Archivi categoria: ritorno asimmetrico da considerare

Prossedi (LT)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Prerequisiti: Frosinone, Priverno
  • Linee di riferimento:
    • Frosinone – Ceccano – Prossedi – Priverno – Latina
    • Latina – Pontinia – Priverno – ProssediPriverno
  • Frequenza complessiva: discreta
  • Distanza approssimativa da Roma: 110 km (si conta il totale in tratte chilometriche dei bus da prendere, la distanza in linea d’aria può essere inferiore)

Come arrivare a Prossedi da Roma

Prossedi si trova sul percorso della linea bus Cotral che collega i capoluoghi di provincia Frosinone e Latina passando anche per Ceccano e Priverno. No, ad oggi non segue la superstrada dei Monti Lepini – lo scopo della linea non è tanto quello di collegare i due capoluoghi tra loro ma piuttosto collegare gli altri centri situati sul percorso, tra cui Prossedi, ai capoluoghi.

Partendo da Roma ci sono quindi ben quattro tragitti possibili, tutti in due passaggi dove il primo consiste nel raggiungere uno dei quattro nodi di scambio sopra citati (fate riferimento ai relativi articoli cliccando sui link) e il secondo di prendere questa linea Cotral che serve anche il comune di Prossedi.

Questo imbarazzo della scelta però fa i conti senza l’oste, rappresentato in questo caso dagli orari. La linea già di per sé non è molto frequente, inoltre ci sono significative variazioni tra orario scolastico e non scolastico, infine ci sono anche corse “limitate” ad esempio tra Priverno e Prossedi. Cerchiamo di mettere un po’ d’ordine, assumendo di voler arrivare a Prossedi di mattina e ripartire il pomeriggio.

Intanto da Frosinone ci si può arrivare di mattina solo con l’orario non scolastico: mi riferisco alla corsa delle 9:45 da Frosinone via Tiburtina, che passa anche per il nuovo capolinea Pertini e davanti alla stazione ferroviaria. Al momento di stesura dell’articolo questa corsa è attiva, ma fino a pochi mesi fa con l’orario scolastico invece non c’era. Ricordo la confusione che provai: un giorno stavo a Frosinone per andare a visitare un altro centro e presi nota che c’era questa corsa per Latina via Prossedi in buon orario. Più tardi però quando riconsultai l’orario per visitare Prossedi, tale corsa era sparita. Che me la fossi sognata, possibile? Soppresa il sabato? No, semplicemente tra la prima e la seconda consultazione l’orario era passato da non scolastico a scolastico. Questa corsa volendo si può prendere anche a Ceccano anziché a Frosinone ma occhio agli orari dei treni rispetto al passaggio del bus.

In orario scolastico, senza la corsa mattutina da Frosinone, si può arrivare comunque di mattina a Prossedi ma in modo più scomodo da Priverno. Più scomodo perché bisogna prima arrivare in treno a Priverno-Fossanova e cambiare con bus Cotral o bus urbano – da verificare gli orari aggiornati, trovare l’incrocio giusto – che porti a Priverno capolinea (in città) in tempo per il passaggio della corsa partita da Latina, oppure partire da Latina con un percorso molto lungo e l’ostacolo di doverci arrivare abbastanza presto. Ci sono queste complicazioni perché la linea Cotral in questione passa per Priverno ma non anche alla stazione di Priverno-Fossanova perché fuori rotta.

Oppure, accontentandosi di arrivare nel primo pomeriggio, c’è una corsa che parte sempre da Latina in tarda mattinata e arriva verso mezzogiorno e mezza per poi riscendere a Priverno. Di nuovo, verificate gli orari aggiornati e tenete presente se è in vigore l’orario scolastico o quello non scolastico.

Come tornare a Roma da Prossedi

Anche per il ritorno, in base all’orario e alle sue corse disponibili – che ripeto, non sono molte – ci sono le stesse possibilità dell’andata, utilizzando la stessa linea bus Cotral: ritorno a Roma cambiando o a Frosinone, o a Latina, o a Priverno, o a Ceccano. Via Latina e Via Priverno richiedono un passaggio in più perché il bus non ferma alla stazione ferroviaria ma in centro.

Tenete presente che per come sono spaziati gli orari la soluzione migliore potrebbe essere quella di tornare proseguendo nello stesso verso dell’andata fino a raggiungere il capoluogo opposto a quello di partenza! Ad esempio io ci sono arrivato via Frosinone e poi sono ripartito via Priverno e poi Latina ma forse la prossima volta farò viceversa.

