Archivi categoria: mezzi 3 (cambi 2)

Serrone (FR)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Gestore servizio trasporto pubblico urbano: N/A
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 3
  • Prerequisiti: Anagni, Fiuggi, Paliano, Piglio, Roiate
  • Linee di riferimento Cotral:
    • Anagni – Paliano – Serrone
    • Fiuggi stazione – Acuto – Serrone
    • SerronePiglio
    • SerroneRoiate
  • Frequenza: discreta
  • Distanza approssimativa da Roma: 90 km

Mission: Serrone

Serrone è un vero osso duro per il viaggiatore che si vuole avventurare affidandosi solo ai mezzi pubblici:

  • le andate a disposizione sono poche (2), complicate e completamente diverse
  • i ritorni sono altrettanto pochi, complicati e anche questi completamente diversi tra loro
  • la complessità e diversità di andate e ritorni sono la causa dell’inserimento di così tanti altri comuni tra i prerequisiti: 5, un record probabilmente ineguagliabile
  • qualunque sia la soluzione scelta serve prendere comunque un minimo di 3 mezzi all’andata e 3 al ritorno, con slarghi (tempi d’attesa tra un cambio e l’altro) significativi
  • come al solito dopo una certa ora nel primo pomeriggio c’è vuoto totale di servizio
  • in alcuni periodi con orario ridotto (non scolastico) le corse sono ancora di meno rendendo l’impresa da difficile a impossibile. Es. sul pdf dei giorni di Pasqua 2017 in pratica ci sono le andate ma non i ritorni. A meno di errori di pubblicazioni sono condizioni surreali, quasi oniriche ma in senso negativo: da incubo

Insomma sembra che tutti i fattori di difficoltà si siano dati appuntamento a Serrone per formare un mix snervante e micidiale: in tanti altri casi difficili in genere il fattore di vera difficoltà è uno solo ma qui ogni dettaglio sembra remare contro. Destinazione decisamente sconsigliata a chi non ha ancora considerevole dimestichezza con la rete laziale di trasporto pubblico.

NB a scanso di equivoci la discussione qui riguarda come arrivare e tornare dal centro storico di Serrone: non parliamo della frazione “La Forma” che è molto più facilmente raggiungibile trovandosi lungo la Prenestina – ci passano sia la linea Roma OC – Filettino che le linee Piglio – Colleferro, e Piglio – Genazzano. Lusso totale, al confronto.

Premesso questo, come di consueto andiamo per ordine: andata, ritorno, fermate.

Come arrivare a Serrone da Roma

Dicevamo in apertura che ci sono due possibilità, complicate e completamente diverse tra loro: vediamole.

Cominciamo dalla più comoda che è la seguente: arrivare a prendere la corsa per Serrone proveniente da Anagni e con transito in Paliano.

Punti d’attenzione:

  • verificate gli orari aggiornati, quando ci sono andato io la corsa da Anagni partiva alle 11:35 e passava a Paliano poco dopo mezzogiorno
  • come potete leggere nei relativi articoli, per arrivare sia ad Anagni che a Paliano occorrono già 2 mezzi
  • inoltre, sia che scegliamo di prendere la corsa per Serrone da Anagni che da Paliano c’è almeno un’ora di slargo tra l’arrivo ad Anagni o Paliano e il passaggio di questa corsa
  • se la volete prendere da Paliano, sappiate che il transito di questa corsa è tutto particolare: prima percorre il viale sopra i bastioni, poi quello sotto i bastioni ed effettua a richiesta tutte le fermate che incontra su entrambi i viali
  • si arriva a Serrone verso le 12:30, la corsa riparte poi fuori servizio

Se questa è la soluzione più comoda…

L’alternativa è una corsa da Fiuggi stazione con partenza alle 9:45 (verificate gli orari ufficiali aggiornati) che permette di arrivare due ore prima, ma naturalmente occorre uscire di casa altrettante ore prima. Questo menu prevede:

  • treno delle 7:42 da Roma Termini per Frosinone, scendere ad Anagni FS
  • dalla stazione di Anagni prendere il Cotral per Fiuggi delle 8:30
  • da Fiuggi stazione, dopo un’ora di attesa, prendere la 9:45 per Serrone

In questo caso si arriva a Serrone alle 10:15. Non l’ho verificato ma è possibile che questa corsa sia la stessa che riparte da Serrone alle 10:25 per Anagni.

