Archivi categoria: destinazioni anche per giorni festivi

Zagarolo (RM)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: SI
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 1
  • Prerequisiti: nessuno
  • Linee di riferimento:
    • Roma Ponte Mammolo – (Zagarolo) – Palestrina – Cave –  Genazzano – (San Vito Romano)
    • Roma Anagnina – San Cesareo – Zagarolo – Palestrina – Cave – Genazzano – (Olevano Romano – Bellegra –Rocca Santo Stefano / Roiate) / (San Vito Romano) /(Piglio bv – Acuto – Fiuggi) / (Piglio – Trevi nel Lazio – Filettino)
  • Frequenza: buona (una corsa ogni 1 – 2 ore) (Roma – Genazzano)
  • Gestore servizio di trasporto pubblico urbano: Cilia Italia srl
  • Distanza approssimativa da Roma: 30 km

Come arrivare a Zagarolo da Roma

Il modo più diretto è tramite corse bus Cotral in partenza da Roma Anagnina (più corse, via Casilina) o Roma Ponte Mammolo (meno corse, via Prenestina). Tutte queste corse hanno come destinazioni finali principalmente Genazzano, San Vito Romano, Rocca Santo Stefano ma anche Bellegra, Olevano, Roiate, Fiuggi, Filettino, quindi sulla tabella del bus Zagarolo potrebbe essere indicato solo nell’instradamento o non essere indicato affatto.

Attenzione però:

  • non tutte le corse da Roma Ponte Mammolo passano per Zagarolo perché alcune sono instradate via Pedemontana Stella e arrivano a Palestrina saltando Zagarolo
  • alcune delle corse da Roma Anagnina, ad es. quelle per Filettino, passano per Zagarolo ma saltano la fermata del centro storico (per risparmiare tempo)

Sia l’instradamento che la destinazione finale influiscono sul percorso seguito dai bus all’interno di Zagarolo e sulle fermate effettuate ma di queste parleremo meglio più avanti nell’apposita sezione.

Zagarolo dispone anche di una stazione ferroviaria sulla linea regionale Roma Termini – Frosinone – Cassino, situata a circa 1,8 km dal centro del paese. Il pezzo mancante può essere coperto:

  • con una corroborante (?) passeggiata!
  • con una delle corse Cotral di cui sopra, di quelle provenienti da Roma Anagnina, da prendere però al bivio della stazione (vedere oltre nella sezione fermate e capolinea) non dal piazzale davanti alla stazione
  • con altre corse Cotral in partenza proprio dal piazzale della stazione, dirette anch’esse a Genazzano ma solo in alcuni orari specie di pomeriggio

Infine, non l’ho provato ma a Zagarolo c’è anche un servizio di bus urbani gestito attualmente da Cilia Italia che tra i vari collegamenti ne prevede anche uno tra la stazione e il centro storico. Per percorsi e orari fate riferimento al sito della compagnia.

Nei giorni festivi il servizio di bus urbani non è attivo, così come non sono attive le corse Cotral da Ponte Mammolo (soppresse dal 7 Gennaio 2016). Sono attive invece le corse da Roma Anagnina e i treni da Roma Termini, naturalmente con orari ridotti.

Come tornare a Roma da Zagarolo

Basta prendere una delle numerose corse Cotral per Roma Anagnina (maggior parte) o Roma Ponte Mammolo (poche), oppure raggiungere la stazione FS e prendere il treno per Roma Termini.

Capolinea e/o fermate principali

Di fermate da tener presente ce ne sono parecchie, per comodità vediamole nell’ordine in cui si incontrano proveniendo da Roma Anagnina.

La prima tra le fermate incontrate è quella del bivio della stazione: questa è quella in direzione Genazzano (segnaposto: pensilina)

La corrispondente in direzione Roma è più avanti (segnaposti: pensilina (di altro tipo) e palina):

La prossima che si incontra è questa, segnata con palina:

e la corrispondente è di fronte non segnata:

Attenzione: da qui in poi comincia il percorso a cappio nel senso che il giro è lo stesso nello stesso verso per entrambe le direzioni Roma e Genazzano, quindi le prossime fermate non ne hanno un’altra di fronte per il verso opposto, loro stesse sono valide anche nell’altro verso. Per visualizzare meglio cosa intendo aiutatevi col tool di Percorso e Tariffe del sito ufficiale che vi mostra il percorso seguito da i bus sulla mappa, confrontate andata e ritorno.