Capolinea e/o fermate principali

Da orario ufficiale la fermata principale Cotral a Prossedi è situata in “p.zza Umberto I” che è questa:

L’immagine Google Maps è del 2011, nel frattempo alcuni dettagli sono cambiati.

Intanto, sulla sinistra, oggi manca una palina con il logo Cotral ma vale la pensilina – che è del servizio urbano del comune – come segnaposto di fermata. La pensilina non è più quella immortalata da Google Maps ma un’altra nuova. La palina del servizio urbano non c’è più. Il corpo della piazza (sulla destra) non è più asfaltato ma ricoperto di lastre di marmo. Non ho fatto caso se c’è ancora l’eccezione per i bus al divieto di transito, di certo è che c’erano un sacco di macchine parcheggiate a rovinare irrimediabilmente il colpo d’occhio della piazza.

L’inquadratura è in direzione Frosinone, quindi se arrivate da Frosinone vedrete la visuale opposta; il segnaposto di fermata è comunque la pensilina.

Da quest’inquadratura si vede che attaccata alla vecchia pensilina c’era anche una rara palina Acotral di tipo capolinea che oggi purtroppo non c’è più:

La corsa di mezzogiorno che proviene da Latina e riparte per Priverno non risale direttamente a Prossedi ma fa un giro per entrare in piazza come se provenisse da Frosinone – forse proprio perché non è più consentita manovra bus in piazza?

Gradoli (VT)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 3
  • Prerequisiti: Acquapendente, San Lorenzo Nuovo
  • Linee di riferimento:
    • Acquapendente – Grotte di Castro – GradoliAcquapendente
    • Acquapendente – Grotte di Castro – Gradoli – Bolsena – Montefiascone – Viterbo
  • Frequenza: discreta
  • Distanza approssimativa da Roma: 140 km (si conta il totale in tratte chilometriche dei bus da prendere, la distanza in linea d’aria può essere inferiore)

Come arrivare a Gradoli da Roma

Gradoli e la vicina Grotte di Castro sono località servite dalla linea Cotral Viterbo – Acquapendente nella sola versione “allungata” tra Bolsena e San Lorenzo Nuovo, più da un’altra linea Cotral di percorso circolare da/per Acquapendente.

Occorre quindi innanzitutto arrivare a Viterbo in tempo per prendere una delle corse per Acquapendente. La corsa di riferimento per me è quella delle 10 da Viterbo che prosegue fino ad Abbadia San Salvatore; ce ne sono anche di successive ma con quelle non si riesce ad arrivare di mattina.

Il menu di viaggio se uno vuole arrivare prima di mezzogiorno è quasi obbligato. Con gli orari attuali (verificate quelli ufficiali per eventuali aggiornamenti) i primi due passaggi da fare sono:

  • prendere la corsa Cotral delle 8:30 da Roma Saxa Rubra per Viterbo
  • a Viterbo cambiare con altra corsa Cotral delle 10 per Acquapendente – Abbadia San Salvatore

Ad oggi questa corsa delle 10 così come la corsa sorella delle 10 per Valentano – Farnese – Manciano sono entrambe in coincidenza con quella proveniente da Roma. Ciò significa che anche se il bus da Roma fa un po’ di ritardo queste corse in partenza da Viterbo aspettano al capolinea che arrivi il bus da Roma. Se non vi sentite sicuri potete comunque scendere prima del capolinea, a Viterbo Porta Fiorentina, visto che la corsa delle 10 dal capolinea fa il giro appunto per Porta Fiorentina.

Fin qui tutto bene e ragionevole, purtroppo però siamo giunti al “ma” di questa storia perché la linea Cotral Viterbo – Acquapendente non segue sempre l’allungo Gradoli – Grotte di Castro tra Bolsena e San Lorenzo Nuovo ma solo in alcuni orari: altre corse seguono il percorso più diretto, compresa – qui la fregatura – proprio quella partita alle 10 da Viterbo. Da qui la necessità di cambiare un’altra volta con la corsa che finalmente vi porterà a Gradoli.

Come se non bastasse, l’ora e il luogo dove effettuare questo ultimo cambio dipende dall’orario in vigore: scolastico o non scolastico?