Sudori freddi? Aspettate il ritorno…

Come tornare a Roma da Serrone

Per il ritorno le corse sono due ma di queste due la seconda, che è anche l’ultima, è diversa a seconda del giorno della settimana (lunedì – venerdì / sabato).

Ricordate sempre di ricontrollare gli orari ufficiali aggiornati, non affidatevi 100% su quelli che riporto io, potrebbero cambiare in futuro.

La prima possibilità di ritorno è alle 14:09 per Piglio, da dove come sappiamo possiamo tornare a Roma abbastanza agevolmente in un paio di passaggi. Questa corsa è una scolastica di ritorno e proviene da Olevano Romano, in essa Serrone non è capolinea ma solo fermata quindi potrebbe anche passare in anticipo.

Dopodiché la seconda e ultima possiblità, pochi minuti dopo le 15, a seconda del giorno e dell’orario in vigore può essere:

Rimando ai relativi articoli dove spiego come tornare a Roma da tali comuni.

Ripeto che queste corse non sono esercitate entrambe in un dato giorno ma in alternativa tra loro a seconda del giorno della settimana.

Nel caso peggiore tra Serrone e la via Prenestina, dove girano altre linee Cotral, ci sono 2 km di provinciale in discesa in mezzo agli uliveti. Però non ci andate così senza un piano, verificate a che ora passano queste altre linee Cotral (saranno per Colleferro o Genazzano).

E se siete in una situazione disperata, fate venire un taxi da Fiuggi. A proposito, avete qualche numero?

Capolinea e/o fermate principali

L’unica fermata/capolinea indicata negli orari è “via dei Mille”. Prima di andarci di persona ho sempre creduto che fosse qui a questo tornante (notare pensilina a sinistra):

Invece sorpresa, è qui al tornante successivo:

Oggi l’aspetto di questo tornante è migliore e c’è una pensilina. Questo è il capolinea ma la pensilina del tornante precedente indica comunque una fermata valida. Quella pensilina è messa in direzione “ritorno” e all’andata la fermata è di fronte sulla stessa strada. In ogni caso i bus pronvengono sempre dal basso e risalgono fino al tornante capolinea dopodiché tornano giù.

Cellere (VT)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 3
  • Prerequisiti: Valentano, Montalto di Castro
  • Linee di riferimento Cotral:
    • (Civitavecchia – Tarquinia – ) Montalto di Castro – Canino – CellereValentano
    • (Viterbo -) – Tuscania – Arlena di Castro – Tessennano – Canino – Cellere – Valentano
  • Frequenza: discreta
  • Distanza approssimativa da Roma: 130 km (si conta il totale in tratte chilometriche dei bus da prendere, la distanza in linea d’aria può essere inferiore)

Come arrivare a Cellere da Roma

Cellere si trova a metà strada tra Canino e Valentano ed è servita dalla maggior parte delle corse bus Cotral che viaggiano tra queste due località.

Arrivarci da Roma è possibile ma con più di un passaggio e non prima di mezzogiorno: il viaggio è abbastanza lungo. Le possibilità sono sostanzialmente due, via Viterbo / Valentano o via Montalto / Canino, in ogni caso con due cambi da fare. Consultate gli orari aggiornati per scegliere la vostra soluzione e leggete gli articoli su Valentano, Montalto di Castro, Canino, Viterbo se non avete già dimestichezza con queste località visto che sono prerequisiti per arrivare a Cellere.

I 130 km sono calcolati secondo il percorso più “breve” Roma – Viterbo (80 km), Viterbo – Valentano (40 km), Valentano – Cellere (10 km). Dall’altra parte con Roma – Civitavecchia (90 km), Civitavecchia – Montalto (50 km), Montalto – Cellere (30 km) il viaggio totalizzerebbe, sempre approssimando per tratte di 10, 170 km.

