeri (studenti, a quell’ora) scesi dal treno e diretti a Corchiano. In altre parole questa mini-corsa Cotral è un utilissimo collegamento urbano tra la stazione e il paese, in coincidenza col treno. Io l’ho usata al ritorno per tornare a Roma col treno; se non fosse passata avrei preso una delle corse successive per Fabrica o Civita Castellana e da lì avrei cambiato col treno (Fabrica) o treno o altro bus Cotral (Civita) per Roma.

Capolinea e/o fermate principali

La fermata principale Cotral coincide con quella delle corse bus sostitutive/integrative dell’atac ed è qui, sdoppiata ai due lati di questa strada:

Per comodità riferiamoci ai due lati della strada come lato Est, a destra nell’inquadratura, e lato Ovest, quello opposto. Sul lato “est” il traffico scorre da sud a nord, sul lato “ovest” viceversa. Come segnaposto di fermata ci sono attualmente sul lato Est: una pensilina no-logo, la piazzola BUS, nessuna palina Cotral, la palina Vitertur del servizio urbano, la palina temporanea atac del servizio sostitutivo/integrativo del treno; lato Ovest c’è solo la palina temporanea atac.

Diamo un nome a “questa strada”: è “via Civita Castellana”. Tra parentesi, sempre rispetto all’inquadratura, per andare al borgo dovete andare a destra (Via Roma) mentre a sinistra prosegue la provinciale fino a un bivio che da una parte porta a Vignanello, dall’altra proseguendo si arriva a un altro bivio che porta da una parte alla stazione, dall’altra alla chiesa S. Maria del Soccorso per ricongiungersi poi alla provinciale per Fabrica.

Sull’app Cotral la fermata “via Civita Castellana” cercando “Corchiano” compare due volte! La prima, aprendo il dettaglio, è “Corchiano , v Civita Castellana”, la seconda è “CORCHIANO (via Civita Castellana). Entrambe hanno le destinazioni divise in due gruppi ma il contenuto è leggermente diverso e ci sono in entrambi i casi destinazioni riportate in entrambi i gruppi. In breve, la confusione più totale.

Cercando di rimanere freddi, cinici e lucidi troviamo la soluzione al rompicapo. Ci facciamo aiutare dall’app stessa cliccando su ciascuna iconcina di segnaposto a sinistra di ciascuna fermata: così facendo si apre una mappa che ci mostra dov’è posizionata la fermata e scopriamo che la prima delle due NON è la nostra fermata ma un’altra fuori paese sulla provinciale per Civita Castellana – sarebbe stato meglio indicarla con SP29 o qualcosa di simile! – mentre la seconda è proprio la nostra di “via Civita Castellana”. A ulteriore conferma notiamo poi che le corse del primo gruppo della prima fermata corrisponde grossomodo al secondo gruppo della seconda con un orario di passaggio di 3 minuti successivo. (Nota: da quando ho scritto questo paragrafo, ancora in bozza, ad oggi (pochi giorni dopo) che ho finito l’articolo, ho notato che nell’app hanno invertito l’ordine di comparsa delle due fermate: ora la vera fermata principale è al primo posto tra i risultati cercando “corchiano”).

Risolto il primo enigma affrontiamo il secodo, altrettanto tosto di capire e cioè: dei due gruppi di destinazioni della seconda fermata, quali sono della fermata lato Est e quali della fermata lato Ovest?

Più che le destinazioni in comune ci aiutano le destinazioni che compaiono solo in uno dei due gruppi, per esempio Viterbo o Corchiano stessa, meglio ancora ci aiuta il percorso disegnato dal tool “pianifica viaggio”. In pratica il “secondo gruppo”, quello che tra le destinazioni contiene Corchiano stessa, è quello del lato Est mentre il primo gruppo è del lato Ovest.

Detto questo, attenzione alle eccezioni: di norma le corse passano per uno solo dei due lati alla volta ma ce ne sono alcune che passano per entrambi i lati! Queste provengono da sud, risalgono il lato est, girano, ridiscendono per il lato ovest – in breve, transito a cappio. Esempi: corsa delle 13:18 per Civita Castellana che proviene da Fabrica, oppure la corsa di ritorno festiva da Civita Castellana per Ronciglione – Roma SR.

