Archivio mensile:aprile 2015

Civitavecchia (RM)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: SI
  • Servito da: bus CO.TRA.L., treno regionale Trenitalia
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 1
  • Prerequisito: nessuno
  • Linee di riferimento:
    • COTRAL: Roma Cornelia – Palidoro – Ladispoli – Santa Marinella – Civitavecchia
    • Trenitalia: FL5
  • Frequenza: buona (almeno una corsa ogni 1 – 2 ore)
  • Distanza approssimativa da Roma: 60 km bus, 90 km treno (si conta il totale in tratte chilometriche, la distanza in linea d’aria può essere inferiore)
  • Capolinea di Roma di riferimento: Roma Cornelia (bus), Roma Termini (treno)

Come arrivare a Civitavecchia da Roma

Avete a disposizione sia una linea di pullman Cotral con partenza da Roma Cornelia che una linea di treno regionale Trenitalia con partenza da Roma Termini.

C’è una differenza di 30 km tra bus e treno nel tariffario ufficiale ma nel complesso il treno è più veloce. Come regola generale attribuisco la categoria di distanza chilometrica in base alla soluzione più breve, perciò ho messo 60 km (considerando il bus). La linea ferroviaria FL5 ferma anche a Roma Tuscolana, Roma Ostiense, Roma Trastevere, Roma San Pietro, non siete costretti a partire/arrivare a Termini. Da San Pietro la tariffa scende a 80 km.

Entrambe le soluzioni, bus e treno, arrivano non lontano dal centro storico: tra 5 e 10 minuti a piedi da piazza Vittorio, per capirci. Esiste un servizio di bus urbano con capolinea davanti alla stazione ma francamente se dovete arrivare al Forte Michelangelo o giù di lì fate prima a fare due passi.

Se dovete arrivare a Civitavecchia come tappa intermedia per raggiungere un’altra località (es. Tarquinia) come orari conviene il treno. Il fatto è che se non ci fossero ritardi di alcun tipo funzionerebbe anche la coincidenza di bus pur se non contemplata, nel senso che i bus non si aspettano a vicenda (come di norma avviene con una vera coincidenza).

La prima volta ho fatto la prova di partire da Cornelia con la corsa delle 8:40 volendo poi prendere in coincidenza la corsa per Tarquinia – Montalto delle 10:05. Il risultato è stato che ho fatto giusto in tempo a vedere il bus per Tarquinia già partito prima che sparisse dalla vista e poi ho dovuto aspettare quello successivo delle 11:15.

La seconda volta non mi sono fatto fregare, sono partito da Termini col treno delle 8:12… –  beh in realtà quel giorno è partito con 13 minuti di ritardo ma non è stato un problema – e sono arrivato intorno alle 9:40 (se fosse stato in orario, 9:29). Tutto il tempo per andare al bagno e arrivare a piedi fino a Piazza Vittorio per aspettare con calma il bus per Tarquinia, senza perdere un’ora per coincidenza mancata… beh poi abbiamo comunque perso mezz’ora nel traffico per lavori in corso e carreggiate ristrette ma questa è un’altra storia.

Il treno successivo delle 8:42 non va bene perché se in orario arriva alle 9:59 e il bus passa a Piazza Vittorio alle 10:05. A meno che non siate Sonic o Flash Gordon riuscirete solo a perdere il bus e finire sotto qualche macchina nel frattempo.

Per prendere i treni che ho citato delle 8:12 e 8:42, cercate di arrivare in stazione alle 8 (8:30) perché in genere partono dal binario 28 e c’è da camminare parecchio per raggiungerlo, un po’ come il 20 bis per Cassino diretta.

Come tornare a Roma da Civitavecchia

Come per l’andata, potete scegliere se usare i bus (pullman Cotral) o il treno (regionale Trenitalia).

Bagni pubblici

Li trovate alla stazione ferroviaria.

Capolinea e/o fermate principali

Cominciamo con la stazione ferroviaria, che si trova qui:

Le fermate bus che vedete inquadrate sono i capolinea delle linee urbane: i Cotral NON passano qui.

I Cotral provenienti da Roma attraversano la città più “in alto” rispetto al treno, per la precisione passano per: Viale Guido Baccelli, Via Roma, Via Isonzo, Porta Tarquinia e via verso il deposito. NB NON passano per Piazza Vittorio, neanche al ritorno.

Per questa linea la fermata secondo me più vicina al centro è “Porta Tarquinia”, cioè qui:

L’inquadratura è in direzione “deposito”, ovvero “da Roma” ovvero “verso Tarquinia”.