  • in orario scolastico c’è una corsa che parte da Acquapendente alle 10:50 diretta a Viterbo che passa per San Lorenzo Nuovo – Grotte di Castro – Gradoli – Bolsena – Montefiascone. Supponendo di essere partiti da Viterbo con la corsa delle 10:00 per Acquapendente -> Abbadia San Salvatore, in questo caso non bisogna arrivare fino ad Acquapendente perché si fa troppo tardi: il cambio va fatto per forza a San Lorenzo Nuovo
  • in orario non scolastico la corsa sopramenzionata semplicemente non c’è; quella successiva parte alle 12:30 da Acquapendente ed è della linea circolare breve “Acquapendente – Grotte di Castro – Gradoli – Acquapendente”. Ne consegue che in orario non scolastico è impossibile arrivare a Grotte di Castro prima di mezzogiorno. In questo caso considerando di esser partiti da Viterbo con la corsa delle 10 c’è oltretutto un’ora di slargo (attesa) tra l’arrivo e la ripartenza con l’ultimo cambio per cui potete scegliere se scendere a San Lorenzo Nuovo o ad Acquapendente.
    • se anche uno si sforzasse di arrivare a Viterbo per le 9 sarebbe inutile perché la corsa precedente che passa per Grotte di Castro – Gradoli parte anch’essa alle 9, da Acquapendente

Siamo già parecchio lontani da Roma: per arrivare ad Acquapendente ci vogliono due ore e mezza di pullman, più un’altra decina/ventina di minuti dell’ultimo cambio e siamo sulle tre ore.

Sarebbe tutto più semplice se la linea Viterbo – Acquapendente passasse sempre per Grotte di Castro e Gradoli tra Bolsena e San Lorenzo Nuovo.

Oppure, potrebbe anche non passarci mai se solo la linea circolare Acquapendente – Grotte di Castro – Gradoli – Acquapendente fosse sempre ben cadenzata e in coincidenza con la precedente.

Purtroppo non è così, c’è il fritto misto di corse e percorsi e tocca barcamenarsi con gli ostacoli descritti sopra.

Per completezza, in periodo scolastico per Grotte di Castro e Gradoli passano anche corse scolastiche di ritorno da Montefiascone o da Bagnoregio ma solo nel primo pomeriggio.

Come tornare a Roma da Gradoli

Per il ritorno in base all’orario (verificate quelli ufficiali aggiornati) si può o tornare momentaneamente ad Acquapendente e da lì cambiare per Viterbo, oppure prendere una delle due corse pomeridiane che da Acquapendente vanno a Viterbo passando anche per Grotte di Castro – Gradoli. Da Viterbo poi si rientra a Roma o con altro Cotral o col treno.

Attenzione a quando parte l’ultima corsa da Acquapendente per Viterbo perché dopo di essa è game over. Ad oggi ad esempio, e siamo in estate, è alle 17:20. Sulla linea dopo tale ora circolano solo corse da Viterbo verso Acquapendente, anche fin dopo le 20. Questo fa capire che il servizio è impostato considerando partenze dai centri periferici ai capoluoghi e non viceversa.

Capolinea e/o fermate principali

La fermata di riferimento è questa, con segnaposto una pensilina e palina:

La pensilina è sul lato in direzione Bolsena / Viterbo. In direzione opposta (Grotte di Castro) è di fronte. Non c’è in assoluto un lato per Acquapendente nel senso che se la corsa proviene da Montefiascone – Viterbo è sul lato “Grotte di Castro”, se la corsa è della linea circolare da/per Acquapendente, la fermata è sul lato “Bolsena / Viterbo”.

La palina (sbiancata) si vede meglio guardando dall’altra parte:

Grotte di Castro (VT)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 3
  • Prerequisiti: Acquapendente, San Lorenzo Nuovo
  • Linee di riferimento:
    • AcquapendenteGrotte di Castro – Gradoli – Acquapendente
    • AcquapendenteGrotte di Castro – Gradoli – Bolsena – Montefiascone – Viterbo
  • Frequenza: discreta
  • Distanza approssimativa da Roma: 140 km (si conta il totale in tratte chilometriche dei bus da prendere, la distanza in linea d’aria può essere inferiore)

Come arrivare a Grotte di Castro da Roma

Grotte di Castro e la vicina Gradoli sono località servite dalla linea Cotral Viterbo – Acquapendente nella sola versione “allungata” tra Bolsena e San Lorenzo Nuovo, più da un’altra linea Cotral di percorso circolare da/per Acquapendente.

Occorre quindi innanzitutto arrivare a Viterbo in tempo per prendere una delle corse per Acquapendente. La corsa di riferimento per me è quella delle 10 da Viterbo che prosegue fino ad Abbadia San Salvatore; ce ne sono anche di successive ma con quelle non si riesce ad arrivare di mattina.