OK dopo tutta questa pappardella sulle fermate bus (tutto per descrivere una sola fermata!) andiamo a vedere la stazione ferroviaria:

Immagino le vostre facce perplesse, se non siete abituati: si, questa è una stazione, e nonostante le apparenze è ancora aperta al servizio. Beh, il fabbricato è chiuso e sprangato, la stazione è impresenziata, ovviamente non c’è nessuna biglietteria PERO’ sono affissi gli orari aggiornati e c’è un’eroica, solitaria macchinetta per timbrare il biglietto.

Per accedere ai binari, dall’inquadratura l’ingresso è a destra, c’è un passaggio per arrivare in banchina costeggiando il fabbricato senza dover passare per alcun cancello né scavalcare alcun recinto.

L’unica corsa Cotral che si spinge fin qui si ferma nel piazzale sterrato, come può, dove può. Naturalmente non c’è alcuna palina! La cosa impressionante è che riescono a portarci tranquillamente vetture normali da 12 m per quella stradina strettissima.

La stazione, da orario attuale, è una fermata a richiesta: se nessuno deve scendere e non c’è nessuno che dalla banchina fa cenno, il treno non si ferma. Quindi se pensate di prendere il treno all’andata, come se vi trovaste sul bus ricordatevi di prenotare la fermata, trovate per tempo il pulsante apposito. Se prendete il treno di ritorno, dalla banchina fate cenno.

Per chiudere, occhio che nel territorio di Corchiano si trova anche un’altra stazione ferroviaria, ancor più lontano dal centro abitato, ma quest’altra stazione è abbandonata sul serio: appartiene a quella che fu la linea Civitavecchia – Capranica – Orte, soppressa ormai più di vent’anni fa.

Collevecchio (RI)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Linee di riferimento:
    • Gavignano Sabino FS – Forano – Stimigliano – Baracche di San Polo – Collevecchio – Tarano – Montebuono
    • Collevecchio FSCollevecchioBaracche di Tarano
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Frequenza: discreta
  • Distanza approssimativa da Roma: 70 km
  • Gestore servizio trasporto pubblico urbano: N/A
  • Prerequisito: Gavignano Sabino scalo

Come arrivare a Collevecchio da Roma

Collevecchio ha una sua propria stazione lungo la linea ferroviaria Orte – Fiumicino (FL1). Se tutto fosse semplice come dovrebbe uno potrebbe partire da Roma Tiburtina col treno, scendere alla stazione di Collevecchio e coprire il pezzo restante con bus navetta, a qualunque ora della giornata.

La realtà naturalmente non è così semplice e comoda. Anche se il modello generale di viaggio rimane treno+bus ci sono una serie di storture da gestire che ora andremo a descrivere.

Intanto gli orari disponibili delle coincidenze treno-bus si concentrano nel pomeriggio ma considerando anche quelle del ritorno la visita “solo pomeridiana” si può pensare di farla solo d’estate e con il rischio di tornare tardi a casa.

La prima e unica corsa bus utile per arrivare a Collevecchio la mattina, per un esterno, è quella delle 8:50 dalla stazione non di Collevecchio bensì dalla stazione precedente: Gavignano Sabino.

Se per caso è sospesa, vi conviene tornare a Roma e riprovare o un altro giorno o il pomeriggio ma da Collevecchio, visto che da Gavignano Sabino non ci sono altre corse e quelle successive che partono da Collevecchio iniziano dopo le 14.

Come tornare a Roma da Collevecchio

Il ritorno è più lineare perché più vicino alla situazione semplice e ideale di prendere un bus per arrivare alla stazione del paese stesso per poi prendere il treno di ritorno a casa.