Come tornare a Roma da Cellere

Similmente all’andata, si può tornare con bus Cotral via Valentano / Viterbo – quindi risalendo prima verso Nord-Est – o via Montalto / Tarquinia / Civitavecchia – quindi scendendo verso Sud-Ovest: consultate gli orari aggiornati ed occhio alle coincidenze e ai tempi di viaggio. Nel dubbio consiglio di scegliere la direzione con il maggior numero di corse a disposizione.

Per quanto mi riguarda quando ho visitato Cellere ci sono arrivato via Montalto e poi sono tornato a Roma via Valentano – Viterbo ma non è una scelta obbligata. Ricordo che all’andata ho fatto così perché avevo voglia di rivedere Tarquinia, era comunque di strada.

Capolinea e/o fermate principali

La fermata di riferimento “lgo S.Egidio” è questa:

Come segnaposto c’è una palina sotto il lampione. Questo spazio/rotatoria viene usato dai bus per invertire la marcia e risalire su, tranne per le pochissime corse che proseguono alla frazione di Pianiano che da qui invece di girare tirano dritto.

Qui siamo vicini alla chiesa di Sant’Egidio (alle spalle), che è uno dei monumenti più importanti di Cellere, ma un po’ più lontani dal paese.

Nessun problema, c’è un’altra fermata quasi in cima alla salita – anche qui come segnaposto c’è una palina:

Altra fermata ancora precedente (palina):

La corrispondente nell’altro verso ha invece solo una pensilina – anzi aveva, visto che quando ci sono stato qui stavano facendo i lavori:

Il transito dei bus a Cellere è a cappio nel senso che proveniendo dalla Castrense, in entrambe le direzioni Valentano / Montalto entrano nella SP112, effettuano le fermate che ho mostrato fino a quella di largo Sant’Egidio, da lì si girano e tornano indietro rieffettuando le fermate sul lato opposto tranne le corse che proseguono per Pianiano: come detto prima queste da largo Sant’Egidio tirano dritto. Quella che presi io poi tornò a Valentano costeggiando Ischia di Castro.

Bassiano (LT)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Gestore servizio trasporto pubblico urbano: N/A
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 3
  • Prerequisito: Sezze
  • Linee di riferimento Cotral:
    • SezzeBassiano
    • Bassiano – Latina FS – Latina
  • Frequenza: discreta
  • Distanza approssimativa da Roma: 90 km
  • Capolinea di Roma di riferimento: Roma Termini

Come arrivare a Bassiano da Roma

Per arrivare di mattina non ci sono molte scelte, anzi c’è una sola possibilità concreta: la corsa Cotral delle 10:15 (verificate gli orari ufficiali aggiornati) da Sezze città (Porta S. Andrea). Leggete l’articolo su Sezze per tutti i dettagli su come arrivarci. Più avanti in questo articolo mostro dove si prende esattamente questa corsa.

Se invece vi accontentate di arrivare dopo mezzogiorno ci sono corse Cotral da Latina autostazione per Bassiano, con transito e fermata per Latina scalo. In questo caso se arrivate da Roma in treno conviene senz’altro prendere il bus alla fermata della stazione (Latina scalo). NB per andare a Bassiano i bus Cotral fermano sul piazzale Sud, mentre di ritorno da Bassiano fermano sul piazzale Nord (cfr. articolo su Latina)

Come tornare a Roma da Bassiano

Le linee Cotral di riferimento negli orari sembrano due ma in realtà sono due spezzoni – con capolinea Bassiano – di una linea più lunga Latina – Bassiano – Sezze.

Per il ritorno ricordatevi che non siete obbligati a tornare per la stessa strada dell’andata: se siete arrivati via Sezze potete anche tornare via Latina e viceversa.

Capolinea e/o fermate principali

La famosa corsa delle 10:15 da Sezze Porta S. Andrea per Bassiano risulta partire da là come capolinea. Prima di andare sul posto e vedere coi miei occhi dubitavo che fosse veramente “capolinea”: con il poco spazio che c’è, probabilmente il bus arriva all’ultimo momento prima della partenza fuori servizio e attacca la corsa da lì, come del resto succede in altri casi – pensavo.