La prossima è questa, alle case popolari:

Non ci sono segnaposti di fermata ma il punto è più o meno tra le due scalette.

Proseguendo ecco finalmente la fermata del centro storico, a Piazza Santa Maria (segnaposti: pensilina e piazzola):

Proseguendo il giro, ce n’è un’altra Viale Ungheria altezza civico 46 (segnaposti: palina, di fronte al calzolaio):

Ignorate la pensilina più avanti in direzione opposta: non è usata praticamente mai visto che il giro obbligato è in quest’altro verso.

Infine, ultima fermata di lasciare Zagarolo (segnaposto: pensilina) e con questa si chiude il percorso a cappio delle corse da Anagnina.

Le corse da Ponte Mammolo di tutte queste fermate fanno solo l’ultima mostrata, non fanno neanche quella di Piazza Santa Maria.

Ora torniamo alla stazione ferroviaria:

Il capolinea Cotral non è proprio di fronte ma un po’ in là, segnato da una palina:

Dal 2008 (immagine precedente) al 2017 la palina è stata spostata un po’ più avanti:

Annunci

Cesano (Roma) (RM)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: SI
  • Servito da: bus atac / Roma TPL
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 1
  • Prerequisiti: nessuno
  • Linee di riferimento: 036 (anche festivi), 024 (solo feriale)
  • Frequenza: buona
  • Distanza approssimativa da Roma: 10 km
  • Capolinea di Roma di riferimento: Roma La Storta, Cesano FS

Come arrivare a Cesano da Roma

Il borgo di Cesano, il cui territorio ricade all’interno del comune di Roma, è raggiungibile con la linea bus 036 bus dell’atac, in gestione a Roma TPL, in partenza dal capolinea della stazione La Storta, oppure sia con bus 024 che con lo 036 dalla stazione di Cesano. Lo 036 parte da La Storta, passa davanti alla stazione di Cesano, e sale su al borgo. Lo 024 parte da ENEA Casaccia, passa davanti alla stazione di Cesano e sale su al borgo.

Sia a La Storta che a Cesano si può arrivare in treno da molte altre stazioni di Roma quali Tiburtina, Tuscolana, Ostiense, Trastevere, Valle Aurelia, molte di queste collegate a loro volta con la metro. La linea ferroviaria è la stessa per entrambe le stazioni, la FL3 per Cesano – Bracciano – Viterbo, con treni ogni quarto d’ora nei feriali, ogni mezz’ora nei festivi. Il treno passa prima a La Storta e poi a Cesano. Cesano è l’ultima stazione del tratto “urbano” della linea.

Il biglietto “standard” da 1,50 euro per 100 minuti grazie alla convenzione Metrebus è valido sia per il treno che per il bus, non serve che compriate due biglietti.

Lo 036 è attivo anche nei giorni festivi ma lo 024 no, solo feriali.

Come tornare a Roma da Cesano

Bus 036 per stazione La Storta o stazione di Cesano, oppure 024 per stazione di Cesano, e poi treno verso il centro.

Capolinea e/o fermate principali

Il capolinea di La Storta è qui, le banchine dei bus sono giusto di fronte alla stazione:

La stazione ora è stata rifatta dentro (nuovi tornelli etc.) e fuori (dipinta bianco shocking).

Banchine bus della stazione di Cesano per 036 e 024 (NB non sono di capolinea ma semplici fermate quindi dovete fare cenno o il bus non si fermerà):

Capolinea di 036 e 024 giusto fuori l’ingresso del borgo di Cesano:

 

Isola Farnese (Roma) (RM)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: SI
  • Servito da: bus atac / Roma TPL
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 1
  • Prerequisiti: nessuno
  • Linea di riferimento: 032
  • Frequenza: buona
  • Distanza approssimativa da Roma: 10 km
  • Capolinea di Roma di riferimento: Roma La Storta

Come arrivare a Isola Farnese (da Roma)

Il borgo di Isola Farnese, il cui territorio ricade all’interno del comune di Roma, è raggiungibile con la linea bus 032 bus dell’atac, in gestione a Roma TPL, in partenza dal capolinea della stazione La Storta.