Due accorgimenti:

  • occhio al buco tra le 15:35 e le 17:35. Sarebbe stato bello avere una corsa all’ora ma niente, ci doveva essere un buco nei passaggi. Sembra poi che il bus nel frattempo resti in sosta quasi un’ora a Baracche di Tarano.
  • occhio alla stazione ferroviaria di Collevecchio perché non ci sono biglietterie né, a memoria, bar: ci sono solo due banchine di cemento armato, un sovrappasso, macchinette per timbrare, e una vista sul fiume Tevere e il Monte Soratte. Oggi come oggi quindi si è costretti a comprare il biglietto di ritorno in anticipo in altra stazione, mentre quando ci sono stato io si potevano ancora usare i compianti biglietti chilometrici che proprio in situazioni come queste (stazioni senza punti vendita) dimostravano tutta la loro praticità; ed erano pure in carta normale, senza sostanze tossiche tipo bisfenolo-A (carta termica). Quel giorno sfruttai l’ultimo biglietto chilometrico da 60 km che mi era rimasto, sarebbero andati fuori corso di lì a uno-due mesi.

A proposito della linea Cotral Collevecchio stazione – Collevecchio, notate che Collevecchio non è capolinea ma solo località di passaggio: il capolinea è più in là, a “Baracche di Tarano”. A questo punto non capisco perché dopo aver fatto 30 non hanno fatto 31 portando tutte le corse (almeno una ci arriva già) fino a Tarano che dista solo un paio di km… forse in considerazione del tempo giro per far rientrare il tutto a/r entro un’ora di tempo?

Capolinea e/o fermate principali

La fermata più centrale è indicata negli orari come “via S. Valentino / v.le Roma” negli orari ufficiali pdf:

L’inquadratura, in discesa, è in direzione della stazione ferroviaria; come segnaposto di fermata c’è una palina, su questo lato. Nel verso opposto la fermata è di fronte.

Google Maps non è entrata nel piazzalino della stazione. Ad ogni modo nel caso vi venga il dubbio: no, la stazione è troppo lontana dal paese per pensare di coprire la distanza a piedi.

Stimigliano (RI)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Linee di riferimento:
    • Gavignano Sabino scalo – Forano – Stimigliano – Baracche di San Polo – Collevecchio – Baracche di Tarano – Tarano – Montebuono
    • Rieti – Contigliano – Cottanello – Torri in Sabina – StimiglianoStimigliano scalo
    • Cottanello – Torri in Sabina – Stimigliano – Stimigliano scalo – Forano – Gavignano Sabino – Poggio Mirteto scalo
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Frequenza: discreta
  • Distanza approssimativa da Roma: 70 km
  • Gestore servizio trasporto pubblico urbano: N/A
  • Prerequisiti: Gavignano Sabino scalo

Come arrivare a Stimigliano da Roma

La mattina c’è solo una possibilità concreta, e solo in orario scolastico: corsa bus Cotral in partenza da Gavignano Sabino scalo (leggete il relativo articolo, ci si arriva con treno da Roma Tiburtina) alle 8:50, NB per verificare quest’orario di partenza aggiornato sul sito Cotral dovete scaricare l’orario del comune di Forano. E che c’entra? C’entra perché Gavignano Sabino è frazione del comune di Forano e anche la relativa stazione rientra nel territorio comunale. Nell’orario Cotral di Forano le partenze da Gavignano Sabino scalo sono elencate sotto la fermata “Staz.FS (Gavignano Sabino)“.

Notiamo le prime complicazioni: se anche Stimigliano ha una sua stazione ferroviaria (della stessa linea di Gavignano Sabino), perchè il bus per Stimigliano non parte dalla stazione di Stimigliano? Anzi, neanche ci passa. E poi questo bus che parte da Gavignano Sabino scalo passa per Stimigliano ma non per Gavignano Sabino, come mai? Beh probabilmente perché trattandosi di collegamenti extraurbani regionali, si cerca di servire il maggior numero di zone con le risorse (sempre limitate) a disposizione. Detto altrimenti, preferite così o non avere alcun bus? Già di mattina (non all’alba) questa linea ha solo una corsa, e in orario non scolastico è pure soppressa, meglio non lamentarsi. A proposito, avete un piano B se il giorno del vostro viaggio malauguratamente questa corsa è sospesa? Altri bus fin dopo mezzogiorno non ce ne sono, avete verificato se ci sono altri treni che vi portano altrove?