Invece no, è veramente capolinea. Arrivando con la navetta da Sezze scalo il bus Cotral stava già lì in sosta, esattamente qui sullo spazio del lato sinistro, rivolto però… contromano!

Questo perché nonostante Bassiano sia più o meno alle spalle rispetto all’inquadratura la strada provinciale per arrivarci si trova dalla parte opposta quindi i bus effettivamente devono andare in quest’altra direzione, ecco spiegato lo strano verso del parcheggio bus.

Una foto per i santommasi 🙂 il bus per Bassiano è quello a sinistra:

sezze-x-bassiano

Passiamo ora alle fermate di Bassiano. Negli orari Cotral il capolinea è “p.zza G. Matteotti”, punto di fermata valido sia in direzione Latina che in direzione Sezze.

Nessuno avverte però che, per esempio, Sabato mattina è giorno di MERCATO e i bus NON arrivano fino a detta piazza ma solo fino a questo incrocio (più precisamente in un primo tempo girano a destra ma solo per poi fare retromarcia e infine fermata)

La gente del posto naturalmente lo sa già (solo Pippo – il forestiero – non lo sa!) e chi deve andare a Latina con la prosecuzione della corsa da Sezze attende il bus sul muretto a sinistra nell’immagine. Segnaposti di fermata? Neanche uno, chiaro.

Il mercato per le ore 13 è già finito pertanto a quell’ora i bus arrivano regolarmente fino al capolinea preposto a fare fermata. In queste circostanze NON fermano anche all’incrocio, quindi evitate una corsa perdifiato dietro l’autobus e aspettatelo direttamente a piazza Matteotti, oppure alla vera prima fermata successiva al capolinea che è qui:

… sempre che non vi spaventino i cani sciolti che a quest’ora escono di casa aggirandosi proprio per questo incrocio, forse per andare incontro ai loro padroni di ritorno.

Tornando a Piazza Matteotti, ecco il colpo d’occhio:

Attenzione ai segnaposti: quando ci sono stato io il bus non si è fermato sulle piazzole bus inquadrate a sinistra – probabilmente perché ancora occupate dai camion del mercato – bensì di fronte al caffé sulla destra.

Bocchignano (Montopoli di Sabina) (RI)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: SI (!)
  • Servito da: Autolinee Troiani, bus CO.TRA.L.
  • Linea di riferimento:
    • (TROIANI): Linea 4: Poggio Mirteto cittàBocchignanoCastel San Pietro Sabino
    • (COTRAL): Poggio Mirteto (città)Bocchignano – Castel San Pietro Sabino – Mompeo – Salisano – Montenero Sabino – Monte San Giovanni in Sabina – Rieti
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 3
  • Prerequisito: Poggio Mirteto
  • Frequenza: discreta
  • Distanza approssimativa da Roma: 70 km
  • Capolinea di Roma di riferimento: Roma Tiburtina

Come arrivare a Bocchignano da Roma

Intanto occorre arrivare a Poggio Mirteto città (fare riferimento al relativo articolo).

Da lì, dal capolinea autobus condiviso Cotral – Troiani, ci sono due alternative:

  1. linea bus extraurbana Cotral per Rieti
  2. linea bus urbana (n. 4) Troiani di collegamento tra Poggio Mirteto e la sua frazione Castel San Pietro Sabino: transita anche per Bocchignano

Ho già descritto tutti i punti di attenzione sulla prima (Cotral) negli articoli dedicati agli altri comuni serviti dalla stessa: Mompeo, Salisano, etc. poiché si applicano esattamente anche a Bocchignano, rimando a quegli articoli per i dettagli senza ripetermi qui.

Voglio invece sottolineare che la possibilità n. 2, cioè bus urbano della Troiani, non solo è più regolare di Cotral e senza fastidiose differenze tra “lunedì – venerdì” e “sabato” ma addirittura è esercitata anche nei giorni festivi (con una corsa in meno).

Il biglietto si compra a bordo dall’autista, gli orari (linea 4) sono pubblicati sul sito ufficiale. Attenzione che la prima corsa feriale non parte alle 9:35 come la Cotral ma prima alle 9:20.