Il menu di viaggio se uno vuole arrivare prima di mezzogiorno è quasi obbligato. Con gli orari attuali (verificate quelli ufficiali per eventuali aggiornamenti) i primi due passaggi da fare sono:

  • prendere la corsa Cotral delle 8:30 da Roma Saxa Rubra per Viterbo
  • a Viterbo cambiare con altra corsa Cotral delle 10 per Acquapendente – Abbadia San Salvatore

Ad oggi questa corsa delle 10 così come la corsa sorella delle 10 per Valentano – Farnese – Manciano sono entrambe in coincidenza con quella proveniente da Roma. Ciò significa che anche se il bus da Roma fa un po’ di ritardo queste corse in partenza da Viterbo aspettano al capolinea che arrivi il bus da Roma. Se non vi sentite sicuri potete comunque scendere prima del capolinea, a Viterbo Porta Fiorentina, visto che la corsa delle 10 dal capolinea fa il giro appunto per Porta Fiorentina.

Fin qui tutto bene e ragionevole, purtroppo però siamo giunti al “ma” di questa storia perché la linea Cotral Viterbo – Acquapendente non segue sempre l’allungo Gradoli – Grotte di Castro tra Bolsena e San Lorenzo Nuovo ma solo in alcuni orari: altre corse seguono il percorso più diretto, compresa – qui la fregatura – proprio quella partita alle 10 da Viterbo. Da qui la necessità di cambiare un’altra volta con la corsa che finalmente vi porterà a Grotte di Castro.

Come se non bastasse, l’ora e il luogo dove effettuare questo ultimo cambio dipende dall’orario in vigore: scolastico o non scolastico?

  • in orario scolastico c’è una corsa che parte da Acquapendente alle 10:50 diretta a Viterbo che passa per San Lorenzo Nuovo – Grotte di Castro – Gradoli – Bolsena – Montefiascone. Supponendo di essere partiti da Viterbo con la corsa delle 10:00 per Acquapendente -> Abbadia San Salvatore, in questo caso non bisogna arrivare fino ad Acquapendente perché si fa troppo tardi: il cambio va fatto per forza a San Lorenzo Nuovo
  • in orario non scolastico la corsa sopramenzionata semplicemente non c’è; quella successiva parte alle 12:30 da Acquapendente ed è della linea circolare breve “Acquapendente – Grotte di Castro – Gradoli – Acquapendente”. Ne consegue che in orario non scolastico è impossibile arrivare a Grotte di Castro prima di mezzogiorno. In questo caso considerando di esser partiti da Viterbo con la corsa delle 10 c’è oltretutto un’ora di slargo (attesa) tra l’arrivo e la ripartenza con l’ultimo cambio per cui potete scegliere se scendere a San Lorenzo Nuovo o ad Acquapendente.
    • se anche uno si sforzasse di arrivare a Viterbo per le 9 sarebbe inutile perché la corsa precedente che passa per Grotte di Castro – Gradoli parte anch’essa alle 9, da Acquapendente

Siamo già parecchio lontani da Roma: per arrivare ad Acquapendente ci vogliono due ore e mezza di pullman, più un’altra decina/ventina di minuti dell’ultimo cambio e siamo sulle tre ore.

Sarebbe tutto più semplice se la linea Viterbo – Acquapendente passasse sempre per Grotte di Castro e Gradoli tra Bolsena e San Lorenzo Nuovo.

Oppure, potrebbe anche non passarci mai se solo la linea circolare Acquapendente – Grotte di Castro – Gradoli – Acquapendente fosse sempre ben cadenzata e in coincidenza con la precedente.

Purtroppo non è così, c’è il fritto misto di corse e percorsi e tocca barcamenarsi con gli ostacoli descritti sopra.

Per completezza, in periodo scolastico per Grotte di Castro e Gradoli passano anche corse scolastiche di ritorno da Montefiascone o da Bagnoregio ma solo nel primo pomeriggio.

Come tornare a Roma da Grotte di Castro

Per il ritorno in base all’orario (verificate quelli ufficiali aggiornati) si può o tornare momentaneamente ad Acquapendente e da lì cambiare per Viterbo, oppure prendere una delle due corse pomeridiane che da Acquapendente vanno a Viterbo passando anche per Grotte di Castro – Gradoli. Da Viterbo poi si rientra a Roma o con altro Cotral o col treno.

Attenzione a quando parte l’ultima corsa da Acquapendente per Viterbo perché dopo di essa è game over. Ad oggi ad esempio, e siamo in estate, è alle 17:20. Sulla linea dopo tale ora circolano solo corse da Viterbo verso Acquapendente, anche fin dopo le 20. Questo fa capire che il servizio è impostato considerando partenze dai centri periferici ai capoluoghi e non viceversa.

