Archivio mensile:settembre 2016

Civita Castellana (VT)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: SI
  • Servito da: bus CO.TRA.L., ferrovia Roma – Civita Castellana – Viterbo (ATAC), treno regionale Trenitalia
  • Gestore servizio trasporto pubblico urbano: Vitertur
  • Cambi (quanti mezzi prendere, minimo): 1
  • Prerequisiti: nessuno
  • Linee di riferimento:
    • (COTRAL): Roma Saxa Rubra – (Via Flaminia) – Civita Castellana
    • COTRAL): Roma Saxa Rubra – (Formello – Campagnano di Roma -) Monterosi – Nepi – Castel Sant’Elia – Civita Castellana
    • (COTRAL): Roma Saxa Rubra – Mazzano di Roma – Calcata – Faleria – Civita Castellana
    • (ATAC): Roma Flaminio – Roma Saxa Rubra – […] – Sacrofano bv – Riano bv – Castelnuovo di Porto bv – Morlupo bv – Rignano Flaminio – Sant’Oreste bv – Civita Castellana – Faleri – Fabrica di Roma – […] – Vignanello – […] – Soriano nel Cimino – […] – Bagnaia – Viterbo
    • (TRENITALIA): Fiumicino Aeroporto – […] – Roma Ostiense – […] – Roma Tiburtina – […] – Monterotondo – Piana Bella di Montelibretti – Fara Sabina – Poggio Mirteto – Gavignano Sabino – Stimigliano – Collevecchio – Civita Castellana – Gallese – Orte [FL1]
  • Distanza approssimativa da Roma: 50 km (considerando la tratta Cotral, la più breve)
  • Capolinea di Roma di riferimento: Roma Saxa Rubra (Cotral), Roma Flaminio (Atac), Roma Tiburtina (Trenitalia)

Come arrivare a Civita Castellana da Roma

Così come “tutte le strade portano a Roma”, sembra quasi che “tutte le linee che partono da Roma Saxa Rubra portano a Civita Castellana”. Be’, non è proprio così, ma è quello che ho pensato anni fa quando studiavo i percorsi delle linee bus Cotral per i paesi a nord di Roma. Si scopre che le corse che vanno a Nepi, Castel Sant’Elia, Formello, Campagnano, Mazzano, Calcata, Faleria, tranne poche eccezioni sono tutte dirette a Civita Castellana, per strade diverse.

Il vantaggio, per chi vuole andare a Civita Castellana con bus Cotral, è che può sfruttare addirittura 3 linee diverse. Di queste la più rapida è senz’altro quella “Via Flaminia” mentre la più lenta è quella via Formello – Campagnano.

Oltre ai bus Cotral si può raggiungere Civita Castellana anche via treno, anzi, scegliendo tra due treni completamente diversi.

Uno è il treno regionale Trenitalia della linea Fiumicino Aeroporto – Orte: le corse dirette fino a Orte fermano anche a Civita Castellana. L’inconveniente è che la stazione Civita Castellana di Trenitalia è ben distante dalla città (località “Borghetto”) quindi dovrete coprire la distanza mancante con la navetta urbana; inoltre, a seconda della stagione, il treno potrebbe non essere esercitato la mattina tra le 8 e le 12 circa, o sostituito con bus.

L’altro è il treno che non ti aspetti, quello della ferrovia concessa “Roma – Civita Castellana – Viterbo” detta anche “Roma Nord”. Attualmente è in gestione all’atac di Roma; i biglietti in uso sono dei titoli di viaggio dedicati a questa linea: non potete usare i normali biglietti urbani atac né funzionano i biglietti Cotral. Dovrete comprare gli appositi biglietti alle biglietterie atac delle varie stazioni, Roma Flaminio in primis. Le corse a disposizione non sono molte, dovrete studiare gli orari aggiornati; alcune corse potrebbero partire da Montebello non da Flaminio quindi in quel caso dovrete prima prendere il trenino da Flaminio in versione urbana fino a Montebello e da lì cambiare con bus sostitutivo. La domenica invece questi inconvenienti non ci sono e c’è un bel treno alle 9:30 perfetto per partire in gita, e soprattutto ci sono dei ritorni sempre con treno nel pomeriggio. Altro punto a favore di questo treno rispetto a quello Trenitalia è che ferma in città, pochi minuti a piedi dal centro storico.