Ricordo infine che nei festivi l’unico modo per arrivare a Poggio Mirteto città dalla relativa stazione è con un’altra linea Troiani (dettagli sull’articolo di Poggio Mirteto): ciò significa che occorre incrociare l’orario di arrivo del treno da Roma con la partenza del Troiani per Poggio Mirteto (linea 1) con la partenza dell’altro Troiani da Poggio Mirteto per Bocchignano (linea 4). La stessa considerazione vale naturalmente al contrario per il ritorno.

Come tornare a Roma da Bocchignano

Occorre intanto tornare a Poggio Mirteto città e per questo come all’andata ci sono corse bus sia Cotral che Troiani, verificare i rispettivi orari ufficiali.

Da Poggio Mirteto città a Roma ci sono varie possiblità, già descritte nel relativo articolo.

Capolinea e/o fermate principali

Sia i bus Cotral che i bus Troiani si fermano solo al “bivio”, non salgono su dentro il borgo (non c’è spazio). Dalla fermata all’ingresso del borgo sono comunque solo un 100 – 200 metri da fare a piedi.

Il punto di fermata coincide per Cotral e Troiani ma la palina Cotral è posta solo in direzione Poggio Mirteto mentre quella Troiani su tutt’e due le direzioni.

Castel San Pietro Sabino (Poggio Mirteto) (RI)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: SI (!)
  • Servito da: Autolinee Troiani, bus CO.TRA.L.
  • Linea di riferimento:
    • (TROIANI): Linea 4: Poggio Mirteto città – Bocchignano – Castel San Pietro Sabino
    • (COTRAL): Poggio Mirteto (città) – Bocchignano – Castel San Pietro Sabino – Mompeo – Salisano – Montenero Sabino – Monte San Giovanni in Sabina – Rieti
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 3
  • Prerequisito: Poggio Mirteto
  • Frequenza: discreta
  • Distanza approssimativa da Roma: 70 km
  • Capolinea di Roma di riferimento: Roma Tiburtina

Come arrivare a Castel San Pietro Sabino da Roma

Intanto occorre arrivare a Poggio Mirteto città (fare riferimento al relativo articolo).

Da lì, dal capolinea autobus condiviso Cotral – Troiani, ci sono due alternative:

  1. linea bus extraurbana Cotral per Rieti
  2. linea bus urbana (n. 4) Troiani di collegamento tra Poggio Mirteto e la sua frazione Castel San Pietro Sabino

Ho già descritto tutti i punti di attenzione sulla prima (Cotral) negli articoli dedicati agli altri comuni serviti dalla stessa: Mompeo, Salisano, etc. poiché si applicano esattamente anche a Castel San Pietro Sabino, rimando a quegli articoli per i dettagli senza ripetermi qui.

Voglio invece sottolineare che la possibilità n. 2, cioè bus urbano della Troiani, non solo è più regolare di Cotral e senza fastidiose differenze tra “lunedì – venerdì” e “sabato” ma addirittura è esercitata anche nei giorni festivi (con una corsa in meno).

Il biglietto si compra a bordo dall’autista, gli orari (linea 4) sono pubblicati sul sito ufficiale. Attenzione che la prima corsa feriale non parte alle 9:35 come la Cotral ma prima alle 9:20.

Ricordo infine che nei festivi l’unico modo per arrivare a Poggio Mirteto città dalla relativa stazione è con un’altra linea Troiani (dettagli sull’articolo di Poggio Mirteto): ciò significa che occorre incrociare l’orario di arrivo del treno da Roma con la partenza del Troiani per Poggio Mirteto (linea 1) con la partenza dell’altro Troiani da Poggio Mirteto per Castel San Pietro Sabino (linea 4). La stessa considerazione vale naturalmente al contrario per il ritorno.

Come tornare a Roma da Castel San Pietro Sabino

Occorre intanto tornare a Poggio Mirteto città e per questo come all’andata ci sono corse bus sia Cotral che Troiani, verificare i rispettivi orari ufficiali.