Capolinea e/o fermate principali

Come complicazione finale da tener presente, il transito dei bus Cotral per Grotte di Castro avviene sempre nello stesso verso sia che il bus sia diretto a Viterbo che sia diretto ad Acquapendente. Il percorso è quello naturale da Nord a Sud mentre diventa innaturale nel verso opposto perché i bus prima girano al largo poi entrano in paese come se provenissero da Acquapendente, lo percorrono come se scendessero verso Viterbo, infine dopo essere usciti dal paese risalgono ad Acquapendente rifacendo una seconda volta lo stesso pezzetto di strada. Per quanto riguarda invece la linea circolare Acquapendente – Grotte di Castro – Gradoli – Acquapendente il percorso che fa è quello naturale da Nord a Sud. Potete verificare quanto detto con il tool “Percorso e tariffe” (ex “Pianifica viaggio”) del sito ufficiale.

La fermata principale è guarda caso quella che non ha alcun segnaposto di fermata, “p.zza Cavour”:

Google Maps non si è avvicinata più di così ma dovete immaginare che il bus proviene alle spalle rispetto all’inquadratura e ferma qualche metro più avanti giusto all’angolo col muro davanti con la targhetta “Piazza Cavour”.

Un’altra fermata riportata è “Via Roma” che è precedente, stavolta con pensilina e palina, però giusto per non farci mancare niente è posizionata sul lato sbagliato: per quanto spiegato prima il verso di percorrenza è sempre quello opposto.

Ripi (FR)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Prerequisito: Frosinone
  • Linea di riferimento Cotral:
    • Frosinone (Via Tiburtina) – Frosinone Pertini – Frosinone FS – Torrice – RipiStrangolagalli Frosinone
  • Frequenza: discreta
  • Distanza approssimativa da Roma: 110 km (si conta il totale in tratte chilometriche dei bus da prendere, la distanza in linea d’aria può essere inferiore)

Come arrivare a Ripi da Roma

Occorre arrivare prima a Frosinone, da lì partono corse bus Cotral che fermano anche a Ripi. Quando cercate le corse sul sito ufficiale ricordatevi di scrivere anche “vittoria” oltre a “ripi” (la fermata principale è in Piazza della Vittoria) altrimenti vi farà vedere anche le corse che Ripi la costeggiano soltanto – da lì sarebbero 3 km a piedi.

Verificate sempre gli orari ufficiali aggiornati ma attualmente – e da qualche anno:

  • la prima corsa utile è della linea per Strangolagalli, quindi sul bus ci sarà scritto Strangolagalli come destinazione e potrebbe non esserci scritto Ripi tra le fermate – nel dubbio chiedete
  • parte dal capolinea secondario di Via Tiburtina, ferma al nuovo capolinea di Piazza Pertini e poi anche davanti alla stazione ferroviaria
  • come tutte le corse in partenza da Frosinone Tiburtina, il passaggio a Piazza Pertini è di tipo fermata: se nessuno fa cenno di voler fermare l’autobus per salire, quasi certamente non si fermerà! (perché appunto non è capolinea) Quindi visto che le corse sono poche, siate pronti a fermare quella che vi serve quando passa
  • parte dopo le 11

Come tornare a Roma da Ripi

Corsa Cotral di ritorno per Frosinone, direttamente o in base alla fascia oraria proseguendo prima fino a Strangolagalli e poi cambiando da lì per Frosinone – quando ci sono andato io ho preferito far così, ad esempio.

Verificate gli orari ufficiali aggiornati e occhio che le corse a disposizione sono comunque poche.

Una volta tornati a Frosinone, treno regionale per Roma Termini o altro bus Cotral per Roma Anagnina.

Capolinea e/o fermate principali

La fermata principale è in Piazza della Vittoria, qui sulla destra dove si vede una panchina:

L’immagine è un po’ datata perché oggi c’è anche una pensilina come segnaposto di fermata.

Come percorso, i bus risalgono da qui:

e una volta saliti in piazza fanno il giro attorno al monumento ai caduti per poi posizionare la vettura in fermata.

Strangolagalli (FR)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Prerequisito: Frosinone
  • Linee di riferimento Cotral:
    • Frosinone (Via Tiburtina) – Frosinone Pertini – Frosinone FS – Torrice – Ripi – Strangolagalli Frosinone
  • Frequenza: discreta
  • Distanza approssimativa da Roma: 110 km (si conta il totale in tratte chilometriche dei bus da prendere, la distanza in linea d’aria può essere inferiore)

Come arrivare a Strangolagalli da Roma

Occorre arrivare prima a Frosinone, da lì corse bus Cotral per Strangolagalli.