Tornando a Stimigliano, dopo questa prima soluzione di mattina, con arrivo verso le 9, la prossima disponibile in ordine temporale di arrivo prevede un viaggio completamente diverso: corsa Cotral da Rieti (!) delle 11:00 diretta a Stimigliano scalo, con transito anche a Stimigliano paese, arrivo previsto verso le 12:30.

Da mezzogiorno in poi paradossalmente aumentano le corse a disposizione, con partenze o da Gavignano Sabino scalo, o da Stimigliano scalo – verificate gli orari aggiornati. Come per la prima soluzione l’idea è arrivare in stazione in treno da Roma Tiburtina e cambiare con il bus.

Il paradosso della concentrazione di corse, come al solito in casi simili, è percepito solo dal turista perché in realtà il servizio è pensato per utenza locale pendolare o scolastica: le corse disponibili si concentrano la mattina presto dai paesi alla ferrovia e nel pomeriggio dalla ferrovia ai paesi perché quelli sono i momenti di maggiore afflusso/deflusso.

Se partite / tornate da Stimigliano scalo occhio che le due fermate riportate negli orari Cotral “Staz.FS (Stimigliano Scalo)” e “p.le della Stazione (Stimigliano Scalo)” NON sono la stessa cosa: dettagli nella sezione “Capolinea e fermate” più avanti.

Come tornare a Roma da Stimigliano

Il ritorno è meno complicato dell’andata, supponendo di tornare di pomeriggio o di sera occorre prendere una delle corse Cotral disponibili dirette a una delle vicine stazioni ferroviarie: Stimigliano o Gavignano Sabino, o anche Poggio Mirteto scalo, e da lì treno regionale per Roma. Al momento non ci sono corse per Rieti: quella corsa dell’andata è in realtà già il ritorno di una corsa del mattino presto da questa zona, benché non proprio da Stimigliano, a Rieti.

Segnalo che il percorso da Stimigliano paese a Stimigliano scalo disegnato dal tool ufficiale “percorso e tariffe” sul sito Cotral è sbagliato:

stimigliano-percorso-errato

Secondo il tool, dalla piazza i bus scendono attraverso un passaggio segreto sotto il ponte levatoio per una strada che non esiste, sbucando in Via Giardino, che percorrono fino a Via della Stazione etc. Nella realtà invece ripercorrono tutta Via Cavour, da dov’erano venuti, fino al bivio di Via Nocchieto e poi scendono alla stazione da qui.

Capolinea e/o fermate principali

Nell’orario Cotral di Stimigliano sono elencate tre fermate. Quella del centro storico è “via Cavour” ma in realtà è proprio nella piazza davanti all’ingresso del borgo (Piazza Vittorio Emanuele):

Non ci sono segnaposti di fermata ma fate conto che sia di fronte alla torre con orologio e ponte levatoio.

Se il tool “calcola percorso” del sito Cotral

A Stimigliano scalo invece sono riportate due fermate, come anticipato prima: “Staz.FS (Stimigliano Scalo)” e “p.le della Stazione (Stimigliano Scalo)”.

“p.le della Stazione (Stimigliano Scalo)” è per le corse che partono / arrivano letteralmente nel piazzale antistante la stazione:

“Staz.FS (Stimigliano Scalo)” invece si riferisce alla fermata sulla strada che costeggia la stazione, all’incrocio della stradina che porta al piazzale. Proveniendo da Stimigliano paese è qui all’angolo a destra:

L’orario differenzia tra queste fermate perché di tutte le corse in transito per Stimigliano scalo solo una parte entra nel piazzale della stazione, grossomodo solo quelle che vi fanno capolinea.

Ultima nota sulla stazione: non dispone di biglietterie automatiche, solo sala d’attesa. Il biglietto potete farlo al bar ma, almeno l’estate scorsa, solo a quello sulla strada cioè quello della fermata Cotral “Staz.FS (Stimigliano Scalo)”: stranamente non anche al bar adiacente la stazione.

