Archivi categoria: albero: foglia

Cesano (Roma) (RM)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: SI
  • Servito da: bus atac / Roma TPL
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 1
  • Prerequisiti: nessuno
  • Linee di riferimento: 036 (anche festivi), 024 (solo feriale)
  • Frequenza: buona
  • Distanza approssimativa da Roma: 10 km
  • Capolinea di Roma di riferimento: Roma La Storta, Cesano FS

Come arrivare a Cesano da Roma

Il borgo di Cesano, il cui territorio ricade all’interno del comune di Roma, è raggiungibile con la linea bus 036 bus dell’atac, in gestione a Roma TPL, in partenza dal capolinea della stazione La Storta, oppure sia con bus 024 che con lo 036 dalla stazione di Cesano. Lo 036 parte da La Storta, passa davanti alla stazione di Cesano, e sale su al borgo. Lo 024 parte da ENEA Casaccia, passa davanti alla stazione di Cesano e sale su al borgo.

Sia a La Storta che a Cesano si può arrivare in treno da molte altre stazioni di Roma quali Tiburtina, Tuscolana, Ostiense, Trastevere, Valle Aurelia, molte di queste collegate a loro volta con la metro. La linea ferroviaria è la stessa per entrambe le stazioni, la FL3 per Cesano – Bracciano – Viterbo, con treni ogni quarto d’ora nei feriali, ogni mezz’ora nei festivi. Il treno passa prima a La Storta e poi a Cesano. Cesano è l’ultima stazione del tratto “urbano” della linea.

Il biglietto “standard” da 1,50 euro per 100 minuti grazie alla convenzione Metrebus è valido sia per il treno che per il bus, non serve che compriate due biglietti.

Lo 036 è attivo anche nei giorni festivi ma lo 024 no, solo feriali.

Come tornare a Roma da Cesano

Bus 036 per stazione La Storta o stazione di Cesano, oppure 024 per stazione di Cesano, e poi treno verso il centro.

Capolinea e/o fermate principali

Il capolinea di La Storta è qui, le banchine dei bus sono giusto di fronte alla stazione:

La stazione ora è stata rifatta dentro (nuovi tornelli etc.) e fuori (dipinta bianco shocking).

Banchine bus della stazione di Cesano per 036 e 024 (NB non sono di capolinea ma semplici fermate quindi dovete fare cenno o il bus non si fermerà):

Capolinea di 036 e 024 giusto fuori l’ingresso del borgo di Cesano:

 

Annunci

Isola Farnese (Roma) (RM)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: SI
  • Servito da: bus atac / Roma TPL
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 1
  • Prerequisiti: nessuno
  • Linea di riferimento: 032
  • Frequenza: buona
  • Distanza approssimativa da Roma: 10 km
  • Capolinea di Roma di riferimento: Roma La Storta

Come arrivare a Isola Farnese (da Roma)

Il borgo di Isola Farnese, il cui territorio ricade all’interno del comune di Roma, è raggiungibile con la linea bus 032 bus dell’atac, in gestione a Roma TPL, in partenza dal capolinea della stazione La Storta.

A La Storta si può arrivare in treno da molte altre stazioni di Roma quali Tiburtina, Tuscolana, Ostiense, Trastevere, Valle Aurelia, molte di queste collegate a loro volta con la metro. La linea ferroviaria è la FL3 per Cesano – Bracciano – Viterbo, con treni ogni quarto d’ora nei feriali, ogni mezz’ora nei festivi.

Il biglietto “standard” da 1,50 euro per 100 minuti grazie alla convenzione Metrebus è valido sia per il treno che per il bus, non serve che compriate due biglietti.

Lo 032 è attivo anche nei giorni festivi; la frequenza è invariata tutta la settimana: una corsa ogni mezz’ora.

Come tornare (a Roma) da Isola Farnese

Bus 032 per stazione La Storta e poi treno verso il centro.

Capolinea e/o fermate principali

Il capolinea di La Storta è qui, le banchine dei bus sono giusto di fronte la stazione:

La stazione ora è stata rifatta dentro (nuovi tornelli etc.) e fuori (dipinta bianco shocking).