Da Poggio Mirteto città a Roma ci sono varie possiblità, già descritte nel relativo articolo.

Capolinea e/o fermate principali

Sia i bus Cotral che i bus Troiani salgono su fino in Piazza Grande. Nell’immagine si vede la palina arancione Troiani ma vale anche come fermata Cotral.

Monteleone Sabino (RI)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: NO (dal 07/01/2016)
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Prerequisiti: Rocca Sinibalda (così era prima del 07/01/2016)
  • Linee di riferimento:
    • Hotel Salario – Rocca Sinibalda – Posticciola – Oliveto – Monteleone SabinoPonte Buita [linea soppressa dal 07/01/2016]
    • Rieti – (via Salaria) – Monteleone SabinoOlivetoMonteleone Sabino – Ponte Buita – (via Licinese) – Poggio Moiano
  • Frequenza complessiva: impossibile (rara prima del 07/01/2016)
  • Distanza approssimativa da Roma: 120 km (contando: Roma Tiburtina – Rieti (80 km), Rieti – Rocca Sinibalda (20 km), Rocca Sinibalda – Monteleone Sabino (20 km))
  • Capolinea di Roma di riferimento: Roma Tiburtina

Come (non) arrivare a Monteleone Sabino da Roma e come (non) tornare

L’ultima riforma degli orari (leggasi: tagli al servizio) Cotral, in vigore dal 7 Gennaio 2016, ha di fatto ha reso Monteleone Sabino una località impossibile da visitare per un esterno che viaggia solo con i mezzi pubblici.

Infatti sono rimaste solo le corse “scolastiche” della mattina molto presto e del pomeriggio, di andata da Poggio Moiano e ritorno da Rieti. Non essendo matematicamente praticabile quella della mattina presto per chi viene da Roma (Poggio Moiano 6:25 – Monteleone Sabino – Rieti), rimane solo quella del pomeriggio. Ovvero uno dovrebbe partire da Rieti alle 14 prendendo la corsa per Monteleone Sabino – Oliveto e riprendere il ritorno/prosecuzione della stessa corsa per Poggio Moiano ripartita da Oliveto. C’è meno di mezz’ora tra un passaggio e l’altro e se perdi quel ritorno sei letteralmente a piedi.

Vorrei ora ricordare com’era la situazione prima degli ultimi tagli: non era certamente facile, ma era fattibile.

Prima dei tagli al servizio del 7/1/2016, si poteva arrivare a Monteleone Sabino con molto più tempo a disposizione per la visita sfruttando un’oscura corsa con partenza da Via Salaria altezza “Hotel Salario” verso le 8:45. Occorreva partire da Roma Tiburtina con una corsa per Rieti utile per questa coincidenza.

In alternativa, con circa un’ora a disposizione per la visita, si poteva combinare con Rocca Sinibalda visitando prima Rocca Sinibalda e poi al ritorno prendendo la corsa dell’una e venti circa per Monteleone Sabino – Ponte Buita. Al ritorno si poteva sfruttare la corsa proveniente da Rieti per Monteleone Sabino – Oliveto – Monteleone Sabino – Poggio Moiano (quest’ultima corsa è rimasta in vigore) e infine cambio da Poggio Moiano con la linea ben più frequente per la stazione Passo Corese (Fara Sabina).