Acuto (FR)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 1
  • Prerequisiti: nessuno, ma consigliata dimestichezza con Fiuggi
  • Linea di riferimento:
    • Roma Anagnina – Grotte Celoni (MC) – Pantano (MC) – San Cesareo – Zagarolo bv – Palestrina bv – Cave – Genazzano bv – La Forma – Piglio bv – AcutoFiuggi Fonte
    • Genazzano – La Forma – Piglio bv – AcutoFiuggi Fonte
  • Frequenza: discreta
  • Distanza approssimativa da Roma: 70 km
  • Capolinea di Roma di riferimento: Roma Anagnina

Come arrivare ad Acuto da Roma

Acuto è servita dalla linea Cotral Roma Anagnina – Fiuggi via SS 155 e da una sua versione “limitata” Genazzano – Fiuggi; da Roma ci si può arrivare senza cambi partendo dal capolinea di Roma Anagnina oppure dalle fermate in corrispondenza di alcune stazioni della Metro C come Grotte Celoni o Pantano Borghese.

Consultate gli orari aggiornati per verificare se questa soluzione si adatta alle vostre tempistiche di viaggio: attualmente senza cambi si arriva verso le 11:15. Se avete bisogno di arrivare prima potreste dover optare per una soluzione in più passaggi, ad esempio: treno fino a stazione Anagni-Fiuggi, bus Cotral dalla stazione a Fiuggi Fonte, altro bus Cotral da Fiuggi ad Acuto. Di nuovo, verificate gli orari aggiornati.

Nota: fino alla riforma orari Cotral di gennaio 2016 la linea Roma Anagnina – Fiuggi era esercitata anche nei giorni festivi e pertanto Acuto era visitabile anche nei giorni festivi; ora non più, proprio perché nei giorni festivi questa linea è stata soppressa. In tali giorni Fiuggi rimane collegata a Roma solo con la linea per Roma Termini e con la stazione ferroviaria, quindi se avete esigenze specifiche di andare ad Acuto un giorno festivo realisticamente dovrete prima arrivare a Fiuggi e poi coprire con un taxi il pezzo mancante (circa 10 km).

Come tornare a Roma da Acuto

Come per l’andata, e sempre nei soli giorni feriali, sono disponibili corse bus Cotral dirette per Roma della stessa linea, provenienti da Fiuggi.

In alternativa, verificate con gli orari aggiornati, è possibile proseguire con la Cotral verso Fiuggi, da lì scendere alla stazione sempre con altro bus Cotral, e infine tornare a Roma in treno.

Capolinea e/o fermate principali

Le fermate d’interesse sono due. Proveniendo da Roma la prima che si incontra è all'”ex stazione”:

L’inquadratura è in direzione Fiuggi. La pensilina è presente solo in direzione Roma; in direzione Fiuggi ferma giusto di fronte. Non ci sono paline che indicano la compagnia ma questa è una fermata Cotral. Quando ci sono passato io c’erano addirittura affissi gli orari di passaggio, opera senz’altro di un’anima pia visto che nella rete Cotral trovare orari o informazioni alle fermate è di norma impossibile.

OK da qui per entrare nel centro storico dove si va? Il paese è alle vostre spalle! Prendete la strada che costeggia il fabbricato dell’ex stazione (ma stazione di cosa? di questa linea, che (purtroppo) non esiste più da decenni) a destra:

e seguitene la salita. Giunti quassù:

girate a destra e poi salite le scale a sinistra ed eccovi sul corso.

Questa era diciamo l’entrata secondaria / scorciatoia. Si può evitare questa ripida salita scendendo alla seconda (e ultima) fermata proveniendo da Roma, che è qui:

Qui dove? La fermata è indicata dalla tettoia sul lato destro, in direzione Roma;

come di consueto in direzione opposta la fermata è di fronte. Anche qui mancano paline, ma ci ho trovato di nuovo affissi gli orari di passaggio, opera senz’altro della stessa anima pia di prima.

Da qui per salire in centro vi basta seguire il Viale Roma, sempre in salita ma molto meno ripida della strada di prima.