Verificate sempre gli orari ufficiali aggiornati ma attualmente – e da qualche anno:

  • la linea per Strangolagalli parte dal capolinea secondario di Via Tiburtina
  • ferma poi al nuovo capolinea di Piazza Pertini e davanti alla stazione ferroviaria
  • come tutte le corse in partenza da Frosinone Tiburtina, il passaggio a Piazza Pertini è di tipo fermata: se nessuno fa cenno di voler fermare l’autobus per salire, quasi certamente non si fermerà! (perché appunto non è capolinea) Quindi visto che le corse sono poche, siate pronti a fermare quella che vi serve quando passa
  • la prima corsa utile è dopo le 11 e l’arrivo è previsto non prima di mezzogiorno
  • noterete che il percorso può cambiare da una corsa all’altra ed essere anche parecchio tortuoso prima di arrivare a Strangolagalli che è il capolinea; per il conteggio dei chilometri di viaggio ho considerato però il tragitto più breve che è percorso dai ritorni in orario non scolastico: quello che non passa per nessun altro comune, di 20 km

Come tornare a Roma da Strangolagalli

Corsa Cotral di ritorno per Frosinone, da lì treni regionali per Roma Termini o altro bus Cotral per Roma Anagnina.

In orario scolastico di pomeriggio tra le 14 e le 15 sembra esserci una doppia corsa per Frosinone ma forse è un errore perché di bus ne parte comunque uno solo. Effettivamente di bus ne arrivano due che sono corse scolastiche, i quali poi ripartono per Frosinone ma solo uno in servizio. Il consiglio è di non aspettare il secondo perché magari più vuoto… il secondo non c’è e il primo è già vuoto, probabilmente viaggerete comunque da soli.

Il percorso potrebbe variare in funzione della corsa che avete scelto: verificate gli orari ufficiali aggiornati. Ad esempio il bus potrebbe ripassare per Ripi e Torrice, oppure per Arnara e Ceccano, oppure puntare dritto a Frosinone.

Capolinea e/o fermate principali

Negli orari ufficiali pdf il capolinea a Strangolagalli si chiama “via Roma”. Il punto è nei pressi dell’ingresso al centro storico ma in questa immagine Google non è molto chiaro perché proprio lì stavano facendo dei lavori:

Oggi la situazione è questa, il capolinea è segnalato da nuove pensiline:

Da questo lato c’è sia il punto di arrivo delle corse da Frosinone che la partenza di quelle per Frosinone. In arrivo in base al percorso potrebbero anche fare il giro della circonvallazione prima, dando l’impressione di non entrare in Strangolagalli ma di passare solo al bivio:

Da qui ad esempio potrebbero invece di andare dritto girare a destra, fare il giro ed entrare in Strangolagalli dalla parte opposta – probabilmente questo perché poi ripartono per Frosinone e quindi in questo modo si posizionano già nella direzione giusta senza dover fare altre manovre.

Le corse che invece passano per Strangolagalli e proseguono oltre ad esempio per Cassino o Arce, dal bivio salgono direttamente (percorso opposto al precedente) e poi fermano più o meno qui sulla destra:

Serrone (FR)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Gestore servizio trasporto pubblico urbano: N/A
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 3
  • Prerequisiti: Anagni, Fiuggi, Paliano, Piglio, Roiate
  • Linee di riferimento Cotral:
    • Anagni – Paliano – Serrone
    • Fiuggi stazione – Acuto – Serrone
    • SerronePiglio
    • SerroneRoiate
  • Frequenza: discreta
  • Distanza approssimativa da Roma: 90 km

Mission: Serrone

Serrone è un vero osso duro per il viaggiatore che si vuole avventurare affidandosi solo ai mezzi pubblici:

  • le andate a disposizione sono poche (2), complicate e completamente diverse
  • i ritorni sono altrettanto pochi, complicati e anche questi completamente diversi tra loro
  • la complessità e diversità di andate e ritorni sono la causa dell’inserimento di così tanti altri comuni tra i prerequisiti: 5, un record probabilmente ineguagliabile
  • qualunque sia la soluzione scelta serve prendere comunque un minimo di 3 mezzi all’andata e 3 al ritorno, con slarghi (tempi d’attesa tra un cambio e l’altro) significativi
  • come al solito dopo una certa ora nel primo pomeriggio c’è vuoto totale di servizio
  • in alcuni periodi con orario ridotto (non scolastico) le corse sono ancora di meno rendendo l’impresa da difficile a impossibile. Es. sul pdf dei giorni di Pasqua 2017 in pratica ci sono le andate ma non i ritorni. A meno di errori di pubblicazioni sono condizioni surreali, quasi oniriche ma in senso negativo: da incubo

Insomma sembra che tutti i fattori di difficoltà si siano dati appuntamento a Serrone per formare un mix snervante e micidiale: in tanti altri casi difficili in genere il fattore di vera difficoltà è uno solo ma qui ogni dettaglio sembra remare contro. Destinazione decisamente sconsigliata a chi non ha ancora considerevole dimestichezza con la rete laziale di trasporto pubblico.