A La Storta si può arrivare in treno da molte altre stazioni di Roma quali Tiburtina, Tuscolana, Ostiense, Trastevere, Valle Aurelia, molte di queste collegate a loro volta con la metro. La linea ferroviaria è la FL3 per Cesano – Bracciano – Viterbo, con treni ogni quarto d’ora nei feriali, ogni mezz’ora nei festivi.

Il biglietto “standard” da 1,50 euro per 100 minuti grazie alla convenzione Metrebus è valido sia per il treno che per il bus, non serve che compriate due biglietti.

Lo 032 è attivo anche nei giorni festivi; la frequenza è invariata tutta la settimana: una corsa ogni mezz’ora.

Come tornare (a Roma) da Isola Farnese

Bus 032 per stazione La Storta e poi treno verso il centro.

Capolinea e/o fermate principali

Il capolinea di La Storta è qui, le banchine dei bus sono giusto di fronte la stazione:

La stazione ora è stata rifatta dentro (nuovi tornelli etc.) e fuori (dipinta bianco shocking).

La linea 032 da qualche anno è diventata una circolare e il capolinea di Piazza della Colonnetta a Isola Farnese è oggi una semplice fermata (il bus riparte subito):

Per accedere al Parco di Veio bisogna invece scendere per questa strada a destra (Via Riserva Campetti):

C’è una fermata lì vicino, non serve arrivare fino al capolinea dentro il borgo:

Ingresso del parco (a destra):

Borgo Velino (RI)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: SI (ma solo col treno)
  • Servito da: bus CO.TRA.L., treno regionale Trenitalia
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Prerequisito: Rieti
  • Linee di riferimento:
    • (COTRAL): Rieti – Cittaducale – Canetra (Castel Sant’Angelo) – Borgo Velino – Antrodoco – Posta – Torrita (Amatrice)Amatrice
    • (Trenitalia): Terni – Rieti – L’Aquila
  • Frequenza: discreta
  • Distanza approssimativa da Roma: 110 km (si conta il totale in tratte chilometriche dei mezzi da prendere, la distanza in linea d’aria può essere inferiore)

Come arrivare a Borgo Velino da Roma e come tornrare

Per Borgo Velino si applica quasi tutto ciò che ho scritto sul vicino comune di Antrodoco, pertanto rimando a tale articolo per la maggior parte delle informazioni: le possibilità di viaggio sono praticamente le stesse.

Ciò che cambia sono ovviamente le fermate bus e la stazione ferroviaria, descritte nella sezione seguente.

NB ho provato a scaricare l’orario pdf Cotral aggiornato di Borgo Velino e ci dev’essere un’anomalia a sistema perché esce vuoto con scritto in rosso “Non sono presenti corse dal comune di Borgo Velino nel periodo selezionato.”. Se fa così pure a voi scaricate l’orario di Antrodoco e considerate le corse instradate per Borgo Velino (quasi tutte).

Capolinea e/o fermate principali

La fermata principale Cotral, nonché l’unica che c’è, è qui su Viale Aldo Moro (Viale secondo Google Maps, Via secondo il db Cotral):

Come segnaposti ci sono due paline una di fronte all’altra… piuttosto raro che ci siano in entrambe le direzioni e dello stesso tipo! L’inquadratura è in direzione Rieti. Il centro storico è più avanti in questa direzione.

La stazione ferroviaria più vicina è “Antrodoco – Borgo Velino” ed è in direzione opposta, quasi 1 km dal centro:

Ceccano (FR)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: SI
  • Servito da: treno regionale Trenitalia (anche festivi)
  • Linea di riferimento: Roma Termini – Frosinone – Cassino (FL6)
  • Servito da: bus CO.TRA.L. (solo feriali)
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Prerequisiti: nessuno se solo treno, Frosinone FS se bus Cotral
  • Linee di riferimento Cotral:
    • Frosinone (Via Tiburtina) – Frosinone FS – Ceccano – Farneta – Arnara – Sterpare – Ceccano – Frosinone FS – Frosinone (Via Tiburtina)
    • Frosinone (Via Tiburtina) – Frosinone FS – Ceccano – Giuliano di Roma – Villa Santo Stefano
    • Frosinone (Via Tiburtina) – Frosinone FS – CeccanoPatrica
    • Frosinone (Via Tiburtina) – Frosinone FS – Ceccano – Prossedi – Priverno – Latina
    • (altre corse per Madonna del Piano, Vallecorsa…)
  • Frequenza complessiva: buona
  • Distanza approssimativa da Roma: 100 km

Come arrivare a Ceccano da Roma

Ci si può arrivare in treno da Roma Termini utilizzando la linea regionale Roma – Frosinone – Cassino (FL6): Ceccano è la prima stazione dopo Frosinone.