Se scegliete questa fermata come ritorno, se volete potete naturalmente attendere seduti il vostro bus ma alzatevi qualche minuto prima o rischiate di non fare in tempo a farvi vedere e quindi di perderlo.

Torri in Sabina (RI)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI (solo di pomeriggio)
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Linea di riferimento:
    • Gavignano Sabino scalo – Gavignano Sabino – Selci – Torri in Sabina
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Frequenza: buona
  • Distanza approssimativa da Roma: 70 km
  • Gestore servizio trasporto pubblico urbano: N/A
  • Prerequisito: Gavignano Sabino scalo

Come arrivare a Torri in Sabina da Roma

Come descritto più in dettaglio nell’articolo su Gavignano Sabino scalo occorre prima arrivare in tale stazione con treno da Roma (Tiburtina) (c’è un treno all’ora, sono diretti a Orte), successivamente cambiare con bus Cotral in coincidenza con l’arrivo dei treni da Roma.

NB le coincidenze sopra menzionate funzionano solo di pomeriggio – ciò implica quindi quasi solo visite d’estate – a meno di non teletrasportarsi in Sabina alle 6 di mattina: la prima coincidenza bus disponibile è con il treno delle 13:46 da Roma Tiburtina, bus delle 14:45 da Gavignano Sabino scalo.

NB 2) c’è un’altra possibilità di andata (non di ritorno) e cioè partire da Poggio Mirteto città (non stazione!) ma anche in questo caso si parte e si arriva di pomeriggio – si arriva al massimo mezz’oretta prima della prima coincidenza treno-bus disponibile. A meno di non trovarvi già a Poggio per altri motivi, magari perché di mattina avete visitato un altro comune nei dintorni, non è la soluzione consigliata.

NB 3) c’è una terza possibilità e cioè partire da Rieti: la corsa per Stimigliano scalo delle 11 / 11:30 (non ricordo, consultate gli orari ufficiali) passa anche per Torri in Sabina. Non si arriva comunque prima di mezzogiorno ma si guadagna qualche ora.

Come tornare a Roma da Torri in Sabina

Bisogna dapprima tornare a Gavignano Sabino scalo con uno dei ritorni della linea bus Cotral di andata, poi da Gavignano Sabino scalo c’è un treno ogni ora per tornare a Roma. I bus di ritorno partono sempre da Torri ma da una fermata / capolinea posta un po’ più in là; vedere oltre per dettagli.

Capolinea e/o fermate principali

La fermata riportata negli orari, dal nome criptico e quasi inquietante “SP52” (benché formalmente corretto: quello è semplicemente il numero della strada provinciale) si riferisce a questo incrocio/rotatoria:

L’inquadratura è in direzione Gavignano Sabino scalo cioè ritorno. Se aguzzate la vista / ingrandite l’immagine, sulla destra davanti all’ufficio delle Poste noterete una palina come segnaposto di fermata. Dal lato opposto noterete, sulla strada per l’ingresso al paese, una pensilina. Salutate la pensilina perché oggi (agosto 2016) non esiste più: come unico segnaposto è rimasta la palina davanti alle poste. In effetti la pensilina era messa in modo fuorviante, i bus non entrano mai in quella strada: proveniendo da Gavignano Sabino scalo / Selci i bus fermano un po’ a caso su quel lato della rotatoria, chi davanti al fioraio chi davanti alle poste, ma non si addentrano nella strada. Non ha molta importanza il punto preciso di fermata in quella direzione perché in ogni caso è l’ultima fermata: in genere si sale solo al ritorno, quindi dove c’è la palina delle poste, da quel lato lì non da questo.

Ma cosa c’è oggi al posto della pensilina? Niente di particolare, solo spazio per parcheggiare un’auto in più. D’altra parte è del tutto normale che nonostante ciò le auto parcheggino anche in corrispondenza della palina di fermata bus.