Quest’ultima fu la soluzione che utilizzai per la mia unica visita a Monteleone Sabino. Come soluzione era comunque rischiosa in quanto il ritorno Oliveto – Monteleone Sabino – Poggio Moiano era, già allora, l’ultima corsa del giorno a transitare per Monteleone Sabino… e stiamo parlando delle 3 di pomeriggio. Ricordo che per la visita del borgo impiegai il tempo record di mezz’ora e passai quasi altrettanto tempo ad attendere il bus: dovevo essere assolutamente sicuro di essere alla fermata in tempo, considerando anche un eventuale anticipo del passaggio. L’alternativa finale sarebbe stata farsi a piedi la discesa fino a Ponte Buita (5 km) e da lì aspettare una corsa della linea Rieti – Roma. Più che la distanza spaventava la luce nel senso che era fine Dicembre, quando alle 15 il sole ormai comincia a tramontare. Tirai un sospiro di sollievo soltanto quando vidi comparire, sull’app ufficiale, il numero di matricola del bus che stava risalendo la Salaria Vecchia per venirmi a prendere. Era la 7950 di Poggio Moiano. Ripassammo ancora accanto all’anfiteatro Romano, al santuario di Santa Vittoria; quel giorno non ho avuto tempo di visitarli e probabilmente non li vedrò mai più. Ripassammo ancora per Oliveto, per un ultimo saluto dal finestrino ai gatti accoccolati sui muretti o per terra negli ultimi angoli bagnati dal sole. Addio belli, scusate se non ho potuto scendere a fotografarvi: non sarei più tornato a casa. Inizia la discesa verso la Salaria: un’ultima volta la stradina nei pressi di Santa Vittoria, l’anfiteatro romano, un’ultimo sguardo al bivio di Monteleone Sabino. E’ strano, sono posti che ho visto solo oggi, per un paio d’ore, ma devo già dirgli addio per sempre come se il giorno dopo sparissero dalla faccia della terra, mentre invece sono solo io che non li potrò più visitare: erano gli ultimi giorni prima della riforma orari, già annunciata e con gli effetti già pubblicati. Erano gli ultimi giorni in cui Monteleone era visitabile anche per me, dopodiché non sarebbe stato più possibile. Ecco “chi me la fa fare”… volevo, se possibile, un rimpianto in meno, e mi è stato concesso. Giù per la discesa, sempre più boscosa, alcuni tratti già praticamente al buio. Il bus su cui sto, mi sta risparmiando tutta questa strada. Ponte Buita, virata a sinistra e inizia la salita verso Poggio Moiano: veloce, veloce, usciamo dal bosco e ritorniamo al sole. Sono le ultime luci del pomeriggio, ma come sono abbaglianti mentre aspetto in piena sicurezza il prossimo bus per Passo Corese davanti alla scuola. Toh, ecco un altro gatto! nyaa…

Capolinea e/o fermate principali

Sempre per memoria storica più che altro, qualche notizia sulla fermata Cotral di riferimento.

Dagli orari è in via T. Mutuesca (T sta per Trebula: Trebula Mutuesca era l’antico nome romano del luogo) ma non è vero: è sulla provinciale al bivio con via T. Mutuesca.

E’ paradossale come in molti posti ben più serviti manchi il minimo segnaposto di fermata e invece qui dove poco ci manca che non si vedrà più nemmeno l’ombra di un autobus, ci sono addirittura due pensiline una accanto all’altra.

NB per entrare nel borgo NON bisogna proseguire con la discesa ma invece prendere la strada che inizia a destra, quella con lo scuolabus parcheggiato (girate la telecamera).

Le pensiline sono in direzione Ponte Buita / Via Salaria. Proveniendo da Rocca Sinibalda si scendeva da questo lato.

A questo punto c’è un puzzle direzionale. Oliveto è in direzione opposta e lo sappiamo – proveniendo da Rocca Sinibalda ci siamo passati. E per Poggio Moiano, che ci interessa MOLTO per l’UNICO ritorno che c’è, in che direzione passa il bus? Quasi quasi si sarebbe tentati di pensare, nella stessa direzione di Oliveto. Invece no, perché il bus ci arriva per la Licinese quindi deve comunque scendere prima sulla Salaria a Ponte Buita, quindi la direzione inquadrata sopra è anche quella verso Poggio Moiano.

Ricapitolando, proveniendo da Rocca Sinibalda – Oliveto, il bus fermava nella direzione indicata. Proveniendo da Rieti, il bus in un primo momento risale dalla parte opposta, ferma, prosegue in direzione Oliveto, poi ridiscende da lì e riferma nella stessa direzione delle pensiline, dove eravamo scesi all’andata.

Quando ho fatto questo giro per l’unica volta che ho potuto, mi era rimasto fino all’ultimo il dubbio e quindi ho preso il bus di ritorno alla prima occasione cioè in direzione Oliveto, badando bene a non scendere più fino a Poggio Moiano, aggrappato al sedile come una patella allo scoglio. In direzione Oliveto ferma sempre in corrispondenza delle pensiline ma ovviamente dal lato opposto.