La stazione è giusto a valle della collina dove sorge il centro storico e la distanza rimanente si può coprire a piedi (meno di 1 km).

Se invece si preferisce arrivare con i mezzi fin su in cima al borgo ci si può arrivare con bus Cotral provenienti da Frosinone. Da notare però che non ci sono linee con destinazione finale Ceccano ma piuttosto varie linee con varie destinazioni che passano e fermano a Ceccano; consultate gli orari ufficiali ma ad esempio tra queste destinazioni troviamo Arnara, Patrica, Villa Santo Stefano, Latina, Vallecorsa.

Il treno è attivo anche nei giorni festivi ma i bus Cotral no, solo feriali; ne consegue che per una visita domenicale o festiva dovrete comunque coprire “l’ultimo meglio” con una bella passeggiata.

Come tornare a Roma da Ceccano

Dal centro storico o corsa Cotral di ritorno per Frosinone, indi treno regionale per Roma Termini, oppure scendere a piedi alla stazione di Ceccano e prendere da lì il treno per Roma Termini.

Da Frosinone c’è circa il doppio dei treni per Roma di quelli disponibili da Ceccano (che provengono da Cassino), ma quelli che potete prendere da Ceccano sono i più veloci (fanno meno fermate).

Capolinea e/o fermate principali

Ecco la stazione ferroviaria:

I bus Cotral ricalcano in gran parte quello che sarebbe il percorso a piedi da qui al centro storico. Oltre a una fermata davanti alla stazione (ma non dentro il piazzale!) ne fanno una alla fine del ponte (“Ponte /p.zza Berardi”):

La fermata più alta è quella chiamata “Madonna della Pace / Matteotti”, più o meno qui:

Madonna della Pace è la chiesetta appena passata all’incrocio precedente, Via Giacomo Matteotti è questa strada.

Purtroppo non ci sono segnaposti quindi prendete nota del punto dove scendete all’andata e chiedete conferma all’autista se al ritorno va bene aspettare di fronte.

Per il centro storico da questa fermata tornate indietro all’incrocio con la chiesetta, prendete la strada a sinistra (Via Madonna della Pace), poi a destra Via Roma ed eccovi in Piazza 25 Luglio, in cima alla quale c’è l’ingresso al borgo e al castello.

Antrodoco (RI)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: SI (ma solo col treno)
  • Servito da: bus CO.TRA.L., treno regionale Trenitalia
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Prerequisito: Rieti
  • Linee di riferimento:
    • (COTRAL): Rieti – Cittaducale – Canetra (Castel Sant’Angelo) – Borgo Velino – Antrodoco – Posta – Torrita (Amatrice)Amatrice
    • (Trenitalia): Terni – Rieti – L’Aquila
  • Frequenza: discreta
  • Distanza approssimativa da Roma: 110 km (si conta il totale in tratte chilometriche dei mezzi da prendere, la distanza in linea d’aria può essere inferiore)

Come arrivare ad Antrodoco da Roma

Antrodoco è servita sia dall’autolinea Cotral Rieti – Amatrice (limitata alla frazione Torrita dopo l’infame terremoto del 2016) che da linea ferroviaria Trenitalia Terni – Rieti – L’Aquila.

Si può quindi impostare il viaggio da Roma in vari modi:

  • bus Cotral da Roma Tiburtina a Rieti, dopodiché altro bus Cotral da Rieti ad Antrodoco
  • bus Cotral da Roma Tiburtina a Rieti, dopodiché treno da Rieti ad Antrodoco
  • treno da Roma Tiburtina a Terni, dopodiché altro treno da Terni ad Antrodoco

Quest’abbondanza di alternative è compensata però da limitazioni negli orari e soprattutto nelle coincidenze.