Ultimo dettaglio: io mi aspettavo che i bus facessero inversione di marcia sfruttando la rotatoria invece no! Dopo l’ultima fermata i bus proseguono, ma non vi stanno abbandonando quindi non serve che gli correte dietro. Per invertire la marcia i bus salgono, dopo una ripida salita, via S. Egidio, fin qui, che è il vero capolinea:

Nell’immagine di Google (2011) non si vede ma oggi (2016) qui c’è una pensilina ad indicare il capolinea. La sosta è breve: un paio di minuti per tirare il fiato, bere un sorso d’acqua, scrivere il verbalino delle corse e poi via si riparte. I bus proseguono ancora poi imboccano una discesa a destra, poi ancora a destra ritornano sulla provinciale e in breve siamo di nuovo alla rotatoria pronti al ritorno per la stazione.

Carsoli (AQ)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Utilizzabile nei giorni feriali: SI
  • Utilizzabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L. e treno regionale Trenitalia
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 1
  • Prerequisito: nessuno
  • Frequenza: buona
  • Linee di riferimento:
    • (COTRAL) Roma Ponte Mammolo – A24 Ponte Lucano – Tivoli – Vicovaro – Arsoli – Carsoli
    • (TRENITALIA) Roma Tiburtina – […] – Tivoli – […] – Valle dell’Aniene – Roviano – Arsoli – Carsoli (- […] Avezzano – […] Pescara )
  • Distanza approssimativa da Roma: 70 km
  • Capolinea di Roma di riferimento: Roma Ponte Mammolo (bus), Roma Tiburtina / Roma Termini (treno)

Carsoli

Questo blog parla di come raggiungere con il trasporto pubblico i comuni del Lazio, dunque perché inserisco anche un articolo su Carsoli, che è in Abruzzo?

Perché Carsoli è prerequisito per visitare le seguenti località del Lazio, visto che le rispettive linee Cotral che le servono partono proprio da Carsoli:

  • Vivaro Romano (RM) – Vallinfreda (RM) – Riofreddo (RM)
  • Collalto Sabino (RI) – Nespolo (RI) – Collegiove (RI)
  • Camerata Nuova (RM)
  • Turania (RI) – Paganico Sabino (RI) – Ascrea (RI) ( – Colle di Tora (RI) – Castel di Tora (RI) – Rocca Sinibalda (RI))

Come arrivare a Carsoli da Roma

Carsòli, provincia de L’Aquila in Abruzzo, è collegata a Roma sia da una linea bus Cotral con partenza da Roma Ponte Mammolo, più altre corse “limitate” tra Carsoli e Tivoli, sia dalla linea ferroviaria Roma Tiburtina – Avezzano – Pescara che nel primo tratto Roma – Tivoli è detta “FL2”. In alcuni orari (verificate) esistono anche dei treni in partenza da Roma Termini, diretti tipicamente ad Avezzano. Curiosamente il biglietto del treno da Roma Termini costa 60 centesimi di meno (4,20) che da Roma Tiburtina (4,80)!

Il tempo di viaggio con il treno in questo caso non è molto competitivo con l’autobus per via del tracciato della linea ferroviaria: tortuoso e in quota, nonché spettacolare in alcuni passaggi, ma che non consente velocità elevate.

Come tornare a Roma da Carsoli

Come per l’andata:

  • con il treno, fino a Roma Tiburtina o Roma Termini, oppure:
  • con pullman Cotral, fino a Roma Ponte Mammolo, via Tivoli

Capolinea e/o fermate principali

Il capolinea Cotral è a “Via Roma”, qui:

La stazione ferroviaria è poche decine di metri più avanti:

Alcuni appunti sulla stazione ferroviaria:

  • si entra dal passaggio sul lato sinistro, senza entrare nel fabbricato di stazione
  • da fuori non si direbbe mai (per il punto precedente), eppure questa stazione dispone di sala d’attesa fornita di macchinette automatiche per i biglietti. Per accedervi, arrivati in banchina del binario 1 dal passaggio d’ingresso andate a destra, superate la cabina del capostazione ed ecco una porta: dietro questa porta c’è la sala d’attesa con le macchinette
  • tra binario 1 (dir. Avezzano) e binario 2 (dir. Roma) non ci sono sovrappassi né sottopassi, solo pedancine a raso. Questo significa che se il vostro treno ferma al binario 2 e non avete attraversato PRIMA che il treno arrivi in stazione, non ci potrete più salire ormai, perché troverete il treno stesso a bloccarvi il passaggio per attraversare il binario. No, il treno non apre le porte da entrambi i lati.

