Sant’Oreste (RM)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: NO (troppe poche corse, troppo rischioso)
  • Servito da: Rossi bus / bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 2
  • Prerequisiti: Rignano Flaminio
  • Linee di riferimento:
    • COTRAL: Rignano Flaminio – (Via Flaminia) – Sant’Oreste
    • ROSSI BUS: navetta Sant’Oreste stazioneSant’Oreste
    • ATAC: ferrovia Roma – Civita Castellana – Viterbo (“Roma Nord”)
  • Frequenza: buona (Rossi bus) / rara (Cotral)
  • Distanza approssimativa da Roma: 40 km (si conta il totale in tratte chilometriche dei bus da prendere, la distanza in linea d’aria può essere inferiore)
  • Capolinea di Roma di riferimento: Roma Flaminio / Roma Saxa Rubra

Come arrivare a Sant’Oreste da Roma

Guardando gli orari, Sant’Oreste è assai trascurato dal Cotral. Poche linee / orari di passaggio, a volte con percorsi esotici, quasi esoterici. Nei giorni feriali, la prima possibilità di andata è una corsa delle 12:10 circa da Rignano Flaminio (anche se probabilmente viene dal deposito di Morlupo, ma fuori servizio). Ancora peggio per i ritorni.

Il treno non aiuta granché, nel senso che la stazione è molto lontana dal paese, a piedi sarebbe un massacro o un suicidio.

Ci viene in soccorso però la Rossi bus, che gestisce il trasporto urbano del comune e in particolare offre una comoda linea di navetta (linea A) con la stazione della Roma – Civita Castellana – Viterbo.

Ecco che allora prende corpo una soluzione adeguata. Primo, si deve arrivare alla stazione ferroviaria di Sant’Oreste, e per questo si può o prendere i bus Cotral della linea Roma – Via Flaminia – Civita Castellana, oppure il treno stesso. Secondo, dallo spiazzo antistante la stazione, prendere la navetta della Rossi bus. Il biglietto si compra direttamente dal conducente e costa 1 euro.

Come tornare a Roma da Sant’Oreste

Specularmente all’andata, piuttosto che aspettare vanamente il Cotral su al paese, molto meglio prendere la navetta Rossi bus per la stazione e lì aspettare il Cotral della Civita Castellana – Via Flaminia – Roma Saxa Rubra, oppure il treno; vedete dagli orari cosa vi conviene di più.

Capolinea e/o fermate principali

La stazione ferroviaria della Roma – Civita Castellana – Viterbo, che è al tempo stesso fermata del treno, fermata del Cotral e capolinea della Rossi bus. La Rossi bus entra nel piazzalino a fare manovra, mentre la Cotral si ferma fuori.

Fermata Cotral in direzione Civita Castellana, giusto di fronte:

La fermata Cotral al paese è qui su questo spiazzo, a destra nell’immagine. I bus risalgono dalla strada in discesa a destra e girano qui per fare inversione di marcia.

La Rossi bus, per la stazione, ferma invece qui:

Risalendo via del Vignola troverete un altro paio di paline Cotral ma non so se ci passano ancora e in che orario. Le fermate illustrate sopra invece sono provate.

Annunci

2 pensieri su “Sant’Oreste (RM)

  1. Stefania

    È vergognoso il non servizio Cotral, dovrebbe essere un servizio pubblico che paghiamo e nessuno fa nulla se non critiche inutili. Denunciate

    Rispondi
    1. visilazio Autore articolo

      Non è così semplice… se da orario una corsa non è proprio prevista, che vuoi denunciare? Nel caso di Sant’Oreste poi il comune è collegato al resto del mondo con il suo servizio urbano, il Cotral non è necessario. Pensa che ci sono altri comuni invece che non hanno servizio urbano, ci passa solo il Cotral, ma solo con due corse al giorno. E sono così da anni. Ce ne sono altri che di corse ne avevano 4, poi sono diventate 3 da Gennaio 2016. Bene, dove i sindaci hanno protestato, hanno reintegrato la quarta corsa, altrove no. Devono essere le istituzioni, cioè i sindaci, oppure “grandi utenti” come scuole, fabbriche etc. a “muoversi” e chiedere più corse Cotral oppure aprire il borsello ed attivare un servizio navetta / scuolabus etc. con i propri fondi o attingendo a fondi regionali, europei(?) etc. Alcuni sono stati bravi, si sono attivati e ci sono riusciti. Ad altri evidentemente l’argomento non interessa neanche, o hanno altre priorità. Altri ancora se il bus non lo vedono sono pure più contenti vista la moda di emettere ordinanze per allontanare i bus dai centri abitati – perché danno fastidio alle macchine! Servirebbero leggi nuove che impongano un minimo numero di corse di trasporto pubblico per fascia oraria, ad esempio verso il capoluogo di provincia o la stazione ferroviaria più vicina, ma figuriamoci se le faranno mai, nel paese dove regnano le automobili sovrane!

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...