Il treno, con l’orario invernale o comunque scolastico offre più corse rispetto al bus e più regolari, circa una all’ora, ma non in tutte le fasce orarie. Il treno ha inoltre il vantaggio di essere attivo anche nei giorni festivi al contrario dell’autolinea Cotral, in compenso nel periodo estivo oltre a veder ridotto il numero di corse le vede anche sostituite da corse di bus sostitutivi – non Cotral ma subappalti di Trenitalia – con risparmi per la società e disagi per l’utenza a contraltare (ma dove ferma il bus sostitutivo? ma dove timbro il biglietto? ma ci sarà posto? etc.).

La coincidenza peggiore, sorprendentemente, è quella tra bus e bus a Rieti: con l’orario attuale le corse da Roma partono ogni ora alle .25 minuti e impiegano circa un’ora e mezza. La corsa mattutina da Rieti ad Antrodoco – Torrita di Amatrice è alle 9:40, quindi partire da Roma alle 8:25 non è sufficiente (si arriva in genere alle 9:50), ma partire alle 7:25 ti lascia a Rieti con quasi un’ora di slargo di attesa.

Va un po’ meglio tra bus e treno, sempre a Rieti: i minuti di slargo sono sufficienti, ma pochi. Si arriva al capolinea Cotral di Rieti, che è comunque adiacente alla stazione ferroviaria, che sta già suonando la campanella di arrivo del treno. Non c’è tempo per andare al bagno, figuriamoci per litigare con la macchinetta (tra l’altro quella di Rieti accetta solo bancomat) per fare il biglietto: fatelo a Roma Tiburtina, che poi c’è giusto il tempo di timbrarlo a Rieti – contando che magari la prima macchinetta per timbrare che trovate ha finito l’inchiostro, dovete trovare la seconda o la terza etc. Una salvezza sarebbe usare il BIRG se non fosse che anche contando un viaggio a/r tra Roma e Antrodoco si spende di più.

Attenzione: alla stazione di Rieti ci sono due binari ma non sono numerati. Quindi anche se siete riusciti a risparmiare secondi preziosi correndo dal capolinea Cotral alla stazione, per leggere il tabellone e scoprire che il treno per Antrodoco – L’Aquila delle 10:52 parte dal binario 2, vi troverete comunque nell’imbarazzante condizione di non sapere qual’è il binario 2! E’ quello lato stazione, che non richiede di attraversare binari, o quello più esterno? Qui vi aiuta lo spirito di osservazione: gli altri viaggiatori sono sulla banchina del binario esterno. Quindi il binario 1 è quello lato stazione, il binario 2 è quello più esterno, che richiede di attraversare il binario 1. Naturalmente non ci sono sottopassaggi.

Attenzione seconda: non è vero però che il binario 2 di Rieti è sempre in direzione L’Aquila e il binario 1 sempre in direzione Terni. In altri orari può essere il contrario, specie quando a Rieti c’è l’incrocio dei due treni nelle due direzioni.

Ancora sul treno: la linea Terni – L’Aquila è a trazione diesel (non c’è linea aerea di alimentazione elettrica), binario unico, e blocco telefonico con conseguenti incroci in alcune stazioni. Ad esempio ce n’è uno alla stazione di Castel Sant’Angelo dove il treno da Rieti si ferma in stazione anche svariati minuti e aspetta che arrivi, liberando la linea, quello opposto dall’Aquila prima di ripartire. In orari non di punta poi il treno è composto da un solo vagone, che però ha tutto quello che serve, dal motore al bagno. Attualmente ci girano automotrici “ALn 776” stile FCU cioè Ferrovia Centrale Umbra – quindi nell’articolo wikipedia ultima foto in fondo, ma quella è una vettura pulita, riverniciata di pacca: normalmente sono graffittate da paura tanto che stando seduti ai posti dal finestrino non si vede nulla perché i conati di vernice arrivano fino a sopra lo sguardo – per vedere fuori bisognerebbe stare in piedi o trovare posto vicino a un finestrino pulito, in alcuni casi quasi impossibile. Ecco un’altra foto più realistica, sempre su wikipedia.