Fumone (FR)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 3
  • Prerequisito: Alatri
  • Linee di riferimento Cotral:
    • [A] Guarcino – Alatri – FumoneFiuggi
    • [R1] AlatriFumone – Ferentino – Frosinone FS
    • [R2] Fumone Alatri (ospedale)
  • Frequenza: rara
  • Distanza approssimativa da Roma: 100 km
  • Capolinea di Roma di riferimento: Roma Termini

Come arrivare a Fumone da Roma

C’è solo una possibilità, con i seguenti passaggi:

  1. treno regionale da Roma Termini per Frosinone: sceglietene uno che vi faccia arrivare in tempo per prendere, dalla stazione di Frosinone:
  2. bus Cotral delle 9:30 oppure massimo ore 10:00 per Alatri – Fiuggi. Scendete ad Alatri mezz’ora dopo.
  3. passate il tempo per un’oretta o mezz’oretta ad Alatri
  4. sempre ad Alatri siate pronti alla fermata alle ore 11 e rotti quando transita l’unica corsa diretta a Fumone di mattina, che è partita alle 10:55 da Guarcino, diretta a Fiuggi
  5. eccoci arrivati a Fumone, con i mezzi pubblici!

Quando ci sono andato io, il bus per Fumone portava ancora la tabella della corsa precedente cioè “FERENTINO – GUARCINO” ma essendo preparato non mi sono fatto fregare. Tra l’altro è arrivato appaiato a un’altra corsa Frosinone – Alatri – Fiuggi, se non avessi puntato su un cambio con del tempo sufficiente ad Alatri, probabilmente l’avrei perso. Quella volta il Frosinone – Fiuggi era davanti quindi in teoria sarebbe stato possibile scendere e prendere quello dietro, ma se quello dietro non si fosse fermato, superando l’altro? O se quello per Fumone fosse stato davanti? Appunto.

Come tornare a Roma da Fumone

Se di andate ce n’è solo una a disposizione, di ritorni ce ne sono ben due (!) ma io punterei sul primo e lascerei il secondo come riserva, non si sa mai.

Prima possibilità: ritorno per Ferentino – Frosinone scalo delle 14:20 – 14:30 (consultate gli orari ufficiali). Questa non ripassa per Alatri perché proviene da Alatri. E’ anzi comoda perché vi porta direttamente alla stazione di Frosinone, da cui potrete riprendere il treno per tornare a Roma.

Seconda e ultima possibilità: ritorno per Alatri (Ospedale) delle 15:35 (consultate gli orari ufficiali). Da lì dovrete cambiare con altro Cotral per raggiungere Frosinone scalo.

Capolinea e/o fermate principali

Ce n’è una sola d’interesse per noi, a piazza di Porta Romana, che è giusto l’ingresso al borgo.

Non c’è alcuna segnaletica e non c’è un punto di fermata prestabilito, ogni autista fa manovra come viene al momento. C’è chi punta il muso contro il negozio di souvenirs e poi fa retromarcia, chi va più avanti e poi fa retromarcia puntando il retrotreno contro il negozio di souvenirs… Comunque basta che vi facciate vedere e chiediate di salire. Di sicuro il bus una volta arrivato non potrà schizzare via perché dovrà fare manovra e rigirarsi prima di scendere da dov’è salito. Quindi potete anche fargli fare manovra in santa pace senza corrergli dietro.

Questa sarebbe la visuale dell’autista appena giunto in cima, prima di entrare nel piazzale a fare manovra e fermata:

Visuale opposta, il bus ridiscende sempre di qua:

Ed ecco una foto, per chi “se non lo vedo non ci credo” e anche per memoria storica quando un giorno qui i mezzi pubblici non ci arriveranno più. E’ una battuta, ma purtroppo solo per metà. La storia recente dice che il trasporto pubblico nel Lazio (ma anche altrove in Italia) invece di espandersi tende a contrarsi, per via di tagli, tagli, tagli… sigh

Fumone Cotral