Riassumendo, le opzioni di viaggio qui sono veramente tante; per scegliere conviene considerare soprattutto quando volete viaggiare:

  • se dovete recarvi a Civita Castellana di mattina presto, può essere conveniente il treno Trenitalia + navetta urbana
  • nei giorni feriali partendo di mattina non presto, il Cotral versione “via Flaminia” è l’ideale
  • nei giorni festivi suggerisco di prendere il treno atac

Panoramicamente parlando, tutte le soluzioni disponibili a mio avviso meritano il viaggio in se’. Se visiterete Civita Castellana più di una volta, per se’ stessa o come passaggio per raggiungere altre località, quando avrete acquisito dimestichezza, provate ogni tanto a cambiare rotta; a tal fine però considerate che la linea Cotral “via Flaminia” e il treno atac ricalcano praticamente lo stesso percorso fino a poco dopo Sant’Oreste.

Economicamente parlando, la soluzione meno costosa è il treno atac: tratta 6, costo 3,10€ da Roma Flaminio; il Cotral, da Roma Saxa Rubra, è tratta 5, costo 3,40€, infine il treno Trenitalia è il più costoso: 4,00€ contando da Roma Tiburtina e in più dovrete aggiungere un euro circa per la navetta urbana.

Come tornare a Roma da Civita Castellana

Tutte le soluzioni citate per l’andata hanno dei loro equivalenti di ritorno, lungo tutto l’arco della giornata: consultate gli orari ufficiali aggiornati delle varie compagnie di trasporto e scegliete la soluzione che fa per voi, non dando mai nulla per scontato.

Capolinea e/o fermate principali

Cominciando alla lontana, questo è il piazzale della stazione ferroviaria di Trenitalia (linea FL1 Fiumicino Aeroporto – Orte):

Siamo fortunati: la macchinina di Google Maps è passata proprio mentre era in sosta la navetta urbana di collegamento con la città. Ricordate che se venite a Civita con questo treno dovrete per forza far uso di questa navetta quindi studiate anche i suoi orari, sul sito della compagnia (Vitertur). La linea è la n. 1; la fermata della stazione si chiama “Borghetto” dal nome della frazione, che a sua volta prende il nome da quei ruderi di un castello / torre che avrete sicuramente visto dal treno se sedevate a sinistra.

Ecco invece la stazione atac:

Come vedete allargando la mappa siamo molto più vicini al centro qui rispetto all’altra stazione: basta scendere a destra rispetto all’immagine, attraversare il ponte, e siamo arrivati in pieno centro storico.

I bus Cotral delle linee da/per Roma fanno ancora meglio perché salgono dentro la rupe e attraversano il centro storico. Proveniendo da Roma la fermata più centrale in assoluto è qui:

Onestamente è un po’ che non ci vado e non ricordo se ferma esattamente qui o un po’ più avanti dopo le strisce e di fronte all’istituto.

Dopo questa fermata i bus proseguono e poi girano a destra scendendo fino al ponte e attraversandolo, facendo fermata a ridosso della stazione atac; stavolta la fermata è chiaramente indicata da palina Cotral che oggi c’è anche dall’altro lato anche se nell’immagine Google di qualche anno fa non c’è:

Le fermate di ritorno Cotral sono di fronte a quelle di andata; quella più centrale è davanti all’istituto.