Attenzione a un dettaglio: se girate con Google Maps vedrete sparse per la città delle grosse paline gialle con il corpo blu, come le due inquadrate. Nonostante contengano tanto blu quelle non sono paline Cotral! Sono del servizio urbano, e tranne eccezioni – come in questo caso – i Cotral NON vi fanno fermata. Ciò che indica inequivocabilmente una fermata valida per le linee Cotral è la loro palina, che in quest’immagine è vista di spalle sul lato sinistro – c’è solo in questa direzione ma è sufficiente che ci sia su una per abilitare anche l’altra direzione – tra il lampadario dell’hotel e la palinona urbana. Ingrandimento:

A dire il vero quel giorno che provai – e fallii – la coincidenza, l’autista del Cotral da Roma mi indicò quest’altra fermata vicino al distributore di benzina:

Probabilmente la linea Civitavecchia – Tarquinia – Montalto in direzione Tarquinia ferma qui anziché dove mostrato prima; non ho avuto modo di verificarlo, ma alla fine neanche necessità perché ho invece imparato a usare la fermata più centrale di Piazza Vittorio. Il resto di questo paragrafo si concentra su quest’altra fermata che però non vi serve a nulla se vi interessa “solo” visitare Civitavecchia e tornare a Roma. Come detto prima, qui non ci passa la linea Cotral per Roma. E’ però fondamentale per chi vuole arrivare a località come Tarquinia, Montalto di Castro, Allumiere, Tolfa.

Se siete arrivati da Roma col Cotral, dall’incrocio infernale di Porta Tarquinia ci potete arrivare se scegliete la strada giusta tra le sei (!) che vi si dipartono e cioè Via XVI Settembre. Questa strada vi porterà prima a una piazza alberata, piazza Luigi Calamatta. Proseguendo nella stessa direzione su una strada porticata ai lati (Corso Guglielmo Marconi) si raggiunge finalmente Piazza Vittorio, con la chiesa sulla sinistra. Visuale alla fine del porticato:

Ad essere pignoli questa prima metà di piazza è un largo intitolato a Cavour; piazza Vittorio è la seconda metà più larga con le banchine di bus ad entrambi i lati.

Se siete invece arrivati a Civitavecchia con il treno, uscendo dalla stazione dovete andare a destra verso il Forte Michelangelo. Una volta arrivati quasi sotto al forte dovete seguire il flusso di traffico della strada principale prima a destra e poi la seconda a sinistra – superando il museo – ed eccovi arrivati.

OK siamo finalmente a Piazza Vittorio, e subito ci si presenta un rompicapo (un altro!). Guardate attentamente le banchine dei bus. Ce ne sono sia su questo lato:

… che sull’altro!

Sfruttate gli ingrandimenti di Google Maps e vedrete, specie sul lato “del mare”, una pletora, una profusione di paline di linee urbane, extra-urbane, navette, shuttle, pubbliche, private, inter-regionali, a chiamata, ma di una palina Cotral neanche l’ombra.

Se ci fosse ancora la trasmissione demenziale “Banzai” di MTV Italia verrebbe da dire: quindi dove ferma il Cotral, di qua, o di là? A destra, o a sinistra?? Lato mare, o lato chiesa??? Ora subito scomèttii!!! (con una ‘m’ e due ‘i’)

Pensateci un attimo, è un grattacapo. Considerando in che direzione sta Tarquinia, dovrebbe essere lato chiesa. Però la corsa delle 10:05 proviene dal deposito, quindi arriverà dalla direzione opposta. Se anche fa inversione in piazza, su quale lato fa fermata? E la corsa successiva delle 11:15 che parte da capolinea in piazza, non è detto che arrivi dal deposito! Potrebbe arrivare dall’altra parte (dalla stazione) e fermare solo lato chiesa!

OK, avete puntato vostra camicia? La risposta è: lato mare! MA! a richiesta ANCHE lato chiesa! Le due volte che ho preso il bus per Tarquinia da qui ho avuto la sensazione che la fermata ufficiale fosse lato mare, mentre lato chiesa si ri-ferma per pietà di qualche turista (o gruppo di turisti). Ma forse è solo un’impressione ed entrambi i lati sono ufficiali. Io però per stare sicuro lo aspetto lato mare. Se anche per caso la convenzione si inverte e il lato ufficiale diventa quell’altro teoricamente si fa in tempo ad attraversare e prenderlo di là.

E comunque anche la corsa delle 11:15 proviene dal deposito, solo che è fuori servizio per tutto il tratto fino a piazza Vittorio quindi non potete salire prima – come invece potreste con la corsa delle 10.

In buona sostanza, la banchina che ci interessa è su questo lato, ed è quella più verso il centro della piazza. Quella più esterna è usata dalle linee urbane come capolinea o da altre navette.

Foto di un bus Cotral per Tarquinia – Montalto in arrivo a piazza Vittorio:

Civitavecchia Piazza Vittorio Cotral

Dulcis in fundo (ancora non è finita?) due parole sui biglietti. Nessun esercizio tra edicole, tabaccherie, cartolerie tra Forte Michelangelo e questa piazza, vende biglietti Cotral. Provi alla prima edicola, niente. Salti la seconda edicola, perché in genere quando l’edicola non ce li ha tocca provare dal tabaccaio. Trovi il tabaccaio. Prima di entrare dal tabaccaio vedi attraverso il vetro un foglio con scritto che non si vendono biglietti pullman. Torni indietro, provi alla seconda edicola. Ti indicano la cartoleria di fronte. Vai alla cartoleria, ma lì hanno solo i biglietti urbani. Io giro sempre con biglietti di scorta quindi sto a posto ma se uno non ce li ha già?

no biglietti

Su una delle pensiline a piazza Vittorio c’è un indizio: un foglio stampato che indica un esercizio in piazza Calamatta che vende i biglietti. Non l’ho verificato ma ok, e se uno è qui per la prima volta e non ha la minima idea di dove sia piazza Calamatta? Per non parlare del turista straniero che sicuramente non si mette a girare due edicole, un tabaccaio e una cartoleria prima di provare come ultima risorsa l’acquisto a bordo: prova direttamente di comprarlo a bordo, ma o non c’è o c’è quello conciliatorio da 7 euro quando invece Civitavecchia – Tarquinia costa 1,30 (tratta 2).

Annunci

Tuscania (VT)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Prerequisito: Viterbo
  • Linea di riferimento:
    • ViterboTuscania – […]Valentano
  • Frequenza: buona (una corsa ogni 1 – 2 ore)
  • Distanza approssimativa da Roma: 110 km (si conta il totale in tratte chilometriche dei bus da prendere, la distanza in linea d’aria può essere inferiore)
  • Capolinea di Roma di riferimento: Roma Saxa Rubra

Come arrivare a Tuscania da Roma

Per arrivare a Tuscania in orario decente la mattina, senza dover necessariamente partire molto presto e supponendo di viaggiare di Sabato, c’è una sola possibilità: la corsa Cotral con partenza 10:30 da Viterbo. A seconda del periodo dell’anno la corsa è segnata con destinazione Tuscania o Valentano; nel primo caso in realtà prosegue comunque per Valentano ma la sosta a Tuscania è considerata capolinea. Nota tecnica a parte, per acchiappare questa benedetta corsa dovrete partire da Roma Saxa Rubra al più tardi alle 9. Il cambio consiglio di farlo al capolinea di Viterbo (Riello); giocate la carta Porta Fiorentina solo se siete in ritardo.

Perché mi sono fissato sulle 10:30? La corsa precedente è alle 9:30, per cui si potrebbe partire da Saxa Rubra alle 8, peccato che la corsa Roma – Viterbo delle 8 non è esercitata il Sabato, neanche quella delle 7:40, solo quella delle 7:30. E la corsa successiva Viterbo – Tuscania è alle 12:10.

Come tornare a Roma da Tuscania

Prendete una delle corse Cotral per Viterbo e poi da lì la solita linea (sempre Cotral) Viterbo – Roma Saxa Rubra (o treno, vedere articolo su Viterbo).

Per viaggiatori avanzati ci sono anche opzioni più fantasiose; non le ho citate per l’andata perché appunto come orari sono valide solo per il ritorno:

  • allontanandosi ancora, combinando destinazioni come Capodimonte, Marta (corsa disponibile solo in periodo scolastico – non d’Estate e neanche a Pasqua) e poi tornando a Viterbo da lì, e infine da Viterbo a Roma
  • via Tarquinia, eventualmente col treno
  • via Vetralla: partenza ore 16:20 oppure ore 16:00, dipende dal periodo dell’anno; l’idea è prendere a Vetralla la corsa per Roma partita da Viterbo alle 16:30. La coincidenza funziona sicuramente partendo alle 16 mentre partendo alle 16:20 si rischia perché si arriva a Vetralla alle 16:50 proprio quando è previsto il passaggio della corsa per Roma. Beh comunque ce ne sono di successive da Viterbo per Roma, tutte via Vetralla, quindi se eventualmente mancate quella partita alle 16:30 non rimanete a piedi.

Capolinea e/o fermate principali

La fermata di riferimento (e l’unica) negli orari è indicata come “Rio Fecciario”. Questo curioso toponimo non è più in uso, il posto in questione si chiama oggi Piazzale dei Bersaglieri.

Nell’immagine Google come segnaposto non c’è palina ma c’è la pensilina.

La fermata (capolinea) come la vedete è posizionata in direzione Valentano, è qui che si scende proveniendo da Viterbo. Domanda: ma allora dove fermano le corse di ritorno per Viterbo se di fronte non ci sono né palina né pensilina né piazzola né altri segni di sosta bus? Si aspetta di fronte con fiducia e basta?

La prima volta che ho visitato Tuscania (tralasciando la gita scolastica di molti anni prima) sono tornato via Capodimonte quindi mi è rimasto il dubbio fino al giorno in cui ci sono ripassato per la seconda volta, proveniendo da Valentano. E la risposta è stata sorprendente: i bus sostano esattamente nello stesso punto e verso anche per andare a Viterbo, perché vanno prima più avanti, fanno inversione sfruttando questo spiazzo…

… e infine arrivano in fermata come se provenissero da Viterbo, mentre a Viterbo ci stanno andando. Ripartiti dalla fermata girano immediatamente a sinistra e riprendono la normale rotta di viaggio, senza bisogno di usare la rotatoria più avanti.

Bagni pubblici

Ci sono! Stanno giusto di fronte al capolinea/fermata dei bus, qui:

Si entra dove c’è il cartello divieto d’accesso (che è per le auto). Se siete sfigati e dovete andare proprio quando è arrivato un torpedone privato pieno di turisti rischiate di fare la fila perché non ci sono tanti posti disponibili.