La linea 032 da qualche anno è diventata una circolare e il capolinea di Piazza della Colonnetta a Isola Farnese è oggi una semplice fermata (il bus riparte subito):

Per accedere al Parco di Veio bisogna invece scendere per questa strada a destra (Via Riserva Campetti):

C’è una fermata lì vicino, non serve arrivare fino al capolinea dentro il borgo:

Ingresso del parco (a destra):

Colle San Magno (FR)

Informazioni principali

  • Stato percorso: appunti
  • Visitabile nei giorni feriali: NO
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Linee di riferimento Cotral:
    • Cassino – Castrocielo – Roccasecca – Colle San Magno
  • Gestore servizio trasporto pubblico urbano: N/A
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Frequenza: impossibile
  • Distanza approssimativa da Roma: 140 km
  • Prerequisiti: Cassino, Roccasecca

Come (non) arrivare a Colle San Magno da Roma come (non) tornare

La linea bus Cotral che arriva fino a Colle San Magno ha di fatto solo due corse: un'”andata” in partenza alle 9 da Cassino, un “ritorno” in partenza da Colle San Magno, sempre per Cassino, alle 15:05.

In teoria a meno di soppressioni non ci sarebbero quindi problemi se uno partisse da Cassino; partendo invece da Roma diventa tutto più difficile, anche se non letteralmente impossibile. Già arrivare a Cassino da Roma per le 9 non è facile perché occorre partire molto presto. Con un treno senza fermate ci vuole 1 ora e mezza di viaggio ma purtroppo i treni disponibili verso le 7 e mezza da Termini arrivano tutti dopo le 9, il precedente che va bene è alle 6:21 con arrivo alle 8:24. Quindi uno dovrebbe partire un’ora prima del necessario e quest’ora si compone di mezz’ora di viaggio in più per le fermate intermedie più mezz’ora di attesa al capolinea bus.

Se solo il bus delle 9 partisse 20, 30 minuti dopo sarebbe tutto più facile… e dire che comunque partendo alle 9 arriva lì (da orario) alle 9:35 circa e riparte solo alle 9:55, quindi 20 minuti di sosta al capolinea di Colle San Magno. Ecco se quei 20 minuti li facessero fare a Cassino invece che a Colle San Magno sarebbe la svolta. Intanto andrebbe bene anche il treno delle 7:28 da Termini che arriva alle 9:10 (è un IC però…). Ma si potrebbe far di meglio: partire col treno delle 8, scendere a Roccasecca, prendere uno dei due bus Cotral per Pontecorvo, quello che passa a Castrocielo, scendere a Castrocielo, e prendere in coincidenza questo per Colle San Magno. Ora come ora non funzionerebbe perché Colle San Magno passa prima.

Volendo evitare le levatacce c’è un’altra mezza soluzione scapicollata: arrivare a Roccasecca (paese, non stazione: treno più navetta urbana della Tribuzio) e coprire il tratto mancante fino a Colle San Magno con tutta calma A PIEDI, sono circa 4 km. Al ritorno si potrà prendere il Cotral per Cassino delle 15:05.

Capolinea e/o fermate principali

Il capolinea Cotral è al cimitero:

Questa pensilina sulla sinistra indicherà una fermata Cotral? Chissà…

Amaseno (FR)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Prerequisiti: Frosinone FS, Madonna del Piano (Castro dei Volsci)
  • Linee di riferimento Cotral:
    • Frosinone (Via Tiburtina) – Frosinone FS – Ceccano – Madonna del Piano – Amaseno
    • Madonna del Piano (Castro dei Volsci)Amaseno
  • Frequenza: discreta
  • Distanza approssimativa da Roma: 120 km

Come arrivare ad Amaseno da Roma

Se non avete fretta, la soluzione più comoda è con bus Cotral da Frosinone (Tiburtina – Pertini – Stazione), dopo le 11:30; verificate l’orario preciso sul sito ufficiale, attualmente questa corsa è esercitata anche il sabato.

Per arrivare prima c’è un modo ma solo dal lunedì al venerdì e richiede un cambio: c’è bus Cotral che parte da Madonna del Piano (Castro dei Volsci) alle 9:35 e per arrivare a Madonna del Piano in tempo dovete o arrivare in treno e cambiare col bus urbano dalla stazione a Madonna del Piano, o partire da Frosinone con altra corsa precedente per Madonna del Piano.