I rotabili sono FCU ma la tariffazione è sempre Trenitalia quindi gli orari sono sul sito Trenitalia e il biglietto lo fate alle macchinette Trenitalia… invece le vidimatrici a bordo treno sono appunto FCU e non vanno usate con i biglietti Trenitalia – accettano solo biglietti Umbria Mobilità (BusItalia) che su questa linea non sono validi. Gli stessi rotabili giravano fino a poco tempo fa sulla vera linea FCU e cioè Terni – Todi – Perugia – Umbertide – Sansepolcro, dove le vidimatrici a bordo treno sarebbero servite come pure i biglietti Umbria Mobilità, senonché detta linea è stata recentemente sospesa indefinitamente a causa dello stato pietoso in cui versano le infrastrutture dopo decenni di manutenzione insufficiente se non inesistente. E questo dopo mesi in cui si è tirato avanti con limitazioni su limitazioni della velocità massima per motivi di sicurezza, prima a 50 km/h poi addirittura 30… perché racconto queste cose parlando di un’altra linea? Perchè questo potrebbe essere un giorno lo stesso futuro della linea Terni – Rieti – L’Aquila! Che poi dicono “sospeso” perché devono fare i lavori… sì come no, tanto si sa che ci vorrà un miracolo per rivedere il treno girare su quella linea.

Vi piace l’idea? No? E infatti bisogna ringraziare che la Terni – Rieti – L’Aquila sia ancora in esercizio vedendo con quanta puntualità e disinvoltura il traffico ferroviario viene sospeso e auto-sostituito d’estate. Ecco che di fronte all’alternativa “niente treno” improvvisamente si digeriscono blocchi telefonici, binari unici, treni diesel, graffiti a mezza costa e quant’altro. Le parole “niente treno” sono una citrosodina formidabile!

Ricapitolando, tra le varie opzioni mix bus/treno disponibili all’andata le coincidenze riuscite  sono più probabili nelle modalità bus->treno e treno->treno.

Dimenticavo: prendendo il treno, a quale stazione si scende ad Antrodoco? Eh sì perché leggendo i nomi delle stazioni ce ne sono addirittura due!

Per visitare Antrodoco stavolta (non è scontato) ci aiuta la logica perché la stazione giusta è “Antrodoco Centro”. L’altra stazione “Antrodoco – Borgo Velino”, che comunque è a un tiro di schioppo da “Antrodoco Centro”, dicono le cronache esser stata costruita molti anni prima, quando per andare al risparmio e scontentare tutti in parti uguali, all’italica maniera, invece di costruire una stazione a Borgo Velino e una ad Antrodoco ne hanno fatta una a metà strada per servire entrambi i centri. Noterete che è molto più grande di Antrodoco Centro, comunque troppo grande per il traffico che porta ma pare che qui le dimensioni siano dovute a esigenze tecniche più che di flusso passeggeri.

Come tornare a Roma da Antrodoco

Al ritorno, se volete tornare nel primo pomeriggio probabilmente – con l’orario attuale – conviene tornare col bus perché il treno non gira verso Rieti per qualche ora dopo mezzogiorno, riprende dopo le 15 quando invece inizia il silenzio radio dei bus.

Complessivamente l’offerta treno è comunque maggiore di quella bus ma si ha l’impressione che nessuna delle due si esprima al meglio per evitare di sovrapporsi all’altra.

Dal punto di vista del tracciato entrambe le linee sfruttano l’ampia vallata del Velino e spesso si costeggiano a vicenda però il bus allunga in due occasioni: per salire a Cittaducale – mentre la stazione è scomodissimamente (per l’utenza) a valle – e per fare il cappio all’ospedale di Rieti – dove il treno non passa neanche di striscio.

Capolinea e/o fermate principali

Allora, visto che finora abbiamo parlato quasi interamente di treni cominciamo con le fermate bus 🙂

Nell’orario pdf Cotral figurano due fermate: “via Marmorale” e “p.zza Martiri della Libertà”. In pratica la seconda è la fermata-capolinea delle corse che partono o finiscono ad Antrodoco mentre la prima è la fermata principale di passaggio. Dettaglio importante, sono praticamente una di fronte all’altra.

“Via Marmorale”, pensilina e palina in direzione Rieti:

In direzione opposta se non è di fronte è un po’ più avanti di fronte; ci sono arrivato in treno quindi onestamente non lo so.