NB a scanso di equivoci la discussione qui riguarda come arrivare e tornare dal centro storico di Serrone: non parliamo della frazione “La Forma” che è molto più facilmente raggiungibile trovandosi lungo la Prenestina – ci passano sia la linea Roma OC – Filettino che le linee Piglio – Colleferro, e Piglio – Genazzano. Lusso totale, al confronto.

Premesso questo, come di consueto andiamo per ordine: andata, ritorno, fermate.

Come arrivare a Serrone da Roma

Dicevamo in apertura che ci sono due possibilità, complicate e completamente diverse tra loro: vediamole.

Cominciamo dalla più comoda che è la seguente: arrivare a prendere la corsa per Serrone proveniente da Anagni e con transito in Paliano.

Punti d’attenzione:

  • verificate gli orari aggiornati, quando ci sono andato io la corsa da Anagni partiva alle 11:35 e passava a Paliano poco dopo mezzogiorno
  • come potete leggere nei relativi articoli, per arrivare sia ad Anagni che a Paliano occorrono già 2 mezzi
  • inoltre, sia che scegliamo di prendere la corsa per Serrone da Anagni che da Paliano c’è almeno un’ora di slargo tra l’arrivo ad Anagni o Paliano e il passaggio di questa corsa
  • se la volete prendere da Paliano, sappiate che il transito di questa corsa è tutto particolare: prima percorre il viale sopra i bastioni, poi quello sotto i bastioni ed effettua a richiesta tutte le fermate che incontra su entrambi i viali
  • si arriva a Serrone verso le 12:30, la corsa riparte poi fuori servizio

Se questa è la soluzione più comoda…

L’alternativa è una corsa da Fiuggi stazione con partenza alle 9:45 (verificate gli orari ufficiali aggiornati) che permette di arrivare due ore prima, ma naturalmente occorre uscire di casa altrettante ore prima. Questo menu prevede:

  • treno delle 7:42 da Roma Termini per Frosinone, scendere ad Anagni FS
  • dalla stazione di Anagni prendere il Cotral per Fiuggi delle 8:30
  • da Fiuggi stazione, dopo un’ora di attesa, prendere la 9:45 per Serrone

In questo caso si arriva a Serrone alle 10:15. Non l’ho verificato ma è possibile che questa corsa sia la stessa che riparte da Serrone alle 10:25 per Anagni.

Sudori freddi? Aspettate il ritorno…

Come tornare a Roma da Serrone

Per il ritorno le corse sono due ma di queste due la seconda, che è anche l’ultima, è diversa a seconda del giorno della settimana (lunedì – venerdì / sabato).

Ricordate sempre di ricontrollare gli orari ufficiali aggiornati, non affidatevi 100% su quelli che riporto io, potrebbero cambiare in futuro.

La prima possibilità di ritorno è alle 14:09 per Piglio, da dove come sappiamo possiamo tornare a Roma abbastanza agevolmente in un paio di passaggi. Questa corsa è una scolastica di ritorno e proviene da Olevano Romano, in essa Serrone non è capolinea ma solo fermata quindi potrebbe anche passare in anticipo.

Dopodiché la seconda e ultima possiblità, pochi minuti dopo le 15, a seconda del giorno e dell’orario in vigore può essere:

Rimando ai relativi articoli dove spiego come tornare a Roma da tali comuni.

Ripeto che queste corse non sono esercitate entrambe in un dato giorno ma in alternativa tra loro a seconda del giorno della settimana.

Nel caso peggiore tra Serrone e la via Prenestina, dove girano altre linee Cotral, ci sono 2 km di provinciale in discesa in mezzo agli uliveti. Però non ci andate così senza un piano, verificate a che ora passano queste altre linee Cotral (saranno per Colleferro o Genazzano).

E se siete in una situazione disperata, fate venire un taxi da Fiuggi. A proposito, avete qualche numero?