Quando ci sono stato io tuttavia non ho usato nessuna di queste due possibilità ma una terza: trovandomi già a Castro dei Volsci la mattina per visitare tale borgo e volendo visitare anche Amaseno nella stessa giornata sono sceso a Madonna del Piano con la navetta urbana (vedere articolo su Castro dei Volsci) e ho preso la corsa breve (sempre Cotral) delle 12 per Amaseno, che c’è dal lunedì al venerdì (avevo preso ferie quel giorno). Una volta arrivato ad Amaseno quel bus ripartiva poi per gli impianti FIAT (FCA).

Come tornare a Roma da Amaseno

I ritorni a disposizione non sono molti specialmente il Sabato, pertanto consiglierei una visita dal Lunedì al Venerdì se possibile.

Di corse per Frosinone ce n’è solo una alle 16:05, e solo dal lunedì al venerdì; un tempo (sicuramente ancora nel 2015) c’era anche di sabato, poi sapete com’è, ci sono state le “razionalizzazioni”…

Gli altri ritorni disponibili sono praticamente tutti per Madonna del Piano (Castro dei Volsci); quando ci sono stato io non volendo aspettare le 16 e avendo comunque finito il mio giro ho preso uno di questi delle 14 / 14:30. Da Madonna del Piano si può tornare a Roma arrivando alla stazione ferroviaria Castro-Pofi-Vallecorsa con navetta urbana e poi prendendo il treno. Di treni ce n’è uno all’ora ma in stazione non c’è la macchinetta per fare i biglietti né tantomeno una biglietteria quindi in qualche modo compratelo prima, all’andata.

Capolinea e/o fermate principali

La fermata principale / capolinea “p.zza S.Rocco” è su questo piazzale, sul lato destro:

Di segnaposti oggi non ce ne sono ma nella foto Google se ne vede ancora qualche traccia: una piazzola bus sbiadita, una mezza palina blu.

Aspettando il bus delle 14 sotto un filo d’ombra rimasto (faceva caldo) notavo che il piazzale si riempiva poco a poco di automobili, alcune delle quali si accaparravano proprio le zone d’ombra più grandi inclusa quella inquadrata sopra mentre io utente di mezzo pubblico dovevo accontentarmi delle briciole d’ombra rimaste e aspettare impiedi. Comunque le macchine erano quelle dei genitori o parenti degli alunni che sarebbero arrivati con il bus che stavo aspettando, la cui corsa precedente altro non era che un ritorno scolastico. Anzi di bus ne arrivarono due di cui uno ripartì fuori servizio e l’altro in servizio (quello che presi) per Madonna del Piano, ma anche l’altro fuori servizio era diretto a Madonna del Piano solo che rientrò dritto in deposito. I due bus arrivarono ad Amaseno entrambi pieni, in quello che ripartì in servizio per Madonna del Piano c’ero solo io.

Stipes (Ascrea) (RI)

Informazioni principali

  • Stato percorso: N/A
  • Visitabile nei giorni feriali: NO
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Prerequisiti: Rieti
  • Linea di riferimento:
    • Carsoli – Turania – (deposito di Collegiove) – Paganico Sabino – Ascrea – Castel di Tora – Colle di Tora – Stipes – Posticciola – Rocca Sinibalda – Rieti
  • Frequenza complessiva: impossibile
  • Distanza approssimativa da Roma: 120 km (si conta il totale in tratte chilometriche dei bus da prendere, la distanza in linea d’aria può essere inferiore)

Come (non) arrivare a Stipes da Roma e come (non) tornare

Come per altri piccoli centri del reatino, Stipes è servita dal trasporto pubblico in modalità “minimalista” ovvero le corse disponibili, di collegamento con Rieti, sono nel numero minimo di 2 di cui la prima all’alba e la seconda il pomeriggio: niente in mezzo, niente dopo.

Per complicare ulteriormente le cose le due corse sono completamente diverse tra loro.