“p.zza Martiri della Libertà”, segnaposto = palina:

Allora, l’unica volta che ci sono stato finora, quando dovevo prendere il ritorno delle 13 per Rieti, che in teoria partiva da questo capolinea, logicamente mi aspettavo di trovare qui il bus in sosta. Invece no! Stava fermo in attesa… alla fermata “via Marmorale”! Alla fine è bastato attraversare il ponte però ancora una volta riscontrato un disallineamento tra l’informazione ufficiale e la realtà delle cose. E se avessi aspettato dov’ero, guardando dalla parte sbagliata, neanche l’avrei visto il bus già pronto alla fermata e avrei perso la corsa.

Passiamo alle stazioni ferroviarie. Ecco “Antrodoco Centro”:

Notate la sottigliezza: la stazione fisica è intestata “Antrodoco” mentre Trenitalia la chiama “Antrodoco Centro”…. beh in verità all’interno lato binario c’è anche l’interstazione “Antrodoco Centro”.

Comunque secondo voi ci sarà una macchinetta automatica di vendita biglietti in questa stazione? La risposta è ovviamente NO. In compenso ce n’è una per timbrare i biglietti che avrete sicuramente comprato altrove. Li avete comprati altrove, vero?

Ecco invece “Antrodoco – Borgo Velino”:

Fiano Romano (RM)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: SI
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 1
  • Prerequisito: nessuno
  • Linee di riferimento:
    • Roma Saxa RubraFiano Romano – […](varie versioni) – Poggio Mirteto FS
    • Roma Saxa RubraFiano Romano
  • Frequenza: buona (anche i festivi)
  • Distanza approssimativa da Roma: 30 km (si conta il totale in tratte chilometriche dei bus da prendere, la distanza in linea d’aria può essere inferiore)
  • Capolinea di Roma di riferimento: Roma Saxa Rubra

Come arrivare a Fiano Romano da Roma

Fiano Romano è servito da tutte le varianti della poliforme linea bus Cotral Roma Saxa Rubra – Poggio Mirteto FS nonché da corse limitate con capolinea Fiano Romano stesso, sempre con partenza da Saxa Rubra.

Per completezza, in alcuni orari ci sono anche corse Cotral da Passo Corese (Fara Sabina FS) per Fiano Romano ma se uno parte da Roma non c’è motivo di arrivarci da questa parte, si allunga inutilmente il viaggio. Inoltre gli orari di questa corsa sono un po’ confusi perché le due principali fermate che questa linea fa a Fiano – che non sono le stesse della linea da Saxa Rubra (sono più vicine alla zona industriale che al centro storico) sono considerate in base alla corsa o capolinea o fermata… le due fermate in questione sono “Via San Sebastiano” e “Via Tiberina / Morandi”. Per il modo complicato in cui sono pubblicati gli orari queste corse – che di fatto sono delle semplici circolari – in alcuni casi risultano composte di tre pezzi, ad es: Passo Corese – Fiano Romano via San Sebastiano, Fiano Romano via San Sebastiano – Fiano Romano via Tiberina / Morandi e Fiano Romano via Tiberina / Morandi – Passo Corese… ma il bus è sempre lo stesso.

Entrambe le linee che fanno capo a Roma Saxa Rubra sono esercitate attualmente anche nei giorni festivi, con buoni orari, mentre la linea di collegamento con Passo Corese è solo feriale ed ha molte meno corse in ogni caso.

Come tornare a Roma da Fiano Romano

E’ possibile tornare a Roma (Saxa Rubra) con le corse provenienti da Poggio Mirteto scalo che con le corse “limitate” che ripartono direttamente da Fiano.

Capolinea e/o fermate principali

La fermata più vicina al centro storico è “via A. Moro”, qui:

Sulla destra è il lato “verso Poggio Mirteto / da Saxa Rubra” mentre in direzione Roma è sul marciapiede di fronte.

Come segnaposto di fermata ci sono le paline Cotral, notare che sono molto più piccole di quelle del servizio urbano.

Per il centro storico da qui andate sempre dritto fino al tornante in fondo: i bus proseguono a sinistra mentre il centro inizia in fondo a questa discesa a destra:

Per chi è curioso, le corse “limitate” Roma Saxa Rubra – Fiano Romano fanno inversione di marcia probabilmente a questa rotatoria:

Se prendete una di queste al ritorno vedrete prima il bus scaricare alla fermata dove siete scesi all’andata, ripartire, sparire dietro l’angolo, e infine tornare a prendervi.