Capolinea e/o fermate principali

L’unica fermata/capolinea indicata negli orari è “via dei Mille”. Prima di andarci di persona ho sempre creduto che fosse qui a questo tornante (notare pensilina a sinistra):

Invece sorpresa, è qui al tornante successivo:

Oggi l’aspetto di questo tornante è migliore e c’è una pensilina. Questo è il capolinea ma la pensilina del tornante precedente indica comunque una fermata valida. Quella pensilina è messa in direzione “ritorno” e all’andata la fermata è di fronte sulla stessa strada. In ogni caso i bus pronvengono sempre dal basso e risalgono fino al tornante capolinea dopodiché tornano giù.

Collevecchio (RI)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Linee di riferimento:
    • Gavignano Sabino FS – Forano – Stimigliano – Baracche di San Polo – Collevecchio – Tarano – Montebuono
    • Collevecchio FSCollevecchioBaracche di Tarano
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Frequenza: discreta
  • Distanza approssimativa da Roma: 70 km
  • Gestore servizio trasporto pubblico urbano: N/A
  • Prerequisito: Gavignano Sabino scalo

Come arrivare a Collevecchio da Roma

Collevecchio ha una sua propria stazione lungo la linea ferroviaria Orte – Fiumicino (FL1). Se tutto fosse semplice come dovrebbe uno potrebbe partire da Roma Tiburtina col treno, scendere alla stazione di Collevecchio e coprire il pezzo restante con bus navetta, a qualunque ora della giornata.

La realtà naturalmente non è così semplice e comoda. Anche se il modello generale di viaggio rimane treno+bus ci sono una serie di storture da gestire che ora andremo a descrivere.

Intanto gli orari disponibili delle coincidenze treno-bus si concentrano nel pomeriggio ma considerando anche quelle del ritorno la visita “solo pomeridiana” si può pensare di farla solo d’estate e con il rischio di tornare tardi a casa.

La prima e unica corsa bus utile per arrivare a Collevecchio la mattina, per un esterno, è quella delle 8:50 dalla stazione non di Collevecchio bensì dalla stazione precedente: Gavignano Sabino.

Se per caso è sospesa, vi conviene tornare a Roma e riprovare o un altro giorno o il pomeriggio ma da Collevecchio, visto che da Gavignano Sabino non ci sono altre corse e quelle successive che partono da Collevecchio iniziano dopo le 14.

Come tornare a Roma da Collevecchio

Il ritorno è più lineare perché più vicino alla situazione semplice e ideale di prendere un bus per arrivare alla stazione del paese stesso per poi prendere il treno di ritorno a casa.

Due accorgimenti:

  • occhio al buco tra le 15:35 e le 17:35. Sarebbe stato bello avere una corsa all’ora ma niente, ci doveva essere un buco nei passaggi. Sembra poi che il bus nel frattempo resti in sosta quasi un’ora a Baracche di Tarano.
  • occhio alla stazione ferroviaria di Collevecchio perché non ci sono biglietterie né, a memoria, bar: ci sono solo due banchine di cemento armato, un sovrappasso, macchinette per timbrare, e una vista sul fiume Tevere e il Monte Soratte. Oggi come oggi quindi si è costretti a comprare il biglietto di ritorno in anticipo in altra stazione, mentre quando ci sono stato io si potevano ancora usare i compianti biglietti chilometrici che proprio in situazioni come queste (stazioni senza punti vendita) dimostravano tutta la loro praticità; ed erano pure in carta normale, senza sostanze tossiche tipo bisfenolo-A (carta termica). Quel giorno sfruttai l’ultimo biglietto chilometrico da 60 km che mi era rimasto, sarebbero andati fuori corso di lì a uno-due mesi.

A proposito della linea Cotral Collevecchio stazione – Collevecchio, notate che Collevecchio non è capolinea ma solo località di passaggio: il capolinea è più in là, a “Baracche di Tarano”. A questo punto non capisco perché dopo aver fatto 30 non hanno fatto 31 portando tutte le corse (almeno una ci arriva già) fino a Tarano che dista solo un paio di km… forse in considerazione del tempo giro per far rientrare il tutto a/r entro un’ora di tempo?

Capolinea e/o fermate principali

La fermata più centrale è indicata negli orari come “via S. Valentino / v.le Roma” negli orari ufficiali pdf:

L’inquadratura, in discesa, è in direzione della stazione ferroviaria; come segnaposto di fermata c’è una palina, su questo lato. Nel verso opposto la fermata è di fronte.

Google Maps non è entrata nel piazzalino della stazione. Ad ogni modo nel caso vi venga il dubbio: no, la stazione è troppo lontana dal paese per pensare di coprire la distanza a piedi.