La corsa dell’alba è una circolare fatta così:

Rieti 06:10Stipes 06:50 – bivio Rocca Sinibalda – Belmonte in Sabina 07:30 – Rieti 07:55

La corsa del pomeriggio è della linea Carsoli – Rieti:

Carsoli 13:45 – Turania – Paganico Sabino – Ascrea – Castel di Tora – Colle di Tora – Stipes 15:04 – Posticciola – Rocca Sinibalda – Rieti 15:45

E non c’è altro. In sostanza Stipes vede un bus due volte al dì, alle 6:50 e alle 15 e qualcosa, in entrambi i casi è un bus diretto a Rieti. La prima corsa proviene anche da Rieti, la seconda no, quindi in teoria se uno volesse tornare da Rieti a Stipes nel pomeriggio dovrebbe prendere la Rieti – Carsoli del pomeriggio, scendere alla diga e aspettare per cambiare con la corsa in direzione opposta Carsoli – Rieti che sale anche a Stipes. E no, nessun’altra corsa della linea Carsoli – Rieti sale a Stipes.

In questo scenario desolante di orario che contrasta con i magnifici panorami che ci sono da queste parti, proviamo a raccogliere i cocci e trovare una mezza soluzione.

Tutto sommato il bus pomeridiano che sale a Stipes è utilizzabile come ritorno: quello che ci manca è un’andata. A guardar bene però una quasi-andata c’è, anzi ce ne sono due: dal lunedì al venerdì ci sono ulteriori corse della linea Rieti – Carsoli alle 10:30 da Rieti e alle 11:20 da Carsoli. Queste corse pur non salendo a Stipes (e certo! se anche solo una delle due ci salisse avremmo risolto il problema!) ci passano relativamente vicino: il punto più vicino è la diga del Turano, dove inizia la provinciale per Stipes, a 3,5 km di distanza… in salita.

Il piano folle e scapicollato, peraltro applicabile solo dal lunedì al venerdì, prevede quindi di partire da Rieti o da Carsoli con una delle due quasi-andate indicate sopra, scendere alla fermata della diga, scarpinare 3,5 km fino a Stipes su strada provinciale panoramicissima e mozzafiato (letteralmente), visitare Stipes, da lì prendere l’unico ritorno delle 15 e rotti proveniente da Carsoli e diretto a Rieti.

Questo è tutto quello che abbiamo a disposizione, raschiando il fondo del barile.

Se decidete di fare questa pazzia scegliete una giornata non molto calda o rischiate di schiattare per strada: la salita è notevole, andate piano. Portate un cappello, applicate protezione solare. Portatevi acqua e viveri o razioni energetiche per rifocillarvi una volta in cima.

Sembrano consigli per un’escursione in montagna, vero? Ed è proprio quello che tocca fare in casi come questo per sopperire ai buchi del trasporto pubblico: escursioni di km in salita su strade provinciali. Ringraziate la Regione.

E se il ritorno delle 15 dovesse saltare? L’ultima àncora di salvezza è scendere a piedi fino alla diga (altri 3,5 km ma in discesa, woo-hoo!) e aspettare le corse successive della Rieti – Carsoli (partono dopo le 17).

Capolinea e/o fermate principali

La fermata/capolinea di Stipes è qui (vecchia palina Acotral di capolinea):

La fermata della diga è qui:

C’è addirittura un marciapiede, se salite a piedi usatelo: camminate da quel lato.

Nel caso remoto dovessero servire ci sono anche fermate intermedie:

Per strada, una curiosa indicazione per gli autisti:

Cenciara (Concerviano) (RI)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Prerequisiti: Rieti
  • Linea di riferimento: Rieti – Longone Sabino
  • Frequenza: rara
  • Distanza approssimativa da Roma: 100 km (si conta il totale in tratte chilometriche dei bus da prendere, la distanza in linea d’aria può essere inferiore)

Come arrivare a Cenciara da Roma e come tornare

Cenciara, come Roccaranieri e altre frazioni del circondario è servita dalla linea bus Cotral Rieti – Longone Sabino che come descritto nel relativo articolo ha uno strabiliante numero di corse giornaliere pari a 2 complete più 1 limitata a Roccaranieri delle quali la prima è svolta in orario impossibile da prendere per chi parte da Roma.

Per Longone quindi è inutilizzabile ma si può in qualche modo sfruttare per le frazioni situate prima di Roccaranieri e tra queste troviamo Cenciara.

