Bellegra (RM)

Informazioni principali

  • Stato percorso: provato
  • Visitabile nei giorni feriali: SI
  • Visitabile nei giorni festivi: SI
  • Servito da: bus CO.TRA.L.
  • Cambi (quanti mezzi prendere): 1 (feriali) / 2 (festivi)
  • Prerequisito: Genazzano (nei giorni festivi)
  • Linee di riferimento:
    • (Roma Anagnina – […] -) Genazzano – Olevano Romano – BellegraRocca Santo Stefano
  • Frequenza: buona (una corsa ogni 1 – 2 ore) i feriali, discreta i festivi
  • Distanza approssimativa da Roma: 60 km (si conta il totale in tratte chilometriche dei bus da prendere, la distanza in linea d’aria può essere inferiore)

Come arrivare a Bellegra da Roma

Bellegra è una tappa della linea Roma (Anagnina) – Genazzano – Rocca Santo Stefano. Nei giorni feriali sia le corse di andata che di ritorno sono “dirette” cioè senza cambi da fare.

Nei giorni festivi tuttavia non c’è una corsa di andata senza cambio in orario fattibile, occorre per forza cambiare a Genazzano, dalla fermata “bivio”, e prendere la corsa Genazzano – Olevano Romano – Bellegra – Rocca Santo Stefano delle 11:10.

Per essere lì entro tale orario, dal tool di calcolo percorso è troppo tardi se uno prende la corsa Roma Ponte Mammolo – Genazzano con partenza alle 10 da Roma; un’alternativa tanto panoramica quanto macchinosa è Roma Ponte Mammolo (al più tardi la delle 9:15) – Tivoli e poi da capolinea Tivoli – Genazzano corsa delle 10. In questo modo si arriva con anticipo garantito e non eccessivo.

La prima volta (che andavo a Bellegra) ho fatto così, e sono arrivato abbondantemente in tempo… tanto che ho avuto modo di vedere la corsa Roma Ponte Mammolo – Genazzano partita alle 10, arrivare in anticipo rispetto a quanto previsto dal tool di calcolo percorso, anticipo sufficiente per effettuare il cambio.

La seconda volta (che andavo a Olevano) sono arrivato con la Roma Ponte Mammolo – Genazzano delle 10 e non ho avuto alcun problema.

Come tornare a Roma da Bellegra

Per i giorni feriali non c’è niente da aggiungere.

Nei giorni festivi, al contrario dell’andata, il ritorno non richiede il cambio a Genazzano, tutte le corse portano direttamente a Roma Anagnina.

Il primo ritorno utile è a pomeriggio già ben avviato, alle 15:23. Questa corsa altro non è se non il ritorno della corsa Genazzano – Rocca Santo Stefano partita alle 14:20 – è la successiva a quella presa all’andata, non ce ne sono intermedie.

Questo significa che si vedrà prima il bus arrivare da Genazzano e proseguire per Bellegra e Rocca Santo Stefano, poi all’orario stabilito si vedrà tornare da Rocca Santo Stefano la stessa vettura, stavolta per Roma Anagnina.

Volendo per il ritorno nei giorni festivi si potrebbe sfruttare anche la corsa proveniente da Roiate alle 16 e qualcosa, però tocca scendere a Le Sbarre, ovvero al bivio per Roiate (vedere oltre).

Capolinea e/o fermate principali

La fermata più vicina al centro storico è chiamata in tabella “via S. Francesco”, ma di fatto è sulla piazzetta oggi denominata “Largo Caduti del 1944” alla confluenza di Via S. Francesco, Via Roma (strade principali), e di Via Garibaldi e Via Lando di Civitella (strade del centro storico).

L’immagine di Google Maps è un po’ datata (quindi preziosa). Oggi anche se la fermata non ha cambiato posizione, il lato della piazza verso il panorama è stato rifatto. C’è una terrazza – belvedere con qualche panchina e c’è sempre la pensilina della fermata, ma non è la stessa dell’immagine. Ad ogni modo la pensilina è messa sul lato della direzione “verso Roma”, ma in verso opposto il bus ferma comunque di fronte.

Venendo da Roma la prima fermata che si incontra non è “via S. Francesco” bensì “Contrada Le Sbarre”, ovvero al bivio di strade: da Olevano verso Sud, per Bellegra verso Ovest, per Roiate verso Est. Di nuovo, la pensilina è in direzione Roma, mentre nell’altro verso la fermata è comunque di fronte.

La prima volta invece io sono sceso qui, perché era giusto all’inizio della città nuova e contemporaneamente all’imbocco del parco “Viale della Musica” (poco più avanti).

C’è anche un’altra fermata al “centro” della città nuova (Via Roma davanti al cannoncino).

Invece la fermata “Convento S. Francesco” è sulla strada per Rocca Santo Stefano, giusto all’altezza dell’imbocco della strada per il convento (venendo da Roma, sulla sinistra).

Non c’è palina, ma c’è una sorta di pensilina nel verso opposto:

Considerando i tempi di visita e gli intervalli tra le corse disponibili, non consiglio di visitare questo posto nei giorni festivi. Molto meglio nei giorni feriali il pomeriggio quando c’è praticamente una corsa all’ora.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...