Tornando un attimo al treno atac, la fermata successiva a Civita Castellana, “Catalano”, in realtà è ancora all’interno di Civita Castellana ma nella parte nuova; le due stazioni sono molto vicine tra loro. Negli orari atac noterete probabilmente delle corse con capolinea a Catalano: perché a Catalano e non a Civita Castellana? Perché a Catalano c’è anche la rimessa per i treni.

Civita Castellana come nodo di scambio

Civita Castellana è da considerarsi nodo di scambio non solo per i numerosi mezzi a disposizione per raggiungerla, ma perché da qui si passa e si cambia con altri bus Cotral per raggiungere altre località del circondario, per esempio Fabrica di Roma, Corchiano, ma anche Magliano Sabina, Montebuono. Ne parleremo meglio nei relativi articoli; qui accenniamo che queste altre linee Cotral NON passano per il centro storico di Civita Castellana come le linee per Roma e non passano neanche davanti alla stazione atac, ma vanno prese come fermata un po’ più in là, a via Giuseppe Mazzini, o direttamente al capolinea di fronte al deposito.

Bus Cotral in fermata a via Mazzini:

Il deposito/capolinea di Civita Castellana:

Giusto per essere chiari, non c’è bisogno di spingersi fin qui per visitare Civita Castellana in se’: il capolinea è utile in alcuni orari per cambiare con altre linee Cotral per altre destinazioni, che tratteremo in successivi articoli.

Annunci

Villa Latina (FR)

Informazioni principali

  • Stato percorso: N/A
  • Visitabile nei giorni feriali: NO
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Prerequisiti: Sora
  • Linea di riferimento: SoraVilla Latina
  • Frequenza: impossibile
  • Distanza approssimativa da Roma: 140 km

Come (non) arrivare a Villa Latina da Roma e come (non) tornare

Anche Villa Latina fa parte del gruppo di comuni della Valle di Comino non visitabili per un esterno con il trasporto pubblico, sempre per il solito motivo: le corse disponibili sono troppo poche e in orari inaccessibili.

La linea Cotral c’è, parte da Sora e transita prima nei pressi di Atina ma non al centro; c’è solo una corsa all’alba da Villa Latina a Sora e una al pomeriggio da Sora a Villa Latina, dopodiché non c’è altro.

In condizioni simili si trovano, lo ricordiamo: Casalattico, Posta Fibreno (da Gennaio 2016), Settefrati e probabilmente anche altri ancora.

Settefrati (FR)

Informazioni principali

  • Stato percorso: N/A
  • Visitabile nei giorni feriali: NO
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Prerequisiti: Sora
  • Linea di riferimento: SoraSettefrati bv (Colle Fornelle)
  • Frequenza: impossibile
  • Distanza approssimativa da Roma: 140 km

Come (non) arrivare a Settefrati da Roma e come (non) tornare

Leggende narrano che i bus Cotral un tempo arrivassero anche a Settefrati paese. Purtroppo ormai da anni le corse limitano al “bivio”, a svariati km di distanza, e sembra che la limitazione sia stata chiesta proprio dal comune di Settefrati per problemi di viabilità.

Allo stato attuale ciò che resta del servizio è quindi la classica coppia di corse alba-pomeriggio, comunque inutilizzabili da un esterno perché sono all’alba verso Sora e al pomeriggio da Sora non il contrario, con in più l’aggravante della limitazione al bivio.

Sull’app ufficiale la corsa del pomeriggio risulta in partenza da Sora con destinazione “Colle Fornelle (bivio per Settefrati)”; l’unico bus che ho visto finora in servizio su questa corsa tabellava “SORA – SETTEFRATI BV”.

Sempre stando alle leggende ci dovrebbe essere una navetta comunale dal bivio al paese di Settefrati ma non lo posso né confermare né smentire. In ogni caso non ci faremmo nulla perché una volta scesi dal bus del pomeriggio non potremmo più tornare né a Sora né a Roma perché non ci sono comunque corse successive.