Un altra fermata bus è qui, ma a seconda della corsa e della direzione il bus si ferma qui a destra:

oppure di fronte; rispetto all’immagine Google oggi la fermata è chiaramente indicata da piazzola BUS a terra. Questa fermata è valida anche per l’ARPA, per chi è interessato (es. linea per Oricola e Pereto)

Gavignano (RM)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Prerequisito: Colleferro FS
  • Linee di riferimento:
    • Colleferro FSGavignanoColleferro FS
    • Colleferro FSGavignano Gorga
  • Frequenza complessiva: buona/discreta
  • Distanza approssimativa da Roma: 70 km (si conta il totale in tratte chilometriche dei bus da prendere, la distanza in linea d’aria può essere inferiore)
  • Capolinea di Roma di riferimento: Roma Termini

Come arrivare a Gavignano da Roma

Occorre prima arrivare a Colleferro scalo, dove partono linee Cotral dirette, a seconda degli orari, a Gavignano, o a Gorga passando per Gavignano. Attenzione che non tutte le corse per Gorga transitano anche per Gavignano: verificate sempre sugli orari ufficiali.

A Colleferro scalo ci si può arrivare o con pullman Cotral da Roma Anagnina, o più velocemente col treno regionale, linea FL6 da Roma Termini per Frosinone/Cassino.

La corsa delle 10:50 da Colleferro scalo arriva e sta ferma al capolinea da ben prima della partenza (in genere i bus si presentano in banchina solo poco prima della partenza), forse per compensare la mancata sincronizzazione con i treni da Roma e non far aspettare troppo la gente in piedi.

Come tornare a Roma da Gavignano

Con il pullman Cotral si torna prima a Colleferro scalo, poi da lì treno regionale per Roma Termini o altro pullman Cotral per Roma Anagnina.

Capolinea e/o fermate principali

Nel caso della linea “corta” Colleferro FS – Gavignano – Colleferro FS il percorso è letteralmente circolare e il transito attraverso Gavignano avviene in una sola direzione. In altre parole se tornate a Colleferro con una corsa di questa linea dovrete aspettare alla fermata esattamente dove eravate scesi all’andata, non sul lato opposto della strada, proprio perché il percorso è circolare: in andata attraversa Gavignano, in alto, al ritorno torna verso Colleferro proseguendo e scendendo a valle per imboccare la Carpinetana SR 609.

Le corse provenienti da Gorga invece transitano attraverso Gavignano da sud a nord, queste sì fanno fermata sul lato opposto rispetto all’andata.
Errata corrige: anche le corse provenienti da Gorga attraversano la strada principale di Gavignano da nord a sud e per farlo, proveniendo da “Via delle Grazie”, prendono via Aldo Moro che fa il giro nel verso opposto e si immettono così in via Roma come se provenissero da Colleferro.

La prima fermata che si incontra proveniendo da Colleferro è questa, davanti alle scuole:

Il segnaposto è una pensilina posta solo lato Colleferro (da Gorga) ma il bus ferma anche di fronte solo sul lato opposto, che vale sia all’andata che al ritorno: per quanto detto prima il transito è circolare, a cappio.

La prossima è la fermata più centrale, anche in questo caso il segnaposto è una pensilina, stavolta in direzione “andata”:

C’è un’altra fermata più avanti, con segnaposto una palina, sempre in direzione “andata”:

Non l’ho verificato ma nel caso di strada interrotta per processione, sagra etc. probabilmente i bus limitano alla rotatoria prima delle scuole. In questo caso ovviamente l’unica fermata di riferimento è la prima che ho mostrato, anzi probabilmente è spostata ancora prima.

Quando ci sono stato ho fatto giusto in tempo a tornare prima che scattassero le limitazioni al traffico. L’evento era il carnevale e le limitazioni al traffico erano indicate sul posto con dei foglietti per le strade. Al capolinea di Colleferro scalo invece non c’era nessun avviso.