Il piano risultante è comunque sbilanciato e scapicollato, basandosi per il ritorno sull’ultima corsa della giornata; per giunta dati gli orari di fatto è praticabile solo d’estate con molte ore di luce. Pur con tutti questi limiti un mezzo di andata e di ritorno ci sono entrambi quindi si può fare.

Nel dettaglio i tempi sono questi: si parte da Rieti alle 14:10, si scende a Cenciara alle 14:43. Il ritorno parte da Rieti alle 17:55, passa per Cenciara alle 18:33 (è questo il momento di salire per il ritorno), prosegue fino a Roccaranieri e da lì riparte per Rieti senza ripassare per Cenciara. Ci sono dunque più di tre ore e mezza a disposizione.

Cenciara dal bivio dista circa 3,5 km (di strada provinciale stretta e accidentata). Se tre ore e mezza a Cenciara sono troppe si potrebbe tornare indietro a piedi al bivio e poi alla vicina frazione di Fassinoro e visitare anche quella: il ritorno che prendereste da Cenciara passa prima anche a Fassinoro, è di strada obbligata.

Capolinea e/o fermate principali

I bus si spinge fin qui:

Rispetto all’immagine oggi sullo spiazzo a destra c’è una pensilina come segnaposto di fermata, comunque non c’è un vero punto fisso: si usa lo spazio che c’è, compreso quello opposto non inquadrato (girate la telecamera), per fare manovra e rigirare la vettura, effettuando nel contempo la fermata se richiesta.

Roccaranieri (Longone Sabino) (RI)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Prerequisiti: Rieti
  • Linea di riferimento: Rieti – Longone Sabino
  • Frequenza: rara
  • Distanza approssimativa da Roma: 100 km (si conta il totale in tratte chilometriche dei bus da prendere, la distanza in linea d’aria può essere inferiore)

Come arrivare a Roccaranieri da Roma e come tornare

Roccaranieri è servita dalla linea bus Cotral Rieti – Longone Sabino che come descritto nel relativo articolo ha uno strabiliante numero di corse giornaliere pari a 2 più 1 limitata a Roccaranieri (non raggiunge Longone) delle quali la prima è svolta in orario impossibile da prendere per chi parte da Roma e dunque di fatto la linea, anche se ne porta il nome, è inutilizzabile per visitare Longone causa numero di corse insufficiente (andata senza ritorno).

La stessa linea si può invece utilizzare per visitare Roccaranieri, sia perché beneficia della terza corsa limitata, sia perché passa quasi un’ora di tempo tra il passaggio di andata e quello di ritorno della seconda corsa.

Questa “seconda corsa” è quella che parte da Rieti alle 14:10 e riparte da Longone alle 15:35. Nel frattempo all’andata passa a Roccaranieri alle 14:53 circa e al ritorno ci ripassa alle 15:48 circa (da orario 15:56 ma fa un po’ prima). Quindi si può partire da Rieti alle 14:10, scendere a Roccaranieri alle 14:53, e mentre il bus riparte e fa il giro delle altre frazioni, raggiunge Longone, e ritorna a Roccaranieri quasi un’ora dopo, si sfrutta questo tempo per visitare Roccaranieri in meno di un’ora e tornare a Rieti con lo stesso bus.

La terza e ultima corsa invece parte da Rieti alle 17:55 e riparte da Roccaranieri per Rieti alle 18:50; usando questa come ritorno il tempo di visita passa da un’ora a quasi 4 ore, che potrebbero essere un po’ troppe. Visti gli orari di fatto questa alternativa è praticabile solo d’estate con molte ore di luce.

In un modo o nell’altro comunque il tempo per visitare lo si ritaglia e quindi Roccaranieri si può definire visitabile con i mezzi pubblici, a differenza di Longone.

Attenzione che la terza corsa è anche l’ultima e dopo di essa non c’è nulla fino all’alba successiva ma se è Sabato non c’è nulla fino a due albe successive.

Capolinea e/o fermate principali

La prima fermata che si incontra è al bivio:

I bus però si addentrano fin qui:

Come in altri casi simili non c’è un punto di fermata preciso – fate cenno all’autista per salire – e il bus comunque deve fare una serie di manovre di retromarcia per rigirarsi prima di ripartire.

Da questo punto per il borgo basta proseguire a piedi ancora un po’.