Campoli Appennino (FR)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Linea di riferimento: Sora Campoli Appennino
  • Gestore servizio trasporto pubblico urbano: N/A
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2 (o 3, dipende dalla rotta scelta per arrivare a Sora)
  • Frequenza: rara
  • Distanza approssimativa da Roma: 120 km (si conta il totale in tratte chilometriche dei bus da prendere, la distanza in linea d’aria può essere inferiore)
  • Prerequisito: Sora

Come arrivare a Campoli Appennino da Roma

Arrivare prima a Sora poi da lì (dal capolinea davanti alla stazione ferroviaria) linea Cotral dedicata per Campoli Appennino.

NB se uno parte da Roma in definitiva c’è solo una corsa da Sora a Campoli utile per l’andata ed è verso le 11:30; consultate gli orari ufficiali aggiornati per conferma. In sostanza, dovete prima arrivare a Sora in tempo per le 11:30 quando parte quest’unica corsa di andata per Campoli.

Come tornare a Roma da Campoli Appennino

Tornare dapprima a Sora con i ritorni della linea citate sopra, poi da Sora varie soluzioni per tornare a Roma: leggete il relativo articolo.

NB in orario non-scolastico di corse di ritorno utilizzabili ce n’è solo una. In orario scolastico, due, a distanza di mezz’ora circa, sempre intorno alle 14; consultate gli orari ufficiali aggiornati per conferma. Secondo voi quindi qual’è il periodo migliore per visitare Campoli? Tra parentesi la corsa di ritorno serale non la considero perché è dopo le sette di sera: anche se arrivate a Sora poi come ci ritornate più a Roma a quell’ora? L’ultima corsa Cotral Sora – Roma è proprio alle 19, ma alle 19 la corsa da Campoli non è neanche ancora partita!

Se vi sembra un servizio troppo esiguo, tenete presente che Campoli è stata “risparmiata” dall’ultima riforma orari di Gennaio 2016, che invece ha prodotto tagli al servizio per località limitrofe come per es. Posta Fibreno, che è diventata non-visitabile proprio in seguito ai tagli.

Poiché il capolinea di ritorno è diventato in realtà una fermata, il bus riparte subito senza fermarsi ad attendere l’orario anche se magari è arrivato in anticipo (vedere paragrafo seguente), quindi siate pronti in anticipo per il ritorno.

Capolinea e/o fermate principali

Fino a non molto tempo fa (scrivo in estate 2016) la fermata/capolinea era qui, con segnaposto la pensilina sulla destra:

Ora invece non c’è più un vero capolinea ma solo una fermata di transito, dopodiché il bus riparte subito. Attenzione: ciò significa che se il bus arriva un po’ prima riparte anche prima, quindi presentatevi in fermata in anticipo. La fermata/capolinea attuale è più giù, anche in questo caso l’unico segnaposto è una pensilina, stavolta al centro dell’immagine. Molto probabilmente anche in precedenza nei giorni di sagre / eventi nei quali via Marconi è occupata da stand etc.  le corse limitavano comunque qui.

La posizione di questa pensilina lascia perplessi fin quando non si fa un giro di prova e si scopre che la linea Cotral segue in realtà un percorso circolare: per salire a Campoli usa una strada diversa da quella che usa per scendere a Sora – anche se ha lo stesso nome, SP96. Proveniendo da Sora con la SR 666, gira a sinistra all’altezza di Colle di Sora I per la SP96 in salita, arriva al bivio di fermata e poi ridiscende a destra facendo il giro attorno al colle dalla parte opposta, ritornando sulla SR 666 e scendendo verso Sora.

Ultima nota: questa fermata viene comunque effettuata anche se per qualche motivo il bus sale ancora più su al vecchio capolinea. In questo caso prima risale, poi ritorna qui e fa fermata.

Il consiglio è quindi di attendere sempre qui il bus di ritorno: più su ormai non ci sale più salvo eccezioni imprevedibili mentre quest’altra fermata è sicura.