Civitella d’Agliano (VT)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 3 (treno + bus + bus)
  • Prerequisito: Viterbo
  • Linea di riferimento:
    • Viterbo – Celleno vecchio – Roccalvecce – Sant’Angelo in Teverina – Graffignano – San Michele in Teverina – Civitella d’Agliano – Castiglione in Teverina – Lubriano – Bagnoregio
  • Frequenza: discreta
  • Distanza approssimativa da Roma: 140 km (si conta il totale in tratte chilometriche dei bus da prendere, la distanza in linea d’aria può essere inferiore)
  • Capolinea di Roma di riferimento: Roma Tiburtina

Come arrivare a Civitella d’Agliano da Roma

Tutto il microcosmo di comuni e frazioni situati nell’area compresa tra Viterbo, Bagnoregio e Orvieto – di cui fa parte Civitella d’Agliano – è servito dal trasporto pubblico (Cotral) più o meno allo stesso modo:

  • il maggior numero di corse si concentra nel primo pomeriggio
  • le corse precedenti sono di mattina e non ce ne sono a mezza mattinata
  • dopo il valzer di corse del primo pomeriggio c’è il vuoto, prima di chiudere con qualche corsa vespertina

In sostanza il numero di corse, in sé, è più che sufficiente; il problema è che non sono cadenzate ma si concentrano in alcuni momenti della giornata.

Se uno parte da Viterbo, Bagnoregio, Orvieto, tutto ciò non costituisce un problema. Diventa però un problema se uno parte da Roma, perché serve il tempo che serve per arrivare almeno a Viterbo.

In effetti la casisitica è simile a quella di Bagnoregio ma ancora peggiore, perché Bagnoregio ha una corsa di metà mattinata mentre queste località no.

Ammetto di aver speso ore intere a intrecciare gli orari delle corse del pomeriggio cercando combinazioni che mi lasciassero almeno un’ora, tra andata e ritorno, per visitare questi posti. Come se non bastasse l’esercizio non è facilitato dal modo in cui sono pubblicati gli orari perché alcune corse partono da frazioni che non figurano negli orari. Oggi qualche frazione l’hanno pubblicata ma il quadro offerto dagli orari pdf non è ancora del tutto completo.

Ad ogni modo l’idea di base era di arrivare prima a Bagnoregio, (ri)visitarne un pezzo, e dalle ore 13 in poi sfruttare il valzer di corse che finalmente inizia a quell’ora, dopodiché tornare o via Bagnoregio o via Orvieto. Le combinazioni effettivamente si trovano ma che cavolo, possibile che non ci sia una soluzione migliore? In questo modo tra andata e ritorno uno si deve fare 5 – 6 ore di viaggio (con questi paesi stiamo ai confini Nord del Lazio, quasi in Umbria…) per avere a disposizione un’ora scarsa o anche meno per una visita fatta di corsa stando sempre attenti all’orologio…

E così tenni nel cassetto Civitella d’Agliano, Castiglione in Teverina & co per mesi e mesi. Anni.

Prima di arrivare alla vera soluzione – tra una cosa e l’altra praticamente 2 anni dopo la mia prima visita a Bagnoregio – mi imbattei pure in due soluzioni apparenti. Beh la prima è sicuramente fasulla perché l’ho provata e non funziona, è un miraggio; la seconda non l’ho provata ma è talmente arzigogolata che semmai andrebbe provata in sé per sport, non come strumento per raggiungere un obiettivo.

  1. la corsa Cotral delle 8:35 da Orvieto piazza Cahen per Viterbo, che passa per tutti questi paesi tranne Lubriano e Bagnoregio. Il miraggio è dovuto al fatto che c’è un treno da Roma Tiburtina alle 7:37 che arriva a Orvieto scalo alle 8:43. Il passaggio della corsa Cotral, partita da sopra la rupe alle 8:35, è previsto alle 8:45. Minchiate. Anche se il treno arriva in perfetto orario, la corsa Cotral è già passata da un pezzo – purtroppo, l’ho provato di persona. Il fatto è che ci vogliono molto meno di 10 minuti per scendere a valle. Se solo questa corsa partisse anche 15 minuti più tardi però, la coincidenza funzionerebbe a meraviglia.
  2. (questa è virtuosismo puro) ho scoperto per caso che il comune di Graffignano ha un servizio di trasporto urbano dalla stazione di “Sipicciano” al paese (Sipicciano è una frazione di Graffignano) in coincidenza col treno della Orte – Viterbo . Premesso che ciò si potrebbe provare solo dal lunedì al venerdì, in teoria uno dovrebbe arrivare a Sipicciano con due treni (primo pezzo Roma – Orte poi in coincidenza altro treno per Viterbo), scendere, trovare e prendere la navetta per Graffignano centro. Lì, prendere come in imboscata la mitologica corsa partita alle 9:20 da Viterbo che fa il giro di tutti questi paesi tra cui Graffignano. Stando agli orari c’è una sola possibilità ma è comunque possibile. Soprattutto uno dovrebbe sapere per certo dove ferma il Cotral a Graffignano ma se uno non c’è mai stato che ne sa?

Vabbe’ ma alla fine qual’è la soluzione giusta?

Il fatto è che in tutto questo tempo stavo cercando soluzioni al problema sbagliato. Il vero problema è non è “come arrivo a Civitella d’Agliano senza usare la corsa delle 9:20 da Viterbo?” bensì “come arrivo a Viterbo per le 9, partendo da Roma?

Trovai la soluzione in due tempi. Un giorno che presi quel treno delle 7:37 per Orvieto arrivai con un po’ di anticipo e scoprii che c’era un altro treno non molto prima, alle 7:18, 7:02 per Foligno. Ne presi nota ma in vista di Narni, Spoleto, Foligno.

Mesi e mesi dopo, ristudiando gli orari di Orte e Bomarzo, mi soffermai sulla corsa delle 7:55 da Orte per Viterbo, non via superstrada ma via Bomarzo, via Ortana. L’avevo sempre scartata come metodo per raggiungere Bomarzo perché troppo mattiniera, e non la consideravo per Viterbo perché non via superstrada. Ma ora era estate ed era più facile alzarsi presto, eppoi mi interessava per raggiungere Bomarzo.

7:55… Il treno delle 7:37 (per Firenze) arriva a Orte per le 8:10 e si può usare in coincidenza la corsa via superstrada ma non di sabato, però c’è un treno precedente, quello per Foligno delle 7:18, 7:02, che ferma anche quello ad Orte, alle… 7:50.7:31… Mentre la corsa Cotral delle 7:55 da Orte scalo arriva a Viterbo alle… 8:55… Le corse via superstrada non vengono effettuate il sabato, ma questa sì…

Eccola la soluzione, che funziona anche di Sabato, su come arrivare a Viterbo entro le 9!!!

  1. treno regionale veloce 2478 delle 7:18 7:02 da Roma Tiburtina per Foligno, scendere a Orte (arrivo previsto 7:50 7:31) [estate 2015: il treno “2478” partiva alle 7:18 da Roma Tiburtina; inizio 2016: lo stesso treno “2478” è stato anticipato alle 7:02]
  2. bus Cotral delle 7:55 per Viterbo via Bomarzo (arrivo previsto 8:55)

L’ho provata, funziona, e da allora è diventata il mio metodo preferito per arrivare a Viterbo.

Poiché questo modo di arrivare a Viterbo è obbligato per raggiungere Civitella d’Agliano, nel computo della distanza di viaggio complessivo per Civitella non considero il tratto Roma – Viterbo da 80 km come faccio di solito e come sarebbe con le corse Cotral da Roma Saxa Rubra ma 110 km di cui 80 di treno e 30 di bus; a questi poi si sommano ulteriori 30 km di bus da Viterbo a Civitella per un totale di 140 km a fronte di una distanza in linea d’area credo di circa 100 km.

Dal Lunedì al Venerdì va bene anche il treno delle 7:37 da Tiburtina perché c’è la corsa delle 8:10 per Viterbo via superstrada: parte dopo ma arriva in tempo, anche prima. (Nota: Con quest’altra corsa bisogna solo ricordarsi che a Riello (capolinea di Viterbo) arriva prima come fermata ma conviene scendere in quel momento, sennò fa tutto il giro attorno alle mura prima di ritornare di nuovo a Riello come capolinea e a quel punto le 9 sono già passate)

Non solo si può vedere dal vivo e prendere la corsa delle 9:20 che tocca tutti questi paesi ma addirittura anche la corsa delle 9:00 per Bagnoregio via Montefiascone, quindi diventa possibile arrivare a Bagnoregio alle 10 invece che alle 11:30. E come queste, anche tutta una serie di altre corse per altre destinazioni con partenza alle 9.

OK quindi ricapitolando il metodo è: seguire la ricetta qui sopra per arrivare a Viterbo entro le 9 e poi prendere la corsa delle 9:20 “giro di peppe” diretta a Bagnoregio e scendere a Civitella d’Agliano… alle 10:30 circa, invece che dopo le 13:30. Bella differenza!

Un’ultima nota pratica, a proposito della linea seguita dalla corsa Cotral delle 9:20 da Viterbo per Bagnoregio (non confondetevi con quella delle 9:00 via Montefiascone!). Dopo Sant’Angelo in Teverina e un bel pezzo di strada in campagna il bus sbucherà nel centro abitato di Civitella d’Agliano a un bivio (con fermata) da dove è chiaro che per andare al centro bisogna svoltare a destra. Il bus invece svolterà a sinistra. Panico! Invece no, niente panico: il bus gira a sinistra perché deve prima passare, come da instradamento previsto, per San Michele in Teverina. Fatto il giro lì, tornerà indietro fino al bivio di prima e stavolta proseguirà per arrivare finalmente alla fermata “centrale” di Civitella d’Agliano. Vedere oltre sezione Capolinea e Fermate.

Come tornare a Roma da Civitella d’Agliano

Risolto il problema dell’andata, rimane il fatto che non ci sono tante corse di ritorno a disposizione e dopo una certa ora nel pomeriggio non c’è più niente.

I “ritorni” per Bagnoregio non li considerate. Sono trappole: una volta arrivati a Bagnoregio a quell’ora non ci sono più corse per Viterbo, solo eventualmente per Montefiascone e Orvieto, e non in coincidenza con altre corse per riportarvi a casa. A casa ci arrivereste comunque ma dopo molte ore e comunque rischiando.

Conviene puntare o su Orvieto o su Viterbo.

Se puntiamo su Orvieto ricordiamo che i treni per Roma del pomeriggio sono alle 15:23 e 17:23. Iniziando il ritorno alle 14 / 14:30 è comunque impossibile arrivare a prendere il treno delle 15:23, si arriva sempre dopo, a volte di poco. Beh chi ha ancora un po’ di energie può usare questo vuoto di coincidenze per prendere la funicolare e farsi una passeggiata per Orvieto invece di aspettare due ore alla stazione il prossimo treno. Ho fatto così una volta, e per una volta merita anche il provarla questa soluzione, ma non può essere usata ogni volta – in fondo si tratta di aspettare due ore una coincidenza.

Allora il ritorno via Viterbo rimane la soluzione tutto sommato migliore? Per me sì. Curioso comunque che se poi uno torna a Roma da Viterbo via Orte con il treno, di fatto finirà per prendere lo stesso treno che è passato alle 17:23 a Orvieto!

Infine c’è da tener presente che come ritorno per Viterbo il pomeriggio c’è una sola corsa a disposizione, in pratica il ritorno della corsa “giro di peppe” di andata. A Civitella d’Agliano e San Michele in Teverina questa ultima corsa per Viterbo passa quasi contemporaneamente all’ultima corsa per Orvieto, incrociandola, entrambe verso le 15. Per allora bisogna aver deciso quale prendere. Soprattutto bisogna aver dato un’ultima occhiata all’app ufficiale per sapere se una delle due è stata soppressa in modo da esser pronti a ricadere sull’altra.

Se si mancano entrambe, siete bloccati per almeno altre tre ore. Se riuscirete a tornare a Roma, sarà ormai notte. Personalmente se dovessi perdere una di queste corse delle tre di pomeriggio, chiamerei piuttosto un taxi (da Orvieto o Viterbo). Quindi cercate di non perdere ‘ste corse delle tre.

Capolinea e/o fermate principali

La fermata principale è “p.zza Cardinale Dolci”. Beh per esser piazza lo è ma in gran parte pedonale: lo spazio per le macchine e i bus si riduce all’ampiezza di una strada. Di fatto il tratto di strada provinciale che attraversa questa piazza. La palina inquadrata è sul lato in direzione Viterbo. La fermata in direzione opposta è giusto di fronte sull’altro marciapiede